Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Valigia bambini: preparare i bagagli per andare in vacanza

Federica Federico

di Federica Federico

19 Luglio 2011

 

 

 

Vacanza, cosa mettere nella valigia per i bambini?

Alla vigilia di una vacanza la mamma deve affrontare la “Missione Bagagli”, ovvero preparare le valigie.

L’obiettivo è sempre uno: chiudere una “valigia funzionale”. E per farlo è necessario selezionare ciò che occorre a tutti i componenti della famiglia, individuando quello che effettivamente servirà durante la vacanza e non eccedendo nella quantità delle cose da trasportare.

Tutte le mamme in procinto di partire con la famiglia si domandano cosa mettere nella valigia del bambino, quali vestiti scegliere e come individuare ciò che risponderà alle necessità del piccolo. Il bagaglio destinato ai “cuccioli” di casa è certamente il più delicato da apparecchiare; diversamente dagli adulti, i piccini hanno più specifiche esigenze, sono più portati a sporcarsi e quindi a cambiarsi d’abito e devono stare comodi per affrontare serenamente il viaggio.

Come individuare gli elementi giusti del baby bagaglio?

I principi da seguire sono tre:

–      Razionalità: il bagaglio del bambino deve essere pensato per rispondere alle esigenze della vacanza, inutile è aprire l’armadio e caricare in valigia ogni cosa che vi è contenuta, meglio munirsi di carta e penna e costruire un “elenco delle necessità” volto a valutare quali vestiti siano più utili e quali meno.

–       Comodità: il bambino deve stare comodo per potersi sentire veramente libero e felice. Questa regola, sempre valida, è massimamente importante durante la vacanza estiva quando il piccino deve “assaporare” nuove atmosfere, sperimentare e attraversare nuove esperienze. La comodità diviene una regola d’oro soprattutto durante gli spostamenti.

–      Allegria: nella valigia devono trovare spazio i vestiti preferiti dai bambini ed i loro giochi del cuore.  Tenendo conto dell’età del bambino è opportuno coinvolgerlo nella preparazione della valigia; già intorno ai 24 mesi è auspicabile che il piccolo partecipi parzialmente, a quell’età può positivamente essere coinvolto nella specifica fase della scelta dei giochini. È bene che i bambini chiudano la valigia insieme alla mamma perché questo semplice gesto che prelude alla vacanza li aiuterà a prendere coscienza dell’imminente partenza. Attraverso la partecipazione all’organizzazione del viaggio i bambini comprenderanno che per un periodo la loro casa sarà altrove … in un posto dove potranno fare molte e belle cose, pur tornando, poi, alla loro vita ordinaria ed alle loro abitudini a fine vacanza.


Prima di stilare l’elenco preciso di cosa occorra al bambino durante la sua vacanza al mare o in montagna è indispensabile una premessa: il baby turista deve godere della disponibilità di più cambi giornalieri. È consigliabile considerare che il piccolo avrà bisogno mediamente di 3 cambi al giorno (mattina – pomeriggio – sera), infatti, oltre al cambio post mare o post escursione, facilmente il bimbo si sporca durante il pranzo, potrebbe sudare nel corso della siesta pomeridiana o “impolverarsi” durante la partita di pallone serale. La quantità meramente numerica dei capi dipende dalla lunghezza del viaggio e dalla disponibilità o meno di una lavatrice e\o lavanderia per fare il bucato (quando la sosta è lunga e quasi indispensabile lavare il bucato ed è auspicabile avvalersi dell’ausilio di una lavatrice o di una lavanderia … allora tutto diviene più semplice!)

Cosa serve al bambino durante una vacanza al mare?

–      Pantaloncini corti (per una vacanza di 15 giorni con possibilità di lavare gli indumenti saranno sufficienti 4\6 pantaloncini)

–      Pantaloni lunghi (per una vacanza di 15 giorni con possibilità di lavare gli indumenti basta un solo pantalone lungo)

–      Pantaloncini o completi da mare (per una vacanza di 15 giorni con possibilità di lavare gli indumenti saranno sufficienti 4\6 completi da mare)

–      Magliette mezza manica (per una vacanza di 15 giorni con possibilità di lavare gli indumenti occorreranno almeno 7 magliette)

–      Canottiere giro manica (per una vacanza di 15 giorni con possibilità di lavare gli indumenti serviranno non meno di 7 canotte)

–      Vestitini e gonnelline per le femminucce (per una vacanza di 15 giorni con possibilità di lavare gli indumenti saranno sufficienti 4 vestitini e 2 gonnelline)

–      Mutandine (per una vacanza di 15 giorni con possibilità di lavare gli indumenti saranno sufficienti 6\8 mutandine)

–      Calzini (per una vacanza di 15 giorni con possibilità di lavare gli indumenti saranno sufficienti 6\8  paia di calzini)

–      Un completo glamour per le occasioni eleganti … magari una festa sul lido o una serata speciale per tutta la famiglia

