Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Il pinguino che mangiava sabbia torna a casa

Licia

di Mamma Licia

31 Agosto 2011

 

Happy Feet torna a casa

Si era sperduto su una spiaggia vicino Wellington, in Nuova Zelanda. Era disorientato e mangiava sabbia credendo fosse neve. Ne ha mangiata talmente tanta che i veterinari dello zoo della capitale neozelandese hanno dovuto operarlo allo stomaco per rimuoverla. Adesso Happy Feet sta bene ed è pronto a tornare a casa.

Happy Feet è un giovane pinguino imperatore di tre anni che due mesi fa aveva perso la strada arenandosi su una spiaggia della Nuova Zelanda, a più di 3.000 chilometri dall’Antartide, la sua casa.

Nei giorni scorsi è iniziato il suo viaggio di ritorno. Happy Feet, il suo nome è stato ispirato dal protagonista dell’omonimo film d’animazione, sarà ospitato a bordo di una nave di ricerca neozelandese, la Tanagaroa, in una gabbia refrigerata.

Il suo viaggio durerà quattro giorni, poi sarà liberato in Oceano presso Campbell Island, un’isola subantartica molto frequentata da altri pinguini imperatori, che si trova 630 chilometri a sud della Nuova Zelanda.

Per tenere sotto controllo e monitorare i progressi di Happy Feet, i veterinari dello zoo di Wellington hanno attaccato alle piume della sua schiena un trasmettitore GPS che con la crescita di nuove piume si staccherà da solo.

Happy Feet ha commosso e conquistato il cuore non solo dei neozelandesi. Era la prima volta, dopo 40 anni, che un pinguino imperatore arrivava in Nuova Zelanda. Domenica scorsa, per i saluti di addio, 1700 persone, tra adulti e bambini, si sono date appuntamento allo zoo di Wellington. Grande festa e, naturalmente, molti erano in smoking!

 

Leggi anche

Seguici