Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Victoria Beckham derisa ed offesa minaccia azione legale

Victoria Beckham derisa ed offesa da una pubblicità definita diffamatoria decide di agire per vie legali contro una pizzeria da asporto inglese. Ecco cosa è successo

Redazione VitaDaMamma

di Redazione VitaDaMamma

11 Agosto 2017

Si dice che la pubblicità sia l’anima del commercio ed in effetti non vi è nulla di più vero.

Sono infatti le immagini e gli slogan pubblicitari quelli che rimangono più impressi e che ci spingono inconsapevolmente ad acquistare un prodotto piuttosto che un altro.

 

C’è purtroppo chi spesso esagera e, seppur involontariamente, lancia messaggi offensivi verso determinate categorie, gruppi e persone arrivando persino a scherzare su argomenti importanti come una malattia o un importante e significativo disturbo.

Di questo ne ha fatto le spese l’ex Spice Girl Victoria, oggi stilista e moglie del noto calciatore David Beckham, che ha deciso di denunciare una pizzeria da asporto.

Victoria Beckham derisa ed offesa minaccia azione legale.

Victoria Beckham derisa ed offesa minaccia azione legale

Un portavoce della cantante e modella ha fatto sapere che Victoria Beckham farà causa alla Sidhu Golden Fish and Chips, una pizzeria da asporto (takeaway) situata nel North Tyneside, un borgo metropolitano di Tyne and Wear, contea dell’Inghilterra del nord-est.

Il proprietario del locale infatti avrebbe usato il nome dell’ex Spice Girl, accostato ad una caricatura di quest’ultima che la ritrae in pelle (poca) e ossa (molto evidenti) e con una fascia con su scritto “Anorexic fashion icon” (anoressica icona fashion), per sponsorizzare la sua pizza sottile 2 millimetri.

 

Lo slogan, presente sul retro del furgone della pizzeria da asporto, afferma:

<<La nostra nuova pizza Victoria Beckham è spessa solo 2 millimetri>>.

A questo seguono due scritte, la prima fa riferimento alla caricatura di Victoria Beckham ed afferma “Questa non è sottile”, la seconda si riferisce alla pizza ed afferma “Questa è sottile”.

Victoria Beckham derisa ed offesa minaccia azione legale

Victoria Beckham farà causa alla pizzeria: le motivazioni.

Come detto in precedenza, a dare la notizia secondo cui Victoria Beckham farà causa al takeaway è un portavoce della stessa che ha dichiarato:

<<È davvero inappropriato banalizzare su un tale disordine ed è diffamatorio verso la reputazione di una persona mostrarsi così insensibili. Purtroppo questo è ora una questione giuridica>>.

Il quotidiano inglese “The Sun” specifica che Victoria Beckham non intende realmente trascinare in tribunale l’ideatore di quello slogan diffamatorio, piuttosto si riterrebbe soddisfatta della rimozione delle immagini dal furgone.

 

Di contro, il proprietario della pizzeria ha dichiarato che le sue intenzioni non erano né diffamatorie né denigratorie verso un così importante disturbo.

Lui stesso ha dichiarato di aver sofferto di depressione e di aver imparato col tempo, anche sotto consiglio del medico, di affrontare la vita con un sorriso.

E sarebbe stato proprio questo il suo intento: strappare un sorriso ai suoi clienti scherzando sulla sua pizza sottile.

<<È un modo divertente per far sorridere le persone e per sfuggire al trambusto della vita quotidiana – ha dichiarato Sidhu – Saremmo veramente terrorizzati se qualcuno si sentisse veramente offeso>>.

Di parere opposto invece Marg Oaten, co-fondatore del SEED (Eating Disorder Support Service) un’organizzazione volontaria che offre sostegno e assistenza per le persone con disturbi alimentari, che approva la reazione di Victoria Beckham.

<<Ogni anno muore il 20% delle persone che soffrono di un disturbo alimentare – afferma Oaten – Banalizzare l’anoressia in una pubblicità per la pizza è spaventoso. Questo è un passo nella direzione sbagliata>>.

Secondo il co-fondatore del SEED, oltre a considerare la cosa dal punto di vista di chi coglie l’ironia del messaggio, bisogna tener conto anche di chi, vedendo l’annuncio, potrebbero invece iniziare a confrontare il suo corpo con la silhouette della celebre stilista che, come tutti noi ben sappiamo, è da sempre stata molto magra e filiforme.

 

La società odierna, basata perlopiù sull’estetica, purtroppo è sempre più propensa ad imporci dei modelli che non tutti riusciamo ad eguagliare, spingendoci in una spirale fatta di negazione, ansia e di quella particolare sensazione che ci fa sentire inappropriati, fuori luogo.

Scherzare su un argomento serio come l’anoressia può rivelarsi un’arma a doppio taglio.

 

Voi da che parte siete, quella di Victoria Beckham e Marg Oaten o della pizzeria?

 

Test anoressia: 8 domande per capire se si è a rischio

 

Fonte: The Sun

Leggi anche

Seguici