Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Le Più Belle Foto della Nascita della Vita

Le più belle foto della nascita della vita e della crescita in utero

Gioela Saga

di Gioela Saga

11 Gennaio 2017

Teniamo il nostro bimbo per nove mesi nel nostro grembo e quante volte indugiamo a pensare e ad immaginare le sue fattezze, la sua crescita e la sua nascita.

 

Eppure c’è uno strumento che permette di vedere come da uno spioncino di una porta cosa sta accadendo e proprio grazie a questo sono state fatte le più belle foto della nascita della vita.

Le più belle foto della nascita della vita

le più belle foto vita

Nel 1965, il fotogiornalista svedese Lennart Nilsson pubblica il suo libro fotografico “E’ nato un bambino” in cui riesce a catturare ogni stadio dello sviluppo di un bambino ancora nella pancia della mamma. Nel suo libro scrive:

 

“La storia di un bambino non inizia dal parto. Il bimbo esisteva già prima, mesi prima, ancora quando a segnalare la sua presenza ci sono solo segni esterni e minimi di qualcosa di minuscolo che sta crescendo nel corpo della mamma e che gradualmente la influenzerà per sempre.”

 

Le foto di Nilsson son diventate delle icone perché non sono le classiche foto da ecografia, un po’ sfuocate e in bianco e nero, spesso più per gli addetti ai lavori mentre noi ci sforziamo di capire persino da che parte sta il dritto e il rovescio, le sue sono foto dettagliate, colorate, tra le più famose e diffuse tutt’ora, soprattutto tra i sostenitori antiabortisti.

 

Le fotografie di Nilsson non sono importanti solo scientificamente ma sono fotografie rappresentative di una realtà, di un’umanità che lasciano senza fiato.

le più belle foto vita

Le più belle foto della vita dal suo inizio

 

Nilsson racconta la sua incredibile esperienza per le più belle foto alla rivista Pbs dove spiega che ha lavorato a queste immagini per più di 12 anni e ha fatto tanti errori primi di riuscire ad ottenere quello che voleva veramente grazie ad un endoscopio particolare, poi ulteriormente migliorato dall’avvento delle fibre ottiche, migliaia di fibre ottiche insieme per avere un’immagine più nitida possibile, ad alta risoluzione, in pochi millimetri di diametro.

Le Foto del Bimbo nella Pancia della Mamma

 

Egli era inoltre agevolato dall’avere un filo diretto con gli ingegneri creatori di questi strumenti, volando anche  fino al Giappone o in Germania per consultarsi con loro.

Come si sono scattate le foto più belle della nascita della vita

Il fotografo utilizzava una apparecchio per la laparoscopia che entrava attraverso le pareti uterine, un po’ come avviene quando si effettua l’amniocentesi. Si è utilizzato spesso un endoscopio ad ampio angolo, circa 100 gradi per avere immagini sempre migliori, una rivoluzione in ambito endoscopico per ottenere le foto più belle.

 

La lente è estremamente sottile, circa 0,5 millimetri ma di enorme qualità fino a riuscire a riprendere il cuore pulsante del feto in modo estremamente preciso. Sono in progettazione lenti anche di un terzo di un millimetro che saranno in grado di dare risultati anche migliori con gli embrioni.

 

La cosa più difficile è calibrare la luce ma oggi, con l’aiuto dei computer, si può fare molto rispetto a questo. Il fotografo spiega di aver inserito una luce insieme alle fibre, anzi, due, se c’era lo spazio necessario.

 

Le fotografie di Nilsson sono anche molto utili dal punto di vista strettamente scientifico, è stato anche il primo e tra i pochi a fotografare il virus dell’Aids.

 

E così Nilsson ci regala le più belle foto, immagini incredibili che narrano l’avventura della vita, dal momento del concepimento fino alla crescita in utero, l’effetto è strabiliante e siamo davvero di fronte ad un miracolo che non si può negare. E’ un artista in grado di cogliere l’essenza di ciò che la natura generosa ci mette a disposizione, oggetto di tutto il nostro amore.

 

Le Smorfie del Bimbo in Utero

 

Fonte: Lifenews

Leggi anche

Seguici