Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Cosa succede al corpo in gravidanza: 7 sintomi da mamma nei 9 mesi

Cosa succede al corpo in gravidanza, i sintomi che una donna incinta, che sta per diventare mamma, deve conoscere e aspettarsi nei 9 mesi della dolce attesa

Federica Federico

di Federica Federico

19 Giugno 2017

La maternità è un’esperienza pienamente coinvolgente per una donna, ma rispetto alle mutazioni del corpo, che si plasma intorno alla nuova vita custodita nel ventre, ci sono diverse verità che non sempre e non facilmente vengono rivelate alle aspiranti e future mamme.

Cosa succede al corpo in gravidanza? Sebbene questa domanda sia spontanea e naturale, trovare una risposta esaustiva e vera non è una facile impresa.

Cosa succede al corpo in gravidanza?

Non di rado le neomamme alla ricerca di conforto si trovano ad avere a che fare con luoghi comuni e mistificazioni, racconti edulcorati e qualche  vecchia credenza popolare.

 

Un aspetto complicato e delicato dei 9 mesi è l’armonizzazione tra aspettative e realtà, sogni e concreto mutare del corpo e della vita.

  • Nausee mattutine e non solo,
  • salivazione in eccesso,
  • stipsi,
  • irrefrenabile bisogno di urinare,
  • gonfiore, possibile calo del desiderio intimo;
  • stanchezza e dolori,
  • completa inappetenza o fame insaziabile

sono queste solo alcune delle verità sulla gravidanza.

 

La società moderna, massimamente votata alla produzione e all’apparire, attraverso i mass media spesso “sottolinea” la vita privata e lavorativa di mamme famose che dal primo all’ultimo giorno di gravidanza lavorano mantenendo una forma smagliante. Queste mamme da copertina sembrano urlare al mondo che la gravidanza è uno stato di grazia (e basta)!

 

La gravidanza è un dono e a suo modo è, appunto, uno stato di grazia che la donna, però, merita di godere superando dei piccoli inconvenienti che nella vita comune sono tanto ordinari quanto veri. In primis le nausee, comunemente cosiddette mattutine.

 

Cosa succede al corpo in gravidanza? Nausea mattutina e non solo.

Tra i cambiamenti fisici che la mamma deve affrontare la nausea è persino rubricabile tra i primi sintomi della gravidanza, infatti può presentarsi già a 9 settimane per poi scomparire tra le 16 e le 20 settimane di gestazione.

 

Tutti parlano normalmente di nausea mattutina, ma in realtà la nausea gravidica arriva quando vuole (di giorno o di notte) e ad essa corrisponde un innalzamento delle percezioni olfattive.

Perciò, cara mamma, se riesci a sentire tutte le “puzze” che provengono dalla cucina della tua dirimpettaia non affliggerti, è normale e passerà.

Non crucciarti nemmeno di non essere capita, in adesione alla comune opinione che la gravidanza debba essere pubblicamente esposta solo nella sua bellezza, sono poche le donne che conservano memoria dei molti inconvenienti dell’essere incinta e che con dolce partecipazione si mettono a disposizione delle altre donne.

Mia madre, convinta che le mie nausee fossero un’invenzione, cucinava di nascosto (secondo lei). In concomitanza con le prime settimane della mia seconda gestazione eravamo al mare dove abitiamo due mini appartamenti confinanti, le nausee mi tormentavano eppure neanche la mia mamma cedeva alla comprensione!

Si stima che  solo una donna incinta su quattro non sperimenti mai la nausea durante la gestazione, mentre una donna incinta su due soffre persino di nausea con vomito.

 

La nausea ha una spiegazione scientifica e una evolutiva

la ragione scientifica risiede nello squilibrio ormonale che la gravidanza comporta, si innalzano, infatti, i livelli di alcuni ormoni, in particolare la gonadotropina corionica e gli estrogeni;

 

la ragione evolutiva risiederebbe, secondo gli scienziati, nella intenzione del corpo, espressa attraverso la repulsione, di allontanare la donna da alimenti potenzialmente pericolosi.

In questo senso, non sarebbe un caso il fatto che le nausee si attutiscono allor quando i fisiologici rischi della gravidanza si abbassano: le nausee si manifestano sostanzialmente all’inizio della gestazione e si concentrano nel primo trimestre, ovvero quando le condizioni del bebè nella pancia della mamma sono più delicate e meno stabili.

 

Anche la salivazione può aumentare, i medici chiamano l’aumento di saliva scialorea.

Comunemente l’eccesso di salivazione si accompagna ad una difficoltà di deglutizione e ricorre spesso nelle donne che soffrono già di forti fenomeni di nausea e vomito.

Rimedi naturali contro la scialorea possono essere le mele cotogne bollite accompagnate da un po’ di miele oppure direttamente la marmellata di mele cotogne .

