Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Rimedi Naturali per Digerire: gli Infusi per la Digestione

Rimedi Naturali per digerire: Ecco gli infusi migliori da provare

Sara Papis

di Sara Papis

14 Luglio 2015

Siete alla ricerca di rimedi naturali per digerire? Esistono erbe e piante da poteri digestivi unici, abbinati a un gusto piacevole ed aromatico. Scoprite come eliminare la brutta sensazione di peso sullo stomaco dopo aver mangiato, grazie ad alcuni metodi fai da te.

Rimedi naturali per digerire: Via libera a tisane e erbe

rimedi naturali per digerire
Soffrite spesso di gonfiore e bruciore di stomaco dopo i pasti? Quella terribile sensazione di pesantezza non se ne va?

Soffrite di dispepsia, ovvero il vostro corpo fa fatica ad assimilare il cibo e non consente una naturale digestione. Per evitare di star male, potete scegliere alcuni rimedi naturali per digerire, come le tisane a base di finocchio, carbone o alloro.

Tutte le persone che vengono colpite da crampi addominali, possono provare a ridurre il fastidio assumendo una tisana a base di menta piperita. Questo prodotto naturale non è in grado di stimolare la naturale digestione, ma riesce a calmare i crampi e blocca la fermentazione intestinale.

Per l’acidità di stomaco meglio gli infusi a base di liquirizia o maggiorana, grazie a questi elementi potrete dire addio al fastidioso reflusso gastrico.

Vi capita spesso di avere solo di bruciori allo stomaco? Provate a preparare un estratto di erbe di ginepro in macerato glicerico, gli esperti consigliano l’assunzione di 50 gocce di estratto, da bere con poca acqua prima di pranzo e cena per 14 giorni. Potrete dire addio per sempre ai bruciori difficili da sopportare.

 

Rimedi naturali per digerire: Infusi di frutta

rimedi naturali per digerire
Trovare rimedi naturali per digerire è facile ma come si fa a scegliere quello che si adatta maggiormente al proprio corpo?

Solitamente la scelta va effettuata secondo il sintomo da eliminare e il gusto dell’infuso. Chi non apprezza il gusto deciso della liquirizia, può provare quello della menta piperita o del finocchio, da abbinare con un po’ di alloro che non guasta mai.
In erboristeria esistono dei mix di erbe caratterizzati da un gusto gradevole e apprezzato da tutti, a volte questi prodotti sono più cari e allo stesso tempo pronti a garantire l’obiettivo benefico ricercato.

Vi capita spesso di aver problemi di digestione? Dopo ogni pasto provate a consumare un infuso a base di frutta, spesso questi rimedi naturali per digerire, sono i migliori ed eliminano l’appesantimento.

Un antico rimedio della nonna prevede il consumo di bucce di mela o arancia. Basta lavare bene la frutta, suddividerla in fette e aggiungere tre cucchiaini in una tazza di acqua bollente.
Lasciate in infusione la frutta per almeno dieci minuti e bevete questo infuso dopo i pasti. Oltre a essere gradevole al palato, questo rimedio naturale ha delle proprietà digestive elevate.

Rimedi naturali per digerire non solo sotto forma di infuso o tisana

Sono molte le erbe e gli ortaggi che favoriscono una naturale digestione, per esempio l’alloro può essere integrato anche nella preparazione dei sughi o di alimenti, ha un gusto gradevole e proprietà benefiche. Il finocchio invece riduce il gonfiore addominale e svolge azione antispastica sulla muscolatura del colon.

Non avete mai provato la liquirizia? La radice ha delle proprietà lenitive antinfiammatorie e digestive, può essere consumata pura oppure come preparato per tisane. Ottimo alleato anche il carciofo, caratterizzato da un potente potere digestivo, per la preparazione di una tisana, basta lasciare in infusione per dieci minuti 5gr di foglie essiccate in 250 ml d’acqua bollente. Trascorso il periodo d’infusione, ricordate di filtrare la tisana e di bere l’infuso dopo i pasti.

Infine, provate a fare yoga, esiste la posizione Matsya o comunemente conosciuta come “posizione del pesce”, che facilita la digestione “massaggiando” gli organi addominali. Bisogna mettersi in posizione supina, con le gambe unite ed estese, mentre espirate, sollevate leggermente il bacino, piegando le braccia e poggiando i gomiti a terra.
Spingete il torace verso l’alto e reclinate la testa indietro, inarcate la schiena il più possibile sino ad appoggiare la parte superiore della testa a terra. Infine, rilassate le spalle, allungate le braccia lungo il busto e rimanete in posizione rilassata per un paio di minuti.

Leggi anche

Seguici