Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Il Suv mimetico di Lapo Elkann a Milano blocca i binari del tram

Federica Federico

di Federica Federico

10 Settembre 2011

Al momento è difficele stabilire se sia più “tristemente” famoso Lapo Elkann o il suo Suv.

In questi giorni il Suv mimetico, assolutamente unico e riconoscibile, di Lapo Elkann è una delle immagini più pubblicate sulla carta stampate, più diffuse in rete e sfruttate dai media: tutti parlano dei parcheggi incivili, pericolosi e “ricorrenti” del miliardario Lapo. Lui, il giovane Elkann, non si preoccupa di dare il cattivo esempio, di arrecare disagio agli altri automobilisti, alla viabilità ed ai cittadini, né sembrano pesargli le pesanti multe pagate a Milano e Torino. Questi per lui non sono “problemi”.

L’ultimo parcheggio pericoloso di Lapo è stato esibito sui  binari del tram di Milano: viabilità bloccata, servizio tram fermo.

Ma Lapo doveva fare shopping in un negozio di mobili e non trovava parcheggio … “chiaramente” ha lasciato la macchina dove ha ritenuto più comodo!

Ma Lapo lo sa che la gente “normalmente” usa auto e tram per recarsi a lavoro, per andare a guadagnarsi il pane (come si suole dire) ed una interruzione del traffico può costare ore di lavoro, problemi in ufficio e danaro perso?

Qualcuno sussurra che ci sia una trovata pubblicitaria dietro il  Suv mal parcheggiato  – o “incivile ed ineducato” come noi mamme siamo tenute a descriverlo ai nostri figli mentre in tavola si commentano i tg.

La fiat sta forse per lanciare un modello stile Suv mimetico ala Lapo Elkann? O, semplicemente, i riflettori si erano spenti sul giovane Elkann?

Intanto le immagini del Suv abbandonato in doppia fila, in zona a traffico limitato oppure sui binari del tram non sono affatto un bello spettacolo, non fanno onore né al proprietario del mezzo né  a ciò che, volente o nolente, egli rappresenta.  Per di più in questo particolare periodo storico in cui l’economia è letteralmente in crisi e triste notare come i veri ricchi non abbiano pudore nell’ostentare il loro danaro: pagare una multa per una famiglia normale oggi è difficile, tal volta è una “seria punizione”!

Spesso il “dio danaro” offusca la mente di chi lo possiede e chi osserva resta basito e, a volte, persino indignato.

Leggi anche

Seguici