–      1 maglioncino di filo

–      1 giubbino, meglio se anti vento – in commercio si trovano dei praticissimi k-way che una volta chiusi hanno ridottissime dimensioni e per questo si prestano ad occupare discretamente un posto fisso nella borsa della mamma, pronti a venire fuori alla prima occasione buona

–       Pigiami  (per una vacanza di 15 giorni con possibilità di lavare gli indumenti saranno sufficienti 4\6 pigiami)

–      Costumi. Tenete conto del fatto che è preferibile cambiare il costume al bambino subito dopo il bagno, anche per evitare che durante i giochi in riva al mare la sabbia “aggredisca” la pelle del piccolo rimanendo letteralmente “incollata” sul costume bagnato. Attenzione il contatto con la sabbia non nuoce al bimbo ma è preferibile cambiarlo onde evitare che la sabbia associata alla umidità del costume favorisca arrossamenti, irritazione e insorgenza di sudamina. Quindi, considerato tutto ciò, è sempre opportuno portare in spiaggia con sé almeno 3 costumi

–      Asciugamani: telo da mare, poncho o accappatoio a seconda delle abitudini (per una vacanza di 15 giorni con possibilità di lavare gli indumenti saranno sufficienti 2 asciugamani)

–      Scarpe: almeno 2 paia chiuse (modello ginnastica), potreste portarne anche un paio solo, ma considerate che i bambini sono imprevedibili: si sporcano, si bagnano e durante le escursioni o gli spostamenti in auto possono avere necessità di un cambio completo (scarpe comprese), ciò è ricorrente soprattutto se i piccoli soffrono di mal d’auto. 1 paio di sandali aperti e 1 paio di scarpe da mare (in commercio sono disponibili delle scarpe completamente in gomma con cui il piccolo può anche immergersi in acqua, in spiaggia risultano comodissime specie se la battigia è ciottolosa ed il piccolo non ama i sassolini)

–      Un cappellino comodo e possibilmente con visiera

–      Occhiali da sole specifici per bambini con lenti protettive

–      Una bandana per la spiaggia. In spiaggia la bandana è più comoda del cappello, infatti, è più pratica da indossare, la sua morbidezza e la leggerezza consentono al bimbo di mantenerla sul capo anche durante il bagno. Senza considerare, poi che la bandana si asciuga in fretta!

–      Cuffia per piscina

–      Creme solari (debitamente scelte considerando le buone norme per l’esposizione dei bambini al sole)

–      Crema dopo sole

–      Burro di cacao

–      Repellenti anti zanzare specifici per i bambini (per chi non amasse gli spray o le creme, in commercio sono facilmente reperibili dei comodi braccialetti anti zanzare, in odore e ipoallergenici, oppure dei semplici apparecchi ad ultrasuoni grandi come un uovo e piuttosto efficaci nel piccolo raggio, quindi vanno indossati per evitare punture)

–      Braccioli e giochi gonfiabili, pinne, maschera o occhialini, secchielli e palette, racchettoni e pallone nonché i più svariati e divertenti giochi da spiaggia e da acqua … non può mancare una pistola d’acqua e qualche gavettone!

 

 

Cosa serve al bambino durante una vacanza in montagna o al lago?

–      Pantaloncini corti (per una vacanza di 15 giorni con possibilità di lavare gli indumenti saranno sufficienti 4\6 pantaloncini)

–      Pantaloni lunghi (per una vacanza di 15 giorni con possibilità di lavare gli indumenti saranno sufficienti 4\6 pantaloni lunghi)

–      Magliette mezza manica (per una vacanza di 15 giorni con possibilità di lavare gli indumenti occorreranno almeno 7 magliette)

–      Magliette a manica lunga o Camicie (per una vacanza di 15 giorni con possibilità di lavare gli indumenti serviranno non meno di 7 magliette a manica lunga o camicie)

–      Vestitini e gonnelline per le femminucce (per una vacanza di 15 giorni con possibilità di lavare gli indumenti saranno sufficienti 4 vestitini e 2 gonnelline)

–      Mutandine (per una vacanza di 15 giorni con possibilità di lavare gli indumenti saranno sufficienti 6\8 mutandine)

–      Calzini (per una vacanza di 15 giorni con possibilità di lavare gli indumenti saranno sufficienti 6\8  paia di calzini)

–      Un completo glamour per le occasioni eleganti … magari una festa in albergo o una serata speciale per tutta la famiglia

–      Maglioncini di filo (per una vacanza di 15 giorni con possibilità di lavare gli indumenti saranno sufficienti 2 maglioncini di filo)

–      1 giubbino più pesante per le escursioni in alta quota – sono comodissimi quelli modello senza maniche, con imbottitura in piuma d’oca leggera che pur non essendo voluminosi, riescono a fronteggiare efficacemente i più pungenti momenti di freddo quando si scalano le alte cime

–      1 giubbino anti vento – in commercio si trovano dei praticissimi k-way che una volta chiusi hanno ridottissime dimensioni e per questo si prestano ad occupare discretamente un posto fisso nella borsa della mamma, pronti a venire fuori alla prima occasione buona

