Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Zoo Safari per Bambini: Alla Scoperta degli Animali “Veri”

Una visita ad uno zoo safari può essere una positiva occasione di crescita,ciò se si ammette che altrimenti il bambino potrebbe non vedere mai certi animali

Federica Federico

di Federica Federico

24 Giugno 2015

Portare i bambini allo zoo safari rappresenta un’esperienza particolare e unica nel suo genere. Ma partiamo da una domanda: “Perché una gita tra gli animali, in cattività ma “liberi”, incarna un’esperienza di crescita che non si dovrebbe negare ai bambini?

“Mamma quanto è grande un elefante?”

Già durante il primo anno di scuola dell’infanzia i bambini indagano la grandezza intesa come elemento di classificazione e distinzione delle cose: enorme, grandissimo, piccolo o piccolissimo diventano caratteristiche appropriate di persone, animali, luoghi o oggetti. Rispetto ad alcune esperienze della vita può essere difficile rendere al bambino delle verità oggettive, e tal volta, senza portarlo a diretto contatto con l’esempio pratico, “grande”, “enorme” o “piccolo” restano concetti astratti.

“Mamma quanto è alta una giraffa?”

“Mamma quanto può essere lungo un serpente?”

“Mamma quanto è grasso un ippopotamo”

Dimensioni, aspetto, impressione visiva e atteggiamenti peculiari di alcuni animali, normalmente visti solo sui libri, non sono “conoscenze trasmissibili” senza una diretta esperienza pratica.

Lo zoo safari concede ai bambini di maturare in sicurezza un’idea concreta di un mondo animale che altrimenti resterebbe lontano e sconosciuto.

zoo safari per bambini

Ci sono genitori che decidono di non frequentare zoo safari, zoo o circhi con animali, è una scelta ideale fondata sul dispregio della “prigionia” degli animali. Prima di addentrarmi in questo scritto, procedendo col racconto della mia esperienza familiare allo zoo safari, intendo fare una precisazione importante:

da donna che ama gli animali, non apprezzo particolarmente la cattività ! Tuttavia riconosco che uno zoo in buone condizioni di manutenzione, fondato sul rispetto della diversità animale e sicuro per i piccoli visitatori, rappresenti, con tutti i suoi limiti, un’esperienza che aiuta il bambino ad appassionarsi alla scienza, ad approfondire il suo rapporto col mondo animale ed infine a crescere in cultura e conoscenza.

Ho portato i miei figli allo zoo safari perché non ho voluto privarli di una risposta certa a tanti interrogativi che meritano un riscontro pratico:

oggi i miei bambini sanno quanto può essere grande una tartaruga, hanno toccato con mano un leone marino e compreso che, malgrado la sua stazza, riesce ad interagire con l’uomo, hanno visto un serpente enorme e persino gli orsi, hanno accolto il muso di una giraffa nell’abitacolo dell’auto, visto scimmie e zebre.

zoo safari per bambini

L’Italia vanta uno zoo safari di eccellenza, invidiabile, sicuro, ben tenuto, affascinante e accogliente: Fasanolandia.

Non appena arrivati a Fasanolandia, rimanendo in auto e seguendo l’itinerario obbligato per il percorso in vettura, la famiglia che decida di visitare lo zoo safari può realizzare un vero e proprio viaggio nella natura anche più maestosa ed insidiosa: 

lo zoo safari di Fasanolandia consente ai visitatori di rimanere in auto e seguire un percorso, sicuro e monitorato, tra animali mai visti. Gli animali sono liberi, quelli potenzialmente pericolosi sono mantenuti in aree riservate limitate da cancelli di sicurezza e sorvegliate da guardiani, quelli amichevoli, invece, si avvicinano alle vetture senza paura e limitatamente interagiscono con i bambini.

