Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Come fare il bagno a mare con il ciclo senza assorbente

Federica Federico

di Federica Federico

10 Agosto 2017

Ci sono donne che non tollerano gli assorbenti interni e hanno poca dimestichezza anche con le coppette mestruali, fare il bagno a mare con il ciclo, ma senza assorbente né coppetta, è tuttavia possibile.

Attenzione: fare il bagno a mare senza assorbente non è possibile tra il primo e il secondo giorno del ciclo quando il flusso è massimo, tra il terzo e quarto giorno invece è possibile adoperare delle accortezze antimacchia, tali da permettere alla donna mestruata di bagnarsi senza imbarazzi.

Come fare il bagno a mare con il ciclo ma senza assorbente nè coppetta?

Come fare il bagno a mare con il ciclo

Innanzitutto di occorrono una asciugamano di colore scuro e un costume ugualmente scuro, che preferibilmente dovrebbe essere un due pezzi per praticità nel cambio; sarà necessaria una borsetta per il cambio contenente un pantaloncino nero modello ciclista, degli assorbenti e della carta assorbente va benissimo della carta igienica purché sia piuttosto spessa (quindi non a veli sottili).

 

Per mettere in pratica questi nostri consigli sarà indispensabile poter disporre di un bagno, pertanto è preferibile fruire di una spiaggia con un lido o comunque vicina a un dito o a un bar con un bagno pubblico sufficientemente pulito e fruibile.

A partire dal terzo giorno di ciclo,  purché il ciclo della donna non sia abbondantissimo e non vi siano perdite ematiche a pezzi, è possibile agire in questo modo per fare il bagno a mare senza assorbente nè coppetta.

Step 1 fare il bagno a mare con il ciclo : fate un bidet freddo appena prima di uscire da casa.

Se il mare è molto vicino potete non indossare l’assorbente ma inserire tra il costume e le parti intime appena un po’ di carta assorbente (dello stesso tipo di quella che porterete nella borsetta).

Step 2 fare il bagno a mare con il ciclo:  La tempistica del bagno è essenziale, infatti bisogna calarsi in acqua al più presto possibile ma, ovviamente, dopo aver rimosso la carta assorbente poggiata nel costume.

Il trucchetto della carta assorbente è importante perché consente di valutare effettivamente la quantità delle perdite ematiche, se le perdite sono ancora cospicue non è possibile adoperare questi accorgimenti senza correre il rischio di macchiare visibilmente le superfici su cui ci si appoggia (sedie, sdraio o muretti) ed eventualmente anche le gambe.

Pertanto, una volta arrivati in spiaggia, andate in bagno estraete la carta assorbente, controllate la congruità della perdita e velocemente tpassate allo step 3: fate il bagno!

 

Step 4 fare il bagno a mare con il ciclo: l’asciugamano deve essere a portata di mano, un consiglio pratico è quello di appoggiarla sul confine ultimo del bagnasciuga laddove sia piuttosto vicina pur non entrando a contatto con l’acqua, ovvero dove non si bagni.

 

Step 5 fare il bagno a mare con il ciclo: quando riemergete dall’acqua tamponate bene il costume e le gambe, è indispensabile che l’asciugamano sia di colore molto scuro e che sia tutta uniforme, senza disegnini chiari.

Step 6 fare il bagno a mare con il ciclo: recatevi immediatamente in bagno, urinate e pulitevi. Cambiate il pezzo di sotto del costume. In questa fase, tra un bagno in mare e l’altro, potete sostituire il pezzo di sotto del costume anche come con l’intimo indossando il pantaloncino modello ciclista.

Fare il bagno a mare con il ciclo

Per fare il bagno a mare con il ciclo ma senza assorbente nè coppetta, tra un bagno e un altro, occorrerà sempre ripetere le medesime operazioni appena descritte.

Per ragioni di salute collegate soprattutto alla pressione sanguigna, durante i giorni del ciclo evitate una lunga esposizione al sole, tra un bagno e l’altro preferite l’ombra e idratatevi sufficientemente, quindi bevete molto.

Prendere il bagno potrebbe persino aiutarvi a vincere i dolori tipici del ciclo. E’. invece, sconsigliabile applicare questi stessi consigli in piscina, per ragioni di correnti e apertura delle acque, oltre che per ragioni igieniche, il mare non vi metterà mai in imbarazzo, la piscina potrebbe,invece, tradirvi.

Fonte foto Ingimage con licenza d’uso

Leggi anche

Seguici