Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Il robot che aiuta i bambini a camminare, ReWalk

Licia

di Mamma Licia

15 Luglio 2011

Il robot che aiuta a camminare

Si chiama ReWalk, è un robot di ultima generazione, ideato e progettato da un ingegnere israeliano costretto, a causa di un incidente, all’immobilità. È un esoscheletro che permette, a chi ha perso l’uso delle gambe, di camminare.

A Santa Marinella (Roma), presso l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, questa nuovissima attrezzatura robotica è stata messa – per la prima volta al mondo – al servizio dei bambini, di quei bambini che hanno subìto, a causa di un incidente o di una malattia, una lesione agli arti inferiori di natura neurologica e che, proprio grazie a questo apparecchio, potranno ritornare a camminare.

L’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Santa Marinella è da anni un importante punto di riferimento a livello internazionale per la cura e la ricerca a favore dei bambini e dei ragazzi. Al suo interno è stato inaugurato ieri un nuovissimo Laboratorio di robotica e analisi del movimento, un posto all’avanguardia nell’ambito della neuroriabilitazione,  dove un gruppo di ricerca multidisciplinare studierà e metterà in opera strumenti, presidi e nuovi brevetti applicati alla neuroriabilitazione pediatrica.

Ma come funziona questo robot?

ReWalk è un leggero apparecchio cibernetico esterno, cioè una specie di scheletro che sostiene il corpo dall’esterno e non dall’interno come fa lo scheletro umano. È caratterizzato da motori alle giunture, ha batterie ricaricabili, una serie di sensori ed un sistema di controllo computerizzato. Oltre all’esoscheletro, i piccoli pazienti indossano anche uno zainetto, dal quale – tramite un dispositivo wireless – viene selezionata l’attività che si vuol svolgere.

Leggi anche

Seguici