Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Disegni da bambini: disegnare per crescere

DottAnnamaria

di Dott.ssa Annamaria Del Vecchio

04 Novembre 2011

Disegni da bambini: disegnare per crescereAnche il vostro frigorifero è tappezzato di disegni colorati? Tra le varie scartoffie  della scrivania del vostro ufficio spuntano inesorabilmente fogliettini colorati …  i disegni dei bambini saltano fuori perfino durante le riunioni più importanti?  Niente
imbarazzo, si sa i disegni dei piccoli  sono un bel regalo per noi genitori e anche il miglior decoro per le cucine, gli uffici e le stanze della casa!

Ed ancora, quante di voi conservano, ben caro o messo in bella mostra, il disegno più bello del piccolo artista di casa, quante lo sfoggiano fiere ad amiche e parenti?

Tra le mille attività di un bambino quella del disegno è sicuramente per lui una delle più importanti. Inoltre attraverso il disegno noi mamme possiamo comprendere i vari momenti di crescita del nostro piccolo artista.

Non dimentichiamoci che nel disegno il bambino rappresenta il mondo così come Disegni da bambini: disegnare per crescereappare ai suoi occhi, come lo avverte e come lo interpreta. Naturalmente ci vuole una lunga pratica ed esperienza per imparare ad interpretare i disegni dei bambini, dai più piccoli agli adolescenti.

Nel momento in cui entra in contatto con la matita è ovvio che la prima cosa che fa un bimbo piccolo è quella di succhiarla, poi la manipolerà a caso e solo successivamente ne imita l’uso che ha visto farene agli adulti … e da qui ecco che  traccia il primo segno: ciò gli dà soddisfazione e lo spinge a ripetere il gesto.

Siccome i bimbi piccoli usano mordere e “mangiare” i colori è d’obbligo un consiglio pratico: adoperate matite atossiche (le Giotto natura danno alle mamme tutte le garanzie del caso).

Disegni da bambini: disegnare per crescereLa prima forma artistica in assoluto è lo “scarabocchio”, opera d’arte magnifica soprattutto se lo troviamo inciso sulle pareti della nostra  nuova casa!

I suoi segni hanno direzioni diverse perché il bambino ancora non ha raggiunto il controllo completo della muscolatura fine, cioè dei movimenti più dettagliati e minuziosi.

Verso i 3 anni il bambino comincia a dare un nome e un significato al suo scarabocchio e comincia ad essere consapevole che può dirigere il suo movimento per produrre i segni che ha in mente di fare. Per i bambini che vivono in un ambiente particolarmente stimolante, questa fase può avere inizio anche verso i 2 anni e mezzo.

Pian piano lo scarabocchio inizia a prendere sembianze umane (più o meno). Il bambino generalmente disegna un cerchio (il viso) nel quale iniziano a comparire i primi dettagli : ecco apparire i primi trattini che indicano gli occhi e il naso e la bocca.

Ma perché i bambini disegnano in maniera sproporzionata? Cioè perché disegnano
la casa grande quanto la persona accanto?

disegni proporzioni nel bambino Le dimensioni degli oggetti rappresentati dai bambini  riflettono non le proporzioni reali, ma l’interesse e l’affetto del bambino nei loro confronti.

È facile che qualcuna di voi abbia  notato che il suo bimbo piccolo  disegni il fratellino maggiore  di dimensioni minori di altre figure rappresentate, questo con molta probabilità dipende dal fatto che lo vede come un rivale.

E i colori, che significato hanno  nei disegni i colori?

disegni bambini imparare a colorareÈ verso i 6 o 7 anni che i bambini iniziano a colorare i propri disegni con i colori reali di ciò che stanno rappresentano, prima non sono in grado di farlo e usano i colori  in un modo un pò bizzarro e simpatico.

Vediamo insieme, in linee generali, il significato dei colori che usano i nostri pittori:

  • Il rosso: è il colore dell’attività, dell’azione, dell’ affettività,dell’emozione e  dell’eccitazione ed esprime energia e voglia di vivere, di esplorare e  di conoscere.
  • Quando il bambino disegna il giallo sta rappresentando il sole, la luce, il fuoco…è il simbolo che qualcosa dentro di lui sta cambiando… sta vivendo e crescendo.
  • Con l’arancione  il vostro bambino sta esprimendo tutta la sua vivacità la serenità e la gioia, e che in lui sta progredendo la capacità di scelta. È il colore del passaggio, dell’evoluzione e della crescita.
  • Il verde  è il colore che usa per rappresentare vaste distese di natura, spazi di libertà, desideri di aria aperta. È il colore della calma, della rilassatezza, dell’apertura, attiene alla concezione della realtà, all’acquisizione della consapevolezza dei grandi spazi e rappresenta la perseveranza e la determinazione.
  • Il blu fantastico colore  usato per il cielo e il mare, ovvero per realizzare sulla carta due rappresentazioni  immense, senza limite; il loro uso dimostra che nel bambino sta crescendo la concezione della profondità e della razionalità.
  • Il violetto unisce le caratteristiche del rosso e del blu. E’ la razionalità che interiorizza l’emotività. Rappresenta l’urgenza di esprimersi, la necessità e la volontà di volerlo fare e di farsi soprattutto capire.  E quindi significa che il bambino sta cercando di comunicarvi qualche bisogno.
  • Segno di paura invece è il colore nero, mentre il grigio rappresenta mancanza di vitalità, comunque con entrambi si rappresenta la tensione.
  • Il marrone simboleggia la gioia ma anche il desiderio di voler fare nuove esperienze.

Allora mamme, se anche la vostra casa sembra una mostra di arte contemporanea sappiate che c’è molta concorrenza in giro…. il mercato attuale è pieno di piccoli pittori che vanno lasciati liberi di esprimersi ( … con le dovute regole di buon senso necessarie per salvare pareti e mobilio oltre che per educare).

Leggi anche

Seguici