Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Sintomi di malattia che richiedono visite e accertamenti medici

Molte persone accusano uno o più di questi 7 sintomi di malattia ma non li prendono sul serio, la trascuratezza, in questi casi, può essere un errore fatale.

Federica Federico

di Federica Federico

18 Aprile 2017

Prima di accusare sintomi di malattia e ogni 12 mesi al massimo, ciascuno di noi dovrebbe sottoporsi a esami del sangue preventivi concordati col medico di base, come un emocromo completo, controllo del colesterolo e, se necessario, analisi tiroidee.

 

Il corpo è una macchina perfetta, come tale comincia a funzionare male quando anche un solo meccanismo si inceppa. È allora che l’essere umano accusa sintomi di malattia, atteggiamenti fisici anomali, insolite risposte del corpo, disfunzioni e fastidi.

Quali sono i principali sintomi di malattia o malessere fisico che nessuno di noi dovrebbe trascurare?

  1. Affaticamento frequente;
  2. formicolii agli arti e colore anomalo delle dita delle mani;
  3. spossatezza;
  4. diarrea e vomito frequente;
  5. visione di puntini neri dinnanzi alle immagini o visione opaca e non nitida;
  6. dolori alle gambe e o gonfiore;
  7. fischio alle orecchie.

sintomi di malattia accertamenti medici

Tra i sintomi di malattia, anche di patologie comuni, rientra spesso l’affaticamento.

Un corpo malato, provato o non in perfetta forma fisica è facilmente stanco, scarsamente reattivo e affaticato.

Se siete spesso poco energici, se al risveglio non vi sentite quasi mai riposati o se vi addormentate non appena vi appoggiate sul divano o peggio in treno e in pullman, é facile che il vostro corpo non regga la fatica perché è sottoposto a un eccesso di stress, ma potrebbe anche soffrire di una carenza fisiologica, come, per esempio, una carenza di ferro o vitamine.

Ridurre l0 stress, eventualmente equilibrare la dieta e non disdegnare, se necessario, un integratore vitaminico, sono buoni punti di partenza. Parlare col medico e effettuare un esame ematico potrebbe essere molto importante.

La spossatezza può essere un primo sintomo di malattia, moltissime patologie determinano spossatezza, che spesso si accompagna a stanchezza e affaticamento, anzi talvolta è confusa con un banale senso di fatica.

La combinazione di questi sintomi può dipendere da carenza di ferro, oltre che da comune stress. Laddove non si accompagni a stanchezza, può discendere anche una patologia a livello cervicale.

Se siete soggetti a capogiri, non dipendenti dalla pressione, è bene che vi sottoponiate a una visita dall’otorino.

 

I formicolii agli arti e il colore anomalo delle dita delle mani più che sintomi di malattia specifica, spesso indicano deficit circolatori.

Gli arti male irrorati dal sangue tendono ad addormentarsi, il colore della pelle non è uniforme o diventa anomalo laddove il defluire del sangue non è perfetto.

sintomi di malattia accertamenti medici

Queste condizioni richiedono l’attento esame di un medico. C’è da dire che potrebbero non essere patologiche, tal volta dipendono anche da cattive posture ma mai possono essere trascurate.

 

La diarrea e\o il vomito frequente, come anche il senso di nausea e il mal di stomaco forte e ricorrente, possono essere sintomi di malattia, nello specifico di patologie gastrointestinali non sempre passeggere.

Chi soffra di frequenti disturbi gastrointestinali è chiamato a interrogarsi anche sulla sua alimentazione e su possibili intolleranze alimentari. Vomito e diarrea possono essere indicatori di intolleranze o spie di celiachia. Rivolgersi a un medico esperto in nutrizione è sempre buona norma.

 

Con l’età anche l’apparato visivo può perdere di funzionalità, la visione di puntini neri dinnanzi alle immagini o una visione opaca e non nitida possono essere sintomi di malattia (più precisamente possono indicare disfunzioni a carico degli occhi).

 

Col passare del tempo, già prima dei 40anni, può essere fisiologico il fenomeno dei corpi vitrei volanti, cosiddette mosche volanti, ovvero macchie bianche che di tanto in tanto disturbano la vista, non sono invece considerabili come fisiologiche le macchie nere o la visione opacizzata. Questi disturbi possono essere sintomi di malattia, come il distacco della retina, oppure possono indicare una degenerazione o un aggravamento della vista e del suo stato. In presenza di questi sintomi si deve ricorrere a una visita oculistica.

 

Tra i sintomi di malattie circolatorie rientrano dolori alle gambe e o gonfiore agli arti inferiori, spesso accompagnati da capillari e vene in rilievo, specialmente nelle donne, tal volta anche nelle donne giovani in conseguenza delle gestazioni.

 

Se le gambe presentano vene varicose, varici, capillari o sono soggette a gonfiori frequenti è bene approfondire le cause di detti disturbi con una appurata visita presso un angiologo. Durante la gestazione, in presenza di tendenza alle varici e\o di familiarità, il migliore presidio di sicurezza e indossare calze contenitive. Solo l’angiologo dopo una buona visita può consigliare il giusto contenimento del collant, pertanto un controllo angiologico è sempre consigliabile.

Vene Varicose e Gravidanza: Come Risolvere il Problema

 

Il fischio alle orecchie può essere un sintomo patologico (cioè essere sintomo di malattia) ma può anche dipendere dallo stress oppure da un’acuta esposizione al rumore.

 

In caso di acuta esposizione al rumore, per esempio una notte in discoteca, il sibilo sordo avvertito all’interno dell’orecchio dovrebbe cessare in 48 ore, viceversa rientra tra i possibili sintomi di malattia quando è permanente e non dipendente da alcuna causa scatenante. Gli acufeni (così si definisce il fischio o il ronzio avvertito nelle orecchie, una o entrambe, oppure genericamente nella testa) non sono in sé una malattia specifica, essi possono essere un sintomo di malattia e come tale vanno controllati.

Leggi anche

Seguici