Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Gli Italiani, al cellulare non c’è crisi

Daniela

di Mamma Daniela

21 Luglio 2011

 

 

 

 

Gli Italiani al cellulare non sentono la crisi

E’ ciò che è emerso da due indagini  recenti .

Infatti gli  italiani sono al primo posto in Europa per l’acquisto e il possesso di prodotti  di telefonia mobile , ma agli ultimi posti nell’uso di internet .

La prima ricerca condotta  da Cbs Outdoor-Europe on the Move e realizzato da  Harris Interactive su un campione di 1.682 individui in Italia e 9.665 in Europa, dice che il 99% degli italiani  possiede almeno un telefonino, contro il 96% della media europea. Il 58% possiede un cellulare con accesso a Internet, contro il 52%.

Il 43% degli intervistati dichiara di “non poterne fare a meno” e il 38% di tenerlo “costantemente aggiornato con nuove applicazioni o personalizzazioni”. Il 56% si collega a Facebook, mentre  il 27% utilizza i servizi di Instant Messaging come Msn, e solo il 5% utilizza Twitter.

La seconda indagine è di  Doxa per eBay.it, dalla quale risulta che gli italiani spendono oltre 2 miliardi di euro per comprare accessori per apparecchi hi-tech , cioè il 20% in più del 2010. I più affezionati  ai propri apparecchi tecnologici  sono  sicuramente i giovani  sotto i 24 anni (79%),  e i giovani tra i 25-34 anni (68%), i quali amano acquistare soprattutto  accessori come  cover del cellulare,  auricolari , obiettivi per la macchina fotografica, hard disk esterni, etc.

Da questi due studi ciò che viene da pensare è che a noi italiani piacciono gli oggetti belli e alla moda, ma non sappiamo sfruttarne appieno tutte le potenzialità, infatti  siamo agli ultimi posti per il possesso e l’uso del pc.

E non solo, la maggior parte degli apparecchi tecnologici non vengono acquistati solo per la funzionalità, gli italiani intervistati  affermano che il design e l’estetica determinano in modo tangibile la scelta del prodotto. E non sono pochi gli italiani decidono di mettere da parte il loro cellulare semplicemente perché non piace più,o perché sul mercato ce ne sta uno più bello.

Leggi anche

Seguici