Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Educare i figli: bambini esibizionisti, è colpa dei genitori o della società

Maria Corbisiero

di Maria Corbisiero

19 Maggio 2011

Il canale gratuito del digitale terrestre REAL TIME ha iniziato il 19 febbraio 2011 la messa in onda di un programma americano intitolato LITTLE MISS AMERICA (Toddlers and Tiaras).

Questo programma riprende il famoso concorso nazionale texano basato sui canoni estetici americani e sulla dilagante tendenza mondiale all’ apparire … apparire a tutti i costi, comparire in tv, segnare una traccia di sè nei media, mettersi in mostra e farsi vedere. Questo esibizionismo, oggi diffuso e “nervoso”, sembra una filosofia di vita, un modo di interpretare l’essere parte del mondo moderno.

Iniziato negli anni venti, il concorso LITTLE MISS AMERICA prevedeva la partecipazione di sole ragazze che fu poi estesa anche alle “baby” modelle negli anni sessanta. Eh, si! Avete letto proprio bene! Le protagoniste del concorso, e quindi del programma, sono tutte bambine al di sotto dei 10 anni. Perché oggi la smania di farsi notare pare comparire precocemente, a discapito dell’età, della spontaneità e della conquista di più importanti consapevolezze.

Il programma consiste nel documentare tre famiglie a puntata impegnate a sottoporre le proprie figlie a dure ore di “lavoro” durante i backstage. Prove, allenamenti, abbronzanti artificiali, denti finti, depilazione, trucco pesante (tanto da farle sembrare quarantenni) e acconciature che richiedono interminabili sedute dal parrucchiere.

 

Sarà la voglia di farle “emergere”? Il primo premio – che si aggira intorno alle centinaia di migliaia di dollari – fa forse gola? Si,perché, il danaro è tristemente divenuto un “valore” da perseguire!

Sarà la popolarità?

 

Fatto sta che questi genitori istruiscono le bimbe a comportarsi come adulte modelle; le piccole devono, per ragioni di esigenze sceniche, ammiccare, ancheggiare. A me pare che questi “travestimenti” neghino l’innocenza dell’infanzia che nessuno potrà più restituire alle bimbe\modelle.

Sono venuta a conoscenza di questo programma tramite Striscia la notizia e la loro rubrica “I Nuovi Mostri”. Antonio Ricci ha voluto dare l’ennesima risposta a chi accusava il tg satirico di maltrattamento mediatico della donna nella televisione italiana (riferendo alle veline discorsi più estesi, laddove poi le veline non sono che la moderna versione delle vallette e fanno da cornice ad un programma che ha un ruolo indiscusso nella buona informazione).

 

La mercificazione del corpo delle donne è un tema  molto attuale.

Nel caso di LITTLE MISS AMERICA il problema è educativo? E la diffusione di questo programma, come stile comportamentale, come modus vivendi e forma mentis è dannosa? Si mercifica, in questo caso, anche un corpo bambino?

A queste domande ciascuno risponderà secondo la propria coscienza e considerando i valori che intende trasmettere ai figli. Ciò su cui io rifletto è questo: << È talmente tanto difficile capire che un bambino ha il diritto di “fare il bambino” e che questo diritto comporta: giocare, divertirsi ed essere spensierato?>>

Leggi anche

Seguici