Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Viaggi all’estero: i documenti per i bambini

di Dott.ssa Federica Federico

22 Giugno 2010

State progettando un viaggio oltre confine e porterete con voi i piccoli? Per condurre i bambini all’estero quale documentazione è necessaria?

Tutti i viaggiatori, sia piccoli che grandi, devono essere muniti di una valida documentazione di riconoscimento.

I bambini sin dalla nascita possono essere titolari di certificato d’identità e di passaporto. Per gli spostamenti in Europa è sufficiente il primo, mentre il secondo serve ad uscire dai confini europei.

– La certificazione d’identità si richiede all’Ufficio Anagrafe del Comune: il genitore presenterà un proprio documento d’identità validamente in corso, una fotografia del bambino e compilerà una autocertificazione.
Tale documento può autorizzare anche gli spostamenti extraeuropei, ma l’autorizzazione per i viaggi all’estero va debitamente e specificamente  domandata contestualmente alla presentazione della richiesta.
Il certificato interessa i piccoli in un età compresa tra 0 e 15 anni ed ha validità per 5anni.
Il rilascio, a meno che non si chieda l’autorizzazione per l’estero, è immediato.

– I piccoli sin da subito possono essere titolari di passaporto personale.
Il documento viene richiesto con precipua domanda, sottoscritta da entrambi i genitori, presso gli Uffici della Questura.
Va detto, però, che la soluzione più pratica ed economico risulta inscrivere il bimbo direttamente sul passaporto dei genitori: qui vengono riportati i dati anagrafici del piccolo (la foto non è obbligatoria sino ai 10 anni).

– Il minore degli anni 15 può ottenere, in alternativa ai documenti sovra indicati, un lasciapassare valido per l’espatrio: la Carta Bianca.
Altro non è che un certificato o estratto di nascita rilasciato dall’ Ufficio Anagrafe del Comune di residenza del minore e vidimato presso gli Uffici della Questura previa richiesta di entrambi i genitori.
La domanda si avanza compilando un semplice formulario in autocertificazione, il modulo è disponibile presso la Questura stessa. Questo modulo debitamente compilato va corredato del certificato o estratto di nascita che sarà vidimato e di 2 foto formato tessera, recenti ed identiche.

Il rilascio del lasciapassare vuole, appunto, l’autorizzazione di entrambi i genitori. La presenza fisica di padre e madre all’atto della consegna dei documenti non è indispensabile se i genitori richiedenti sono coniugati o conviventi e non è in corso alcuna separazione. In tal caso il coniuge richiedente presenterà in Questura a corredo della domanda una fotocopia della carta d’identità della moglie o del marito. Diversamente se non sono conviventi, sono separati o divorziati oppure tra loro è in corso procedura di separazione o divorzio, è indispensabile la presenza fisica di entrambi.

Tutti i documenti che legittimano il transito del minore fuori dai confini nazionali vanno autorizzati da mamma e papà insieme, ove tra i genitori manchi un accordo in tal senso è possibile adire il Giudice Tutelare.

Leggi anche

Seguici