Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Dimagrire in una Settimana, Consigli Pratici

Come riuscire a perdere una taglia in una settimana

Giuseppe Gagliano

di Giuseppe Gagliano

25 Giugno 2015

È possibile dimagrire in una settimana? Sicuramente il peso potrebbe non essere un gran problema mentre dimagrire risulta più ostico perché riguarda la forma, più che il peso.

Per dimagrire in una settimana, bisogna riformulare la domanda chiedendoci se è possibile dimagrire e non solo perdere peso.

 

Dimagrire in una Settimana

La sottile differenza che c’è tra dimagrire e il perdere peso, infatti, sta nel fatto che si può perdere peso pur rimanendo negli stessi pantaloni mentre dimagrire vuol dire diminuire di taglia.

Ma dimagrire in una settimana è poi così difficile? Naturalmente ci vuole un minimo impegno, tanta motivazione e le giuste metodiche.

Ecco i consigli per riuscire a dimagrire in una settimana.

Innanzitutto, per perdere una taglia o due, bisogna eliminare solo il grasso superficiale e questo si può fare con qualche esercizio, neanche tanto impegnativo, un giusto programma alimentare, un buon motivo per farlo ma, soprattutto, “dimenticarsi di vivere in famiglia” per una settimana.

Andiamo con ordine e analizziamo il primo punto del vostro programma per dimagrire in una settimana.

Il grasso superficiale o sottocutaneo è quello strato che si trova distribuito in tutto il corpo in modo uniforme ma che su cosce e glutei, come anche sulla pancia, si accumula un po’ di più a causa del maggior ristagno di acqua. E’ logico dunque che la prima cosa da fare è cercare di ristabilire un certo equilibrio idrico. Per eliminare l’acqua ristagnante è necessario fare in modo che ci sia un giusto ricambio. Quindi, regola numero uno per dimagrire in una settimana è bere tanta acqua quanto più povera di sodio possibile.

Seconda regola per dimagrire in una settimana.

E’ importante mangiare quasi senza sale o aggiungendo ai cibi sale iposodico, comunque in quantità ridotte, insaporendo il cibo con molte erbe aromatiche e spezie.

Per accelerare il ricambio dell’acqua e rendere possibile l’eliminazione del sodio è sufficiente fare una bella sudata al giorno nella quale si perde acqua col sale e si ripristina acqua priva di sale che non trattiene liquidi in eccesso nelle cellule, dando una prima magica sferzata.

Questo sono i primi passi per dimagrire in una settimana che dovrebbero comunque rimanere come buone abitudini salutari di vita. Vediamo ora cosa fare per diminuire il restante grasso superficiale.

“Addolcire il sangue” per dimagrire in una settimana.

Si dice di avere il sangue acido quando ci si arrabbia e, allora, cerchiamo di addolcirlo perché anche questo ci aiuterà a dimagrire.

Le cose da fare sono due:

La prima cosa è di ordine strettamente psicologico: aiutarci ad addolcire il sangue con il buon umore essendo positivi già di prima mattina. Bisogna aver fatto un sonno ristoratore di almeno setto/otto ore e, se dovete alzarvi presto, basta andare a letto un po’ prima, aiutati da una buona tisana rilassante.

Appena svegli fate la cosa che più gradite, come ascoltare una buona musica o mettere subito il naso fuori dalla finestra per annusare l’aria fresca.

La seconda cosa da fare per dimagrire in una settimana è bere un bicchiere di acqua a temperatura ambiente con il succo di un limone a digiuno, al mattino. Questo renderà il sangue meno acido e, quindi, più alcalino in modo che predisponga il corpo a reagire per tutto il giorno attraverso gli innumerevoli benefici di un sangue poco acido, compreso il risveglio del metabolismo degli zuccheri.

dimagrirei in una settimana perdere peso

Gli esercizi da fare  per dimagrire in una settimana non devono essere intensivi ma di tipo aerobico.

Se non avete tempo per fare ginnastica, basta fare velocemente le cose che dovete fare. Le scale, per esempio, fatele velocemente come anche le camminate. Evitate quindi automobili bus e ascensori e riattivate le gambe.

Per dimagrire in una settimana riducete poi l’apporto di carboidrati giornalieri derivanti da pane e pasta a non più di un etto al giorno e integrateli con frutta e verdura (contengono anch’essi carboidrati). Mangiate tre frutti, evitando le banane, e almeno due porzioni di verdura al giorno.

Mangiate tutti i giorni carne o pesce oppure uova e se siete vegani sbizzarritevi con i legumi.

In  questa settimana è meglio evitare i cereali e, infine, vi rivelo un trucco per neutralizzare gli zuccheri che si trovano nei cibi, a volte, anche in forma nascosta. Basta usare della cannella da aggiungere, nella frutta o in qualsiasi tisana. Ne basta mezzo cucchiaino distribuito nella giornata.

Ricordate anche che se volete raggiungere l’obiettivo di dimagrire in una settimana, è necessario essere convinti ed avere, dunque, un buon motivo.

Cercate di capire perché volete dimagrire e pensateci spesso. Se non basta pensarci, fatevi dei promemoria con dei post-it e spargeteli per casa, nei punti che frequentate più spesso, sulla scrivania, al lavoro, nelle pagine dell’agenda riguardanti tutta la settimana e anche sullo specchio del bagno.

Se volete riuscire a dimagrire abituatevi all’idea che molti in famiglia vi guarderanno in modo sospettoso e, a volte, potrebbero prendervi in giro. Non fateci caso e perseguite la vostra idea. Fatevi forza e vedrete che a fine settimana avrete perso una taglia intera. Se avete bisogno di perdere più taglie, cercate di mantenere la taglia acquisita per le successive tre settimane e il mese dopo rifate il tutto per perdere ancora una taglia.

È possibile dimagrire in una settimana di una taglia ma, perseverando, potrà essere possibile perdere una taglia al mese per più mesi.

Programmi continuativi devono essere naturalmente valutati insieme al proprio medico.

Leggi anche

Seguici