Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Gravidanza a letto cosa fare

di Mamma Silvia

06 Ottobre 2011

La gravidanza è un evento unico nella vita di una donna, come unico è il suo andamento.  Ma anche una gravidanza che dà qualche grattacapo e costringe al riposo può trasformarsi in un’occasione unica per dedicarsi ad alcune attività che altrimenti non avreste il tempo di realizzare e che vi riempiranno di soddisfazione, ma soprattutto resteranno ricordi tangibili e indelebili. Quali sono queste attività?

Ecco alcune idee:

La prima cosa piacevole da fare, anche stando a riposo, è sicuramente il Diario della Gravidanza: scrivere un resoconto delle vostre emozioni è quella attività che, se ignorata, rimpiangerete di non aver fatto. Ancora oggi a distanza di 4 anni mi commuovo a sfogliare il mio Diario della Gravidanza.

Munitevi di un album per le foto, di quelli senza gli alloggiamenti per le foto ma solo le pagine di cartoncino. Cominciate a scrivere cos’avete provato quando avete scoperto di essere in attesa e mettete una foto del test positivo. Continuate man mano che la gravidanza procede mettendo sempre la data, proprio come in un diario, e la settimana di gestazione, e annotate come vi sentite, i vostri cambiamenti fisici ed emotivi, l’aumento di peso ecc.. e non dimenticate di farvi fare tante foto del pancione che cresce da allegare agli appunti. Potrete aggiungere, lasciando gli spazi vuoti, anche le ecografie  quando non serviranno più: renderanno il diario completo ed emozionante.

Alla fine potrete completarlo con il racconto del parto e ovviamente con la foto del bebè.

Un’altra attività a cui potete dedicarvi è la realizzazione del fiocco nascita. Se siete creative potete inventarlo e realizzarlo, altrimenti potrete senz’altro trovare in rete molte idee e scegliere la più adatta alle vostre capacità.

Io, ad esempio, avevo realizzato una falce di luna azzurra imbottita e cucita a macchina, con appese a dei nastrini tre stelle di stoffa e il nome del mio bimbo scritto sulla luna con i colori per la stoffa.

Se siete pazienti e portate per il ricamo potrete approfittare del tempo che avete per preparare bavaglini, salviette e altri accessori ricamati col nome del bebè.

Potete decorare la cameretta, se il vostro stato di salute ve lo consente, dipingendo direttamente sul muro.

Se non siete molto portate per il disegno usate immagini semplici e stilizzate come fiorellini, farfalle, cuori o stelle che realizzerete tracciando prima la sagoma con la matita, e quando siete soddisfatte della forma  ripassate il contorno e riempite gli spazi con pennelli e colori acrilici.  Se invece avete una buona manualità e dimestichezza coi pennelli, largo alla fantasia e via alle immagini di personaggi vari come Winnie Pooh e i suoi amici. Oppure immagini della natura come alberi, prati fioriti, il mare e così via.

 

 

Bene, vi ho dato qualche idea, ora date spazio alla fantasia!

E non dimenticate, tra tutte queste attività, di fare la valigia per l’ospedale!

Leggi anche

Seguici