Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Il garante per l’infanzia e l’adolescenza

di Mamma Annamaria

04 Luglio 2011

Nasce il Garante per l’infanzia e l’adolescenza.

Il Senato ha recentemente approvato all’unanimità il disegno di legge che prevede l’istituzione di una nuova figura di garanzia: il Garante nazionale per l’infanzia e l’adolescenza. Il provvedimento aveva già positivamente passato il vaglio dalla Camera, al Senato non ha subito modifiche. Ed adesso il  Garante per l’infanzia e l’adolescenza è legge.

Con grande soddisfazione di tutti, soprattutto del Ministro per le Pari Opportunità, Mara Carfagna,  nasce il Garante per l’infanzia e l’adolescenza a tutela di una fascia di popolazione ancora e per sempre da difendere.

Nel corso di una conferenza stampa a palazzo Chigi, il Ministro Carfagna si è espressa così: “l’Italia si mette al passo dei Paesi più evoluti del mondo in materia di diritti per l’infanzia. L’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza rappresenta uno strumento in più a tutela dei più piccoli, avrà il compito di monitorare e garantire il rispetto delle norme all’interno delle strutture pubbliche e private dove sono presenti minori, compresi, ovviamente, gli asili.
Attraverso l’istituzione di questa figura di garanzia materialmente si mette in pratica lo spirito costituzionale; ecco uno dei principi ispiratori enunciati  nella nostra carta fondamentale: l’art. 31 Costituzione cita testualmente “La Repubblica agevola con misure economiche e altre provvidenze la formazione della famiglia e l’adempimento dei compiti relativi, con particolare riguardo alle famiglie numerose. Protegge la maternità, l’infanzia e la gioventù, favorendo gli istituti necessari a tale scopo”.

Inoltre  il Ministro annuncia che  il Garante non sarà terreno di scontro politico  perché “la tutela dei minori non é né di destra né di sinistra”.

Quale sarà il compito del Garante per l’infanzia e l’adolescenza?
Quello di attuare la Convenzione di New York riguardante i diritti del fanciullo del 1989, si adopererà in attività di sensibilizzazione, diffusione e promozione della tutela del’infanzia ed inoltre  potrà esprimere parere sui
disegni di legge riguardanti i minori e stringere alleanze e collaborazioni con la Commissione parlamentare per l’infanzia e l’adolescenza.

Il Garante potrà effettuare sopralluoghi e controlli nei luoghi educativi come scuole e strutture ospitanti i nostri piccoli citadini; verrà nominato dai presidenti di Camera e Senato, il suo  mandato durerà 4 anni, e il 30 aprile di ogni anno, il Garante dovrà presentare al Parlamento una relazione sull’attività svolta nell’anno precedente.

Affinché i servizi del Garante per l’infanzia e l’adolescenza siano accessibili a tutti, è stato anche attivato un numero telefonico gratuito d’ emergenza il 114, utilizzabile per segnalare violazioni dei diritti dei minori.

Leggi anche

Seguici