Ecco la nostra giraffa preferita che ha letteralmente fatto capolino nella vettura familiare, un’intrusione dal finestrino che ha lasciato i bambini quasi senza parole:

zoo safari per bambini

Mufloni, daini, cervi nobili, ammotraghi e bufali, antilopi di varie specie, sono questi i primi amici a 4 zampe che i bimbi possono apprezzare entrando allo zoo safari di Fasanolandia;

leoni, tigri e orsi sono tra gli animali custoditi nelle suddette aree delimitate da cancelli  di sicurezza e sorvegliati da personale specializzato. In queste aree sensibili è fatto divieto di abbassare i finestrini e l’utenza è sollecitata a suonare il clacson in caso di bisogno, senza mai agire autonomamente.

In vero osservare leoni e tigri da vicino è un’esperienza che non ha prezzo; durante il nostro viaggio nella gabbia dei leoni ne abbiamo sentito ruggire uno, le fauci spalancate e il suono penetrante ci hanno letteralmente incantati. “Simba esiste davvero”, ha detto il mio bambino.

zoo safari per bambini

I figli di questa generazione digitale, avvezzi alla tecnologia e alla conoscenza mediata soffrono della mancanza di molte esperienze fattive, anche un topo può essere un animale sconosciuto. E’ questo un dato che, forse forse, deve indurre noi madri a qualche riflessione in più.

Andando avanti nella visita, seguendo il percorso obbligato, si incontrano macachi e elefanti africani, giraffe, orici, bisonti americani, antilopi alcine, asini, cobi, cervicale, gnu e ancora diverse antilopi, zebre e lama, struzzi, cavalli e buoi, yak cammelli e dromedari, pellicani, fenicotteri, cicogne, anatre, oche e cigni.

In uno zoo safari ogni animale è collocato in un’area completamente confacente alle sue esigenze, similare al suo habitat, curata e pulita.

A Fasanolandia, concluso il percorso in auto, la macchina si parcheggia e si procede a piedi per lo zoo safari. All’interno dello zoo safari, nella nostra esplorazione tra le varie specie animali, l’attenzione dei  miei bambini è caduta sui lemuri, “Re Julien” si è materializzato dinnanzi agli occhi dei piccoli in quella che è la sua verità e la trasposizione fantastica di Kung Fu Panda ha assunto un nuovo senso.

lemure zoo safari

Alcuni rettili, resi innocui da sicure teche, hanno dimostrato ai piccoli che cosa significa veramente “mimetizzarsi”; certi serpenti, spaventosi persino per un adulto, si sono lasciati apprezzare per la loro lunghezza e mio figlio ha compreso che un serpente “constrictor” è tale per stazza, lunghezza e caratteristiche naturali. Le teche dello zoo safari sono corredate da chiare descrizioni che aiutano i bambini a cogliere le caratteristiche degli animali che incontrano.

Una breve mostra sui dinosauri, con animali ricostruiti in scala e taluni persino automatizzati, ha permesso ai piccoli di non dimenticare che il mondo animale è il risultato di processi evolutivi in cui qualche specie si è persino persa; ragionamento e competenza che va a tutto vantaggio dell’acquisizione e del rispetto del concetto di estinzione.

Lo spettacolo delle otarie e dei pinguini dell’area marina dello zoo safari è stato magico.

zoo safari fasanolandia

Per circa 20 minuti i bambini hanno potuto incontrare, vedere, scrutare e apprezzare le otarie. Grazie alle addestratrici hanno scoperto doti e caratteristiche di questi animali e, complice la grande interazione tra il personale e il pubblico, hanno potuto persino avvicinarsi ad un’otaria e toccarla.

Una visita comoda richiede quasi un’intera giornata, ma le aree di ristoro consentono un soggiorno confortevole all’interno dello zoo safari. Qui il link al sito ufficiale per chi fosse interessato a scoprire altri dettagli: www.zoosafari.it

Lasciando ai bambini il diritto a formarsi da adulti un loro convincimento sulla gestione del rapporto con gli animali e sulla cattività di questi ultimi, ritengo (ed è solo un mio modesto parere) che una visita ad uno zoo safari possa essere un’occasione di crescita e un’esperienza positiva.

 

Leggi anche

Seguici