Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Per dimagrire in poco tempo quale ginnastica scegliere? Pilates per stare in forma

di Amiche di Vita da Mamma

10 Giugno 2011

Maggio è stato come ogni anno il mese della “ricerca del fitness perduto”.
Molti di noi infatti si risvegliano come da un letargo e pensano di dover cercare il giusto corso di ginnastica, sperando in un miracolo.
Sarà per questo motivo che in maggio fioriscono mille festival che propongono dalla tecnica più hard alla nuova fusione di vecchie, a mode impossibili.

Il mio pensiero invece è che ognuno di noi dovrebbe fare ciò che sente , al proprio passo e , magari, costantemente.
Lasciamo le cose impossibili e legate a mode nevrotiche a chi si annoia facilmente.
Lo star bene è altro.

Anche il solo fare 30 minuti di camminata veloce al giorno sono già fitness.
Per questo mi sento oggi di darvi indicazioni.
Come istruttrice di Pilates da più di dieci anni, ho oramai una panoramica totale di ciò che si pratica in giro , e non solo in Italia.
Il consiglio che mi sento di darvi è di sceglliere bene il corso e la struttura : spesso invece si sceglie in base al costo e alla vicinanza.
Cerchiamo di documentarci prima di andare a chiedere informazioni in loco… se siete qui allora avete tutta la rete dove attingere notizie.
Non ultimo chiedere sempre certificazioni di chi vi farà da insegnante e poi cercate riscontri sul web.

La grossa piaga del fitness sono i corsi che si fanno in un weekend.

Conosco trainer che ne fanno mille con il risultato che sanno nulla di tutto.
Non vi fate abbindolare da curriculum lunghi come la Bibbia… la parola d’ordine è specializzarsi.
In questi anni ho preparato molti colleghi al corso da insegnanti e poi ho seguito il loro tirocinio.
Non è facile trovare un bravo insegnante anche quando un corso dura più di un anno e prevede 300 ore di tirocinio,  figuratevi un po’…

Premesso ciò vi voglio illustrare e creare un po’ di curiosità.
Questo è anche il periodo in cui ci si concentra sui glutei e il seno… piuttosto che i cuscinetti di grasso e le braccia penzolanti.

Alzi la mano chi non ha letto almeno uno degli articoli che hanno infestato il web e i social network riguardo a Pippa Middleton e il suo lato B che è frutto di sudore speso in lezioni di Pilates…..

Bella trovata, non nascondo di essere sicura di una precisa intenzione di far un po’ di pubblicità alla sua insegnante..
Però, sapete che vi dico ?  Col Pilates è facile.
Il lavoro quando è accurato con un trainer preparato che vi segue da vicino , funziona perfettamente.
Non è un lavoro aerobico e ne che faccia dimagrire.
Di sicuro però restituisce il giusto ruolo ai muscoli tonificandoli armoniosamente e quindi conferendo una bella forma al corpo.
Dona controllo alla mente e precisione nei movimenti, ed è questa la carta vincente.


La tecnica di Joe Pilates ha oramai quasi 100 anni ma non smette di essere sottoposta a revisioni fisiologiche e fisioterapiche,  piuttosto che di varianti con nuovi attrezzini.
A questo scopo di recente è stato adottato un attrezzo che la NASA ha sviluppato per risolvere il problema dell’osteoporosi fulminante  che coglie gli astronauti.
Sto parlando del Rebounder , anche conosciuto come trampolino/tabbeto elastico.
Questo attrezzo oltre ad assicurare una serie di protocolli specifici per problemi di circolazione, piuttosto che incontinenza e molto altro, è stato l’ispiratore per una tecnica a latere definita Cardiolates, che coniuga i principi e le posizioni del pilates a lavoro cardio da eseguire “zompettando” sul rebounder.
Viene così messo in moto tutto il corpo.
Infatti per rimanere in equilibrio la fonte maggiore di stabilità, come del resto nel Pilates, è la forza addominale o Core , come dicono gli anglosassoni.
Tenere la forza dal centro  ci permette di lavorare in leggerezza con il resto del corpo e quindi poter utilizzare in modo sicuro e più efficiente articolazioni e catene muscolari.
Per le maniache del dimagrimento, poi, è un toccasana : è del 68% più efficiente della corsa e e di conseguenza avrete un dispendio energetico del 40-50% maggiore.
La tecnica è stata sviluppata da 2 esimie colleghe newyorkesi , le gemelle Corp studio Pilates on Fifth … giovani e talentuose.
In Italia è stata portata invece dalla mia collega Barbara Morini , sul suo sito troverete anche tutti i centri dove poter praticare il cardiolates in Italia cardiolates.

Questo pezzo porta la firma di Claudia Rossoni, a lei, per questa preziosa collaborazione, vanno i più sentiti ringraziamenti dell’intera redazione di Vita da Mamma

Nota:

Chi è Claudia Rossoni ?
Diplomata in balletto classico.
Specializzata presso  Master Class di danza classica, modern jazz, Limòn, afro, con svariati insegnanti  tra i quali : Helen Diolot, Vittorio Biagi, Anatoji Nisnevic, Vladimir Luppov, Clyde Barrett, Kirk Offerle.
La sua carriera comincia a metà degli anni 80 con esperienze teatrali per poi continuare con show televisivi.
Dal ’91 al ’94 lavora presso il Teatro dell’Opera di Roma in qualità di mimo.
Contestualmente approda alla carriera di insegnante di danza classica , aggiungendo più tardi nel ’98 anche l’insegnamento del modern jazz.
Approda a fine anni ’90 al Pilates considerandolo un normale iter per il corpo e per la mente.
Si diploma nel 2002 presso la Covatech Pilates school di Milano.
Dal 2005 anche certified teacher di Gyrokinesis.
Ha diretto per 10 anni il Movimentae Studio Pilates Covatec a Roma.
Al momento è titolare dello Studio Pilates Roma

www.studiopilatesroma.it
http://pilatesconcucina.blogspot.com/

 

Leggi anche

Seguici