Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Mettersi in ginocchio davanti ai figli: Kate e William lo fanno

Mettersi in ginocchio davanti ai figli: Kate e William lo fanno, ecco perchè dovrebbero farlo tutti i genitori dinnanzi ai bambini. La ragione è psicologica.

Federica Federico

di Federica Federico

12 Settembre 2017

Kate e William usano mettersi in ginocchio davanti ai figli, è una posizione in cui tipicamente troviamo la neo famiglia reale. Questo atteggiamento fisico della duchessa e del principe ha colpito l’opinione pubblica internazionale, i genitori del mondo non hanno mancato di notarne la sistematicità.

 

Ebbene tutti i genitori dovrebbero mettersi in ginocchio davanti ai figli sempre, spesso o persino più spesso.

Il perché è presto spiegato: l’atto di inginocchiarsi impone al genitore di “abbassare” se stesso al livello del figlio.

mettersi in ginocchio davanti ai figli

Nello specifico questa posizione fisica:

  • rende possibile il diretto contatto oculare, genitore e figlio, cioè, si guardano immediatamente e direttamente negli occhi;
  • pareggia due fisici non conformi avvicinando anche emotivamente il bimbo all’adulto;
  • pone l’adulto a portata di mano per il bambino massimizzando la sensazione di conforto che il figlio può ricevere, anche inconsciamente, dalla mamma o dal papà.

 

In questo senso mettersi in ginocchio davanti ai figli  aiuta la costruzione di un rapporto empatico.

L’empatia genitore – figlio, infatti, non è fatta solo di parole ma si nutre anche di vicinanza, gesti e contatto fisico.

Il bambino che vede il genitore mentre si inginocchia assiste ad un avvicinamento disponibile e aperto dell’adulto. Nessun figlio resterà indifferente rispetto a questa occasione di vicinanza e incontro.

E’ pertanto consigliabile mettersi in ginocchio davanti ai figli per parlare e giocare ma anche per redarguire e correggere. Questo gesto di avvicinamento, infatti, aiuta il bambino a paorