Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Togliere il ciuccio, ecco quando e come fare

DottAnnamaria

di Dott.ssa Annamaria Del Vecchio

11 Agosto 2011

Togliere il ciuccio.
Qual è il momento giusto per eliminare il ciucciotto?

Il ciuccio non è più considerato di per sè un vizio, in certe condizioni alla suzione del ciucciotto è riconosciuto un valore “calmante”, “tranquillizzante” e quindi positivo.
Tuttavia l’uso prolungato del ciuccio va evitato perchè può nuocere al corretto sviluppo di denti e palato, tendenzialmente dopo il compimento dei 24 mesi esso va eliminato.

 

Estate sinonimo anche di cambiamenti e crescita: via il ciuccio!!
Si può approfittare del periodo delle vacanze per eliminare il ciuccio. Le ferie rappresentano un momento di distrazione e scoperte per il bambino in cui il piccolo è “affascinato” dalle novità e portato ad accettare i cambiamenti.

Non è facile distaccarsi dal ciuccio e non abbattiamoci al primo tentativo fallito, anche se siamo in vacanza ricordiamoci che il nostro lavoro di mamme continua.

Eliminiamo lentamente l’oggetto ciuccio dalla quotidianità del bambino.
Quando il piccolo si dimostra particolarmente affezionato al ciuccio allora il ciucciotto va “salutato” gradatamente, evitando maniere forti e soluzioni drastiche.
Con i bambini procedere in maniera graduale è sempre un bene!

– Si può iniziare con il far comprendere al bambino che non è il caso di portare il ciuccio fuori da casa o sulla spiaggia, rischierebbe di perderlo e quindi prima di uscire riponiamolo assieme in una scatolina o in un cassetto, o, anche, sotto il cuscino (legandolo in questo modo al momento della nanna).

– Inoltre si può far  notare al bambino che sulla spiaggia ci sono sia i bambini con il ciuccio, ma anche quelli senza e quest’ultimi sono più grandi! I bambini grandi non hanno il ciuccio. Essendo più grandi, loro possono giocare con altri bambini, camminare, ma soprattutto parlare con gli altri, chiedergli in prestito il  secchiello e tante altre cose.
Cerchiamo, così,  di far comprendere al bambino che in alcuni momenti la sostituzione e l’abbandono del ciuccio è necessaria affinché avvengano altre esperienze nuove, belle e gioiose, tipiche dell’estate  e della giornata al mare.
Lasciamo il ciuccio a casa, amore della mamma, sulla spiaggia rischieremo di perderlo, come succede quasi ogni giorno con qualche tuo giochino.  Inoltre, senza ciuccio sarai più libero di parlare e chiedere agli altri bimbi di giocare con te,  potrete così progettare assieme il più bel castello di sabbia del lido!

Il bambino sarà distratto da altre cose come  il bagno a mare, giocare con altri bimbi sulla spiaggia,  giro sulle giostre,  conoscenza dei vicini di ombrellone, uscite e passeggiate varie e lentamente  inizierà a comprendere che ci sono ben altre cose da fare che tenere questo ciucciotto fastidioso in bocca!

Non cediamo alla prima richiesta del ciuccio.
E dopo una prima fase di “emancipazione” dal ciucciotto, se siamo mamme tendenzialmente portate a “concederlo” lasciamo il ciuccio a casa durante le uscite, questo ci costringerà a convincere il pupo a ferne a meno.
Diversamente, se siamo mamme che sanno “resistere alla richiesta del ciuccio”, anche se per sicurezza nella nostra borsa ne porteremo sempre uno di riserva, proviamo  ad aiutare il piccolo a comprendere che se ne può fare a meno, che senza è meglio, che senza si possono fare  e dire tante cose, ma soprattutto mangiare tante buone cose.
Lui e il papà possono andare al bar insieme e comprare un bel gelato  e mentre si sceglie il gusto il papi può spiegare al bambino che se adesso avesse avuto il ciuccio lo avrebbe dovuto poggiare sul tavolino del bar per poter mangiare il gelato e si sarebbe potuto perdere! “Meno male che lo abbiamo lasciato a casa!” potrebbe concludere il ragionamento il papi!

La riuscita di questo  cambiamento, di questa eliminazione è facilitata nel periodo estivo perchè il bambino è “distratto” dalle nuove e diverse esperienze che la vita gli sta concedendo nel momento speciale della vacanza.
Il nostro esploratore è sul serio preso dalle nuove amicizie,  dai giochi,  dallo scoprire e inventare … è così catturato dalle novità che dimenticherà il ciuccio e la sera a casa sarà stanchissimo e ci auguriamo di andare a letto e lasciare il ciuccio nella sua scatolina, nel cassetto o sotto il cuscino!!!
– Se sarà ancora attivo e chiederà il ciuccio per addormentarsi concediamoglielo senza problemi. Non possiamo certo pretendere che se ne dimentichi da un giorno all’altro!

Leggi anche

Seguici