 

Cosa succede al corpo in gravidanza? Irrefrenabile bisogno di fare la pipì

La minzione, ovvero l’insieme di quelle azioni compiute fisiologicamente per svuotare la vescica, diventa uno stimolo assai più insistente durante la dolce attesa.

Questo fenomeno frequente e irresistibile ha una spiegazione scientifica: 

  • per accogliere il bambino l’utero si allarga e fa pressione sulla vescica; più cresce l’utero maggiore è la pressione nonché il peso, pressione e peso aumentano lo stimolo ad urinare.

 

Mentre si massimizza il bisogno di urinare, diventa più difficile liberare l’intestino, tra i cambiamenti del corpo in gravidanza, infatti, si può annoverare la stitichezza.

Cosa succede al corpo in gravidanza? Problemi di stitichezza

Liberare l’intestino diventa più difficile in ragione dell’ingrossamento dell’utero che comprimendo gli organi interni interferisce sul transito intestinale già ritardato dal progesterone, ormone prodotto in gravidanza.

E’ consigliabile: 

  • sostituire la pasta comune con pasta integrale,  
  • bere uno due bicchieri d’acqua a colazione e a stomaco vuoto,
  • non far mancare un po’ di moto, basta un’attività aerobica a basso impatto, come una passeggiata,
  • consumare molte fibre e frutta.

 

Cosa succede al corpo in gravidanza? Il desiderio di intimità può calare, spesso anche a causa di un inconscio bisogno di intimità col bambino o di una irrazionale propensione alla protezione del feto.

Le mamme devono sapere che il bambino non subisce alcun pregiudizio dallo scambio di effusioni tra mamma e papà. Una serena intimità aiuta la coppia a mantenere una propria dimensione anche nella transizione da amanti a genitori e, oltretutto, massimizza (anche e sopratutto nella donna incinta) il rilassamento.

Parlare delle proprie emozioni è la prima chiave per vivere bene l’intimità nei nove mesi e nel post parto, considerando che la donna deve adattare i propri pensieri e sentimenti a un corpo che sta cambiando e deve diventare padrona delle sue trasformazioni fisiche.

Mai forzare una mamma che non si voglia concedere.

Cosa succede al corpo in gravidanza?

Cosa succede al corpo in gravidanza? Quella stanchezza che ti fa addormentare ovunque è u

Nelle prime settimane di gestazione (e, per ragioni diverse nelle ultime) la donna incinta si sente affaticata, stanca, bisognosa di sonno e riposo.

La mamma deve considerare che gran parte delle energie del corpo confluiscono verso l’utero dove concorrono all’impianto della nuova vita. Pertanto assecondare il riposo è consigliabile se non assolutamente importante per garantire il benessere del bebè che sta per nascere.

Sciatica, mal di testa, dolori lombari e piccoli crampi al basso ventre sono comuni sintomi di gravidanza che si accompagnano a una generale stanchezza e minore sostenibilità della fatica. Forti dolori, persistenti capogiri, svenimenti ricorrenti e perdite ematiche, invece, vanno prontamente segnalati al ginecologo.

Cosa succede al corpo in gravidanza? Gonfiore agli arti inferiori, piedi e caviglie  fuori misura o “enormi”

Il gonfiore è un sintomo che non va mai trascurato, è assolutamente importante monitorare tutte le manifestazioni di ingrossamento e rigonfiamento importanti degli arti inferiori. Pertanto diffidate da chi minimizza il problema del gonfiore spostando l’attenzione solo sulla alla necessità di acquistare scarpe di un numero maggiore.

In caso di gonfiore, va allertato il ginecologo e eseguito prontamente un controllo della pressione.

Diverso dal gonfiore evidente e sensibile è il senso di stanchezza e pesantezza di arti inferiori e piedi che, invece, si può alleviare con un semplice pediluvio o riposando con le gambe poggiate, e quindi leggermente sollevate, su un cuscino.

 

Cosa succede al corpo in gravidanza? Ci sono mamme che mangiano per quattro e donne che non riescono a digerire nulla.

Mangiare per quattro è sbagliato perché, voglie o non voglie, il peso corporeo va controllato durante tutti i nove mesi garantendo al fisico il giusto apporto energetico senza eccessi e stravizi. Dalla salute alimentare dipende la salute del bambino e minore è il peso accumulato nella dolce attesa più veloce sarà la ripresa fisica.

 

Viceversa in presenza di nausee e vomito, inappetenza e senso di pienezza non è mai un bene forzarsi, meglio chiedere conforto al ginecologo che nel caso consiglierà alla mamma integrazioni alimentari e cibi da prediligere.

 

Fonte immagini: Ingimage

Leggi anche

Seguici