Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Omicidio Melania Rea: è di Salvatore Parolisi l’auto fotografata a Pianoro San Marco

Federica Federico

di Federica Federico

30 Luglio 2011

La verità sulla morte di Melania Rea non è ancora emersa con certezza.
Il marito Salvatore Parolisi è in carcere, ma continua a sostenere la sua innocenza. C’è chi lo descrive intento a studiare le carte con l’unico desiderio di liberarsi dll’infamante accusa di avere ucciso la giovane moglie.

La procura muove contro Parolisi l’accusa di omicidio volontario aggravato:
– lui avrebbe ucciso Melania  ed “architettato”  intorno al cadavere una scena posticcia con ilchiaro intento di confondere gli inquirenti per allontanare da sè i sospetti;
– lui avrebbe condotto la moglie nel bosco delle Casermette uccidendola nello stesso luogo in cui il corpo della giovane è stato ritrovato senza vita due giorni dopo;
– lui avrebbe mentito sostenendo di aver condotto, nel giorno della morte di Melania, l’intera famiglia in località Pianoro San Marco.E  secondo la ricostruzione di Parolisi – di lì, mentre la piccola Vittoria -figlia della coppia- si divertiva sulle altalene, Melania si sarebbe allontanata per cercare un bagno e prendere un caffè da portare al marito.

Gli inquirenti non hanno trovato riscontri alla versione offerta da Parolisi. Inoltre i tabulati telefonici dimostrano che, nelle ore in cui Parolisi sostiene di essere stato a Pianoro San Marco, il cellullare dell’uomo si agganciava alle celle del bosco delle Casermette, luogo del ritrovamento del cadavere di Melania,  distante ben 18 chilometri dal Pianoro,

E’ di oggi la notizia che tra i documenti dell’inchiesta figurerebbe una fotografia teoricamente capace di garantire nuova credibilità alla versione di Salvatore Parolisi: lo scatto ritrae il  Pianoro San Marco nel giorno e nelle ore della morte di Melania, sullo sfondi si intravede una vettura scura, secondo la difesa l’auto è simile a quella di Parolisi ed al momento i legali dell’uomo stanno attentendo gli esiti degli accertamenti di parte volti a precisare “l’identità” della machina. Sulla foto sta lavorando il consulente tecnico della difesa, il prof. Roberto Cusani.

La foto è stata scattata da alcuni studenti presenti nel posto della scomparsa di Melanianel giorno e nelle ore della sua morte. I ragazzi – che hanno scattato più fotografie, tutte consegnate agli inquirenti –  dichirano di non avere visto nulla e  nessuno, come di fatto si evincerebbe dalle foto presentate dagli stessi giovani: negli scatti non compaiono mai i membri della famiglia Parolisi. Tuttavia l’immagine dell’auto potrebbe aprire nuovi scenari!

L’auto parcheggiata dietro a una staccionata del pianoro è la Renault Scénic nera di Parolisi?
Se la risposta fosse affermativa crollerebbe l’impianto investigativo ed accusatorio finora seguito.

Leggi anche

Seguici