–       Pigiami  (per una vacanza di 15 giorni con possibilità di lavare gli indumenti saranno sufficienti 4\6 pigiami)-      Costumi ed Asciugamani se si va al lago

–      Costumi, Cuffia ed Asciugamani se la struttura alberghiera in montagna dispone di piscina o ci sono le terme

–      Per le Asciugamani: telo, poncho o accappatoio a seconda delle abitudini (per una vacanza di 15 giorni con possibilità di lavare gli indumenti saranno sufficienti 2 asciugamani)

–      Scarpe: almeno 2 paia chiuse (modello ginnastica), potreste portarne anche un paio solo, ma considerate che i bambini sono imprevedibili: si sporcano, si bagnano e durante le escursioni o gli spostamenti in auto possono avere necessità di un cambio completo (scarpe comprese), ciò è ricorrente soprattutto se i piccoli soffrono di mal d’auto. 1 paio di scarponcini per escursione, 1 paio di sandali se c’è il lago, adatti al momento del bagno

–      Un cappellino comodo e possibilmente con visiera

–      Occhiali da sole specifici per bambini con lenti protettive

–      Una bandana per il lago. La bandana è più comoda del cappello, infatti, è più pratica da indossare, la sua morbidezza e la leggerezza consentono al bimbo di mantenerla sul capo anche durante il bagno. Senza considerare, poi che la bandana si asciuga in fretta!

–      Creme solari (debitamente scelte considerando le buone norme per l’esposizione dei bambini al sole)

–      Crema dopo sole

–      Burro di cacao

–      Repellenti anti zanzare specifici per i bambini (per chi non amasse gli spray o le creme, in commercio sono facilmente reperibili dei comodi braccialetti anti zanzare, in odore e ipoallergenici, oppure dei semplici apparecchi ad ultrasuoni grandi come un uovo e piuttosto efficaci nel piccolo raggio, quindi vanno indossati per evitare punture)

 

Non dimenticate di portare con voi alcuni tra i giochi preferiti dal pupo, non può mancare il suo pupazzo inseparabile ovvero l’equivalente della copertina di Linus (sempre che ne abbia uno!)

Io fornisco ai miei bimbi due piccoli zainetti – delle medesime dimensioni – ed affido loro il compito di selezionare i giocattoli che vogliono portare in vacanza! È un modo per coinvolgerli e responsabilizzarli!


 

Durante il viaggio è buona abitudine avere a portata di mano dell’acqua da offrire ai bambini. No alle bibite gassate o alle bevande eccessivamente dolci, si a tisane, camomille e tè deteinati zuccherati solo leggermente. È altrettanto positivo avere con sé degli spezza fame, è preferibile offrire ai bimbi alimenti secchi come grissini, crackers o fette biscottate. Durante i viaggi  vestite i bambini con indumenti comodi e leggeri. Optate sempre per le fibre naturali, come cotone e lino, esse garantiscono una buona traspirazione della pelle, prevengono gli arrossamenti e sono ottime alleate contro la sudamina. Quando vi spostate per un tragitto medio – lungo tenete a disposizione un cambio completo per il bambino, delle salviettine deumidificate, delle asciugamani ed una copertina o lenzuolino (a seconda delle condizioni climatiche che dovrete affrontare). Durante gli spostamenti disponete sempre di fazzolettini, salviettine deumidificate, copri wc e gel anti batterico.

In valigia non dimenticate di inserire i prodotti per l’igiene dei bambini
–      Detergente per bagnetto (l’amido di riso è ottimo per combattere e prevenire le irritazioni da calura)
–      Shampoo
–      Latte da toletta
–      Detergente intimo
–      Spazzola o pettine
–      Spazzolino
–      Dentifricio
–      Ovatta
–      Crema idratante
–      Crema emolliente per le zone intime (soprattutto le bimbe durante l’estate possono incorrere in qualche fastidioso arrossamento è bene portare con sé una crema lenitiva con ossido di zinco)

Per i bimbi più piccoli non dimenticate i pannolini ed i body:

–      Body senza maniche se andate al mare (per una vacanza di 15 giorni con possibilità di lavare gli indumenti saranno sufficienti 4\6)

–      Body mezza manica – sempre necessari ed utili qualunque sia la vostra meta (per una vacanza di 15 giorni con possibilità di lavare gli indumenti saranno sufficienti 4\6)

–      Body senza maniche lunghe se andate in montagna (per una vacanza di 15 giorni con possibilità di lavare gli indumenti saranno sufficienti 4\6)

 

Se viaggiate con bambini molto piccoli accertatevi che la struttura in cui alloggerete vi fornisca la culla con la debita biancheria o una spondina anti caduta per il lettino del bambino.

Se allattate il bimbo con formula non dimenticate l’occorrente per la sua pappa. Ecco cosa vi occorre per allattare fuori casa: Uscire con i bambini piccoli: tutto l’occorrente per allattare fuori casa

 

Leggi anche

Seguici