Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Bilanci di salute: controlli dal pediatra

Licia

di Mamma Licia

18 Giugno 2010


I bilanci di salute (BDS) sono dei controlli periodici effettuati dal pediatra di base per controllare la crescita psico-fisica del bambino e il suo stato generale di salute.

Vengono comunemente chiamati anche “visite di controllo”  o “visite filtro” e sono programmati secondo un calendario, predisposto dalle autorità sanitarie regionali, che permetta al pediatra di seguire passo passo, con la collaborazione dei genitori, lo sviluppo psicomotorio, la crescita e lo stato di salute del bambino.

Si effettuano più frequentemente nei neonati, diradando la frequenza man mano che il bambino cresce. La periodicità può variare in base alla situazione del bambino e di solito è lo stesso pediatra a comunicare la cadenza da seguire.

Durante le visite di controllo il pediatra:

–         esegue una visita generale;

–         misura l’altezza, il peso e la circonferenza cranica del neonato;

–         valuta il suo sviluppo psico-motorio;

–         controlla la vista e l’udito;

–         si informa con i genitori sul comportamento della vita del bambino in famiglia e con i suoi coetanei;

–         discute con loro di allattamento e dei problemi legati all’alimentazione;

–         raccomanda di seguire il calendario vaccinale e parla dei vaccini stessi;

–         fornisce informazioni di educazione sanitaria e di sicurezza in casa;

–         esegue alcuni screening per determinate malattie che, se individuate in tempo, posso essere curate con successo

Con alcune differenze tra Regione e Regione, le date, gli intervalli di tempo ed i contenuti di ogni visita di controllo sono i seguenti:

Prima visita:  Si effettua tra le dimissione dall’ospedale e il 30-35° giorno di vita (possibilmente a 15 giorni). Durante questo bilancio di salute., il pediatra controlla l’altezza, il peso, le proporzioni del corpo, la circonferenza cranica e le dimensioni della fontanella anteriore (controllo auxologico); valuta anche la cute, il cavo orale, il cuore, i polmoni, l’addome ed i genitali. Dà inoltre dei consigli ai neo-genitori in merito all’allattamento, alla posizione in culla durante il sonno per scongiurare la SIDS, e alla sicurezza in auto. Esegue la Manovra di Ortolani-Barlow (diagnosi per la lussazione congenita dell’anca) ed eventualmente consiglia di eseguire un’ecografia delle anche;

Seconda visita : Ha luogo dal 60° al 90° giorno di vita del neonato. Il pediatra effettua il controllo auxologico, valuta lo sviluppo psicomotorio e sensoriale ed esegue un test della vista. Viene anche valutata l’eventuale necessità di integrare l’allattamento al seno con quello artificiale e vengono presentati i vaccini obbligatori e raccomandati;

Terza visita:  Si compie dal 120° al 180° giorno (a 4-5 mesi). Vengono ripetuti i controlli di routine degli altri bilanci di salute, ma si osservano i progressi legati alla risposta agli stimoli vocali. Si osserva anche la relazione con la madre. Durante questa visita il pediatra fornisce anche i primi consigli sullo svezzamento e su come prevenire gli incidenti domestici;

Quarta visita:  Si esegue  entro il 9° mese di vita. Il pediatra misura peso, lunghezza e circonferenza cranica; verifica se è iniziata la lallazione, effettua un test per la vista, il Boel Test e introduce nuovi alimenti nel menù del bambino;

Quinta visita: Si effettua entro il compimento del primo anno (tra il 10° ed il 12° mese) e si basa sempre su un controllo auxologico con l’aggiunta di una più accurata valutazione sensoriale per verificare quanto il bambino capisce e quanto parla. Il pediatra cerca anche di osservare come il bambino si relaziona con l’ambiente e valuta lo sviluppo psico-motorio. Dà consigli sulla corretta alimentazione del bambino, discute dei danni del fumo passivo, suggerisce ai genitori il tipo di calzature più adatte per i primi passi e dà informazioni sulla fluoroprofilassi e l’igiene orale;

Sesta visita: E’ prevista tra i 15 ed i 18 mesi compiuti.  Si effettua il controllo auxologico e lo Stereotest di Lang; il pediatra dà anche informazioni sulla “prevenzione degli incidenti” e le vaccinazioni da effettuare in questo periodo;

Settima visita: Avviene tra  i 24 ed i 36 mesi compiuti. Oltre alla visita auxologica di routine, il pediatra valuta la deambulazione, lo sviluppo psicomotorio e dà una serie di consigli ai genitori circa l’alimentazione, l’uso del vasino, l’igiene orale, i veleni e le sostanze tossiche, l’uso della televisione, la prevenzione degli incidenti. E’ questo il momento di effettuare una visita oculistica ed una visita ortopedica. Viene anche consigliata la prima visita odontoiatrica (dopo di essa i controlli dovrebbero essere semestrali);

Ottava visita: L’appuntamento è fissato dai 5 ai 6 anni compiuti. Il pediatra controllerà il peso e l’altezza del bambino, valuterà la deambulazione e la rachide. Anche a questa età sarebbe opportuno effettuare una visita oculistica ed ortopedica. Viene consigliata anche una visita odontoiatrica.

Nona visita: Sarà effettuata tra il compimento dei 12 e il compimento dei 14 anni. E’ l’ultimo bilancio di salute effettuato dal pediatra e serve come momento di raccordo con l’attività assistenziale che da questo momento in poi sarà prestata dal medico di Medicina Generale, per garantire a quest’ultimo una corretta informazione sanitaria degli assistiti presi in carico. A tal fine, il pediatra è tenuto a consegnare una copia di quest’ultimo bilancio di salute ai genitori del bambino, affinché questi possano fornirla al medico di Medicina Generale prescelto.

Questo articolo ha natura divulgativa e non sostituisce il parere del medico, che va sempre richiesto ove necessario

Leggi anche

Seguici