Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Sintomi del Metabolismo Lento: Cosa Mangiare e Cosa NO

Sintomi del metabolismo lento: cosa mangiare e cosa NON mangiare per dimagrire

Federica Federico

di Federica Federico

22 Giugno 2015

Tu sai a che velocità va il tuo metabolismo? Il corpo umano parla e ciascuno di noi può leggere ed interpretare correttamente i sintomi del metabolismo lento o quelli del metabolismo veloce. Una simile conoscenza dei sintomi metabolici espressi dal nostro organismo può aiutarci ad affrontare con più successo regimi alimentari salutari o dietetici, nonché a raggiungere e mantenere il peso forma.

Perché ciascuno di noi dovrebbe conoscere i sintomi del metabolismo lento e quelli del metabolismo veloce?

Sta bene in salute il soggetto che mangia in modo corretto e conduce una vita sana, l’alimentazione come l’attività fisica e l’alternanza sonno veglia non sono, però, fattori sempre oggettivabili, spesso dipendono dalle caratteristiche peculiari dell’individuo e vanno ponderati a seconda delle specifiche esigenze fisiche di ciascun soggetto.

Per esempio, un’alimentazione sana deve tenere conto del metabolismo soggettivo e prima di ogni dieta l’individuo dovrebbe considerare le proprie funzionalità metaboliche chiarendo se manifesta i sintomi del metabolismo lento o quelli del metabolismo veloce.

I sintomi del metabolismo lento da conoscere

Sintomi del metabolismo lento sono:

  • Affaticamento;
  • Problemi gastrointestinali frequenti e intestino pigro;
  • Tendenza alla pressione bassa;
  • Iposudorazione;
  • Spiccata sensibilità al freddo;
  • Pelle e capelli secchi.

I sintomi del metabolismo lento da conoscere

Ecco cosa deve e NON deve mangiare chi accusa i sintomi del metabolismo lento

Chi ha un metabolismo lento è un soggetto cosiddetto ipossidatore, si stima che il 65% della popolazione accusi i sintomi del metabolismo lento.

Il metabolismo lento va stimolato ovvero svegliato, per farlo bisogna alimentarsi correttamente. Laddove manchi un’alimentazione mirata alla cura dei sintomi del metabolismo lento sarà difficile perdere peso o comunque raggiungere il peso forma.

Chi accusa i sintomi del metabolismo lento deve evitare le purine, sostanze proteiche dall’elevata resa energetica ma difficili da metabolizzare. Quando chi accusa i sintomi del metabolismo lento immette nel corpo troppe purine, la difficoltà di smaltimento di tali sostanze proteiche potrebbe ingenerare un “ingorgo metabolico” con cali di energia e facile tendenza alla ritenzione idrica.

A fronte dei sintomi del metabolismo lento è consigliabile mangiare:

Cereali, meglio non integrali: Sì a pane, pasta, riso, farro, tapioca, kamut, mais, orzo , avena e polenta.

Latticini, preferendo i formaggi freschi: Sì a ricotta (preferibilmente di mucca), robiola, crescenza, stracchino mozzarella. Il latte va preferito scremato e lo yogurt magro.

Legumi: No a quelli secchi, Sì a quelli freschi come fagioli da sgranare; fave fresche e piselli (anche surgelati). Sì alla soia;

moderare \ evitare: lenticchie.

Carni: da prediligere quelle bianche; 

moderare \ evitare: selvaggina, frattaglie,cavallo o manzo.

Uova.

Frutta: di ogni tipo purché fresca. Sì anche al gelato di frutta e alle granite alla frutta preferibilmente fatte in casa e senza aggiunta di conservanti o zuccheri;

moderare \ evitare la furtta secca.

Verdura: sì a zucchine, pomodori, porri,patate, peperoni, tutte le insalate a foglie, bietola, melanzane, funghi, broccoletti, carciofi, zucca gialla,cicoria, cetrioli, cipolle, cardi e finocchi;

moderare \ evitare: asparagi, barbabietole rosse, cavolfiore, cavoletti di Bruxelles, cavolo, rape, spinaci, verza, sedano e ravanelli.

Pesce: preferendo i pesci magri come cefalo, cernia, dentice, merluzzo, nasello, orat,pesce spada, platessa, rombo, sogliola, , tonno o salmone al naturale, spigola, sarago;

moderare \ evitare: trota, sardine,molluschi, crostacei, anguilla, aringhe, alici.

Tu sai che metabolismo hai? clicca QUI per scoprirlo e fai il TEST DEL METABOLISMO 

Mangiare moderando i condimenti, minimizzado l’uso del sale ed evitando gli eccessi di zucchero, sono, infine, regole di buona alimentazione sempre valide.

Chi accusa i sintomi del metabolismo lento deve tenere conto di un ultimo fattore importante:

i sintomi del metabolismo lento e quelli del metabolismo veloce possono in alcuni soggetti mescolarsi, ciò che conta per determinare la tipologia metabolica è, invece, la predominanza dei sintomi.

 

Leggi anche

Seguici