Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Primi Giorni di Allattamento al Seno: Mamma Nessuna Paura

L'allattamento al seno e il latte materno hanno una grande importanza per la salute del bambino. Mamma, è così che tuo figlio sarà protetto e coccolato.

Federica Federico

di Federica Federico

20 Marzo 2017

L’allattamento al seno è il modo più naturale per alimentare il neonato. Nell’approccio all’allattamento la mamma deve spogliarsi di ogni paura, pregiudizio o condizionamento: allattare è un atto fisiologico e spontaneo. I primi giorni di allattamento possono essere difficili e stancanti sopratutto se la mamma è alla sua rima esperienza e , quindi, necessita di prendere confidenza col proprio corpo.

 

Care neomamme, sappiate, però, che allattare riesce ad essere anche molto gratificante, può amplificare e rafforzare il legame e l’intimità col bebè.

L’unico segreto è la serenità sin dai primi giorni di allattamento.

Quindi, mamme non scoraggiatevi! Durante le prime fasi dell’allattamento è più che normale incontrate qualche difficoltà, se ne possono avere nel fare attaccare il neonato al seno, nel sopportare i ritmi delle poppate, nel gestire i tempi della produzione di latte o le ragadi.

primi giorni di allattamento al seno mamma

Molti intoppi sono dovuti solo all’inesperienza e si superano con un po’ di naturale pratica.

Uno dei dubbi più ricorrenti nei primi giorni di allattamento al seno riguarda la crescita del bambino:

molte sono le mamme che nutrono l’errata sensazione che il bebè non sia capace si succhiare o che si stacchi troppo preso o troppo tardi, in tante arrivano all’erronea deduzione che il figlio non si nutra abbastanza.

 

Attenzione: tutto ciò non deve preoccuparvi, spesso quel che credete di giudicare bene non corrisponde a verità. Non esiste un tempo prestabilito entro cui il bambino debba smettere di ciucciare, una poppata può durare molto o poco a seconda dei bisogni soggettivi del bebè; non esiste un orario delle poppate, quando il bambino ha fame chiede alla mamma di essere nutrito; non esiste una posizione sola per allattare ma molte, mamma e bambino devono trovare la loro comodità rispettando i reciproci bisogni.

Il primo consiglio da dare alla neomamma è quello di ascoltare se stessa e il proprio corpo. Se in molti cercano di consigliarti come e quando allattare e se questo ti condiziona, prova a stare da sola col tuo bambino. L’allattamento è una pratica naturale e istintuale.

Evitando ansia e agitazione, sarai maggiormente rilassata e tranquilla,  nei primi giorni di allattamento questo conta molto.

Grazie alla tua serenità, sarà più facile per il bambino posizionarsi per la poppata, succhiare e nutrirsi. Inoltre offrirai al neonato un contatto più intimo e migliore.

primi giorni di allattamenti

Per l’allattamento al seno è essenziale assumere una posizione confortevole: ciò che dovete tenere a mente è solo che il corpo del neonato deve avere un’inclinazione di circa 45°.

L’inclinazione a 45° è consigliata per facilitare il passaggio del latte dalla bocca allo stomaco del piccolo e per evitare un eventuale ristagno tra la faringe e l’orecchio (cosa che potrebbe facilitare o addirittura causare otiti).

Durante i primi giorni di allattamento mamma e bambino devono trovare il loro ritmo naturale.

La mamma deve sapere e considerare che il neonato sin dalla nascita gode di un riflesso istintivo a cercare il seno. E’ possibile sollecitarlo facilitando questa ricerca, ecco come fare:

  • potete premere delicatamente la mammella per fare uscire qualche goccia di latte e appoggiare il capezzolo sulle sue labbra del bebè per invogliarlo ad aprire la bocca;
  • potete stimolare il piccolo sulla guancia accarezzandola con delicatezza per indurlo ad aprire le labbra verso il seno.

 

Il bambino è attaccato correttamente al seno, quando tiene in bocca l’intero capezzolo e buona parte dell’areola ( zona circolare scura attorno al capezzolo). La mamma può constatare l’efficace suzione del bambino osservando il movimento delle tempie e delle orecchie del neonato.

primi giorni di allattamento al seno mamma

Quando il bebè succhia tempie e orecchie, infatti, si muovono mentre tira il latte dal seno e lo deglutisce, è questo un evidente dato che confuta la buona suzione e dimostra alla mamma che il bebè sta mangiando.

Il primo latte prodotto dal seno è il colostro, il bambino se ne nutre nei primi giorni di allattamento.

Si tratta di un liquido denso di colore giallastro  e di grande valore per la nutrizione, l’equilibrio intestinale, le funzioni fisiologiche e le difese immunitarie del neonato. Dal punto di vista delle difese immunitarie, il colostro è particolarmente efficace perché contiene molte proteine e anticorpi che servono per proteggere il bebè dalle infezioni.

Il colostro preclude la produzione di latte, ovvero la montata lattea che si verifica di solito tra il secondo e il terzo giorno di allattamento.

Per favorire la montata lattea, la mamma deve attaccare il bimbo al seno ogni volta che lo richieda, deve seguire una dieta equilibrata, bere molti liquidi e riposare il più possibile.

 

 

Durante i primi giorni di allattamento, e durante tutte le fasi più intense della Vita da Mamma, per garantire al vostro organismo tutti i nutrienti necessari, non è sbagliato aumentare di poco l’apporto calorico giornaliero, scegliere cibi ricchi di proteine, carboidrati e calcio, preferendo gli alimenti con pochi grassi.

 

 

Leggi anche

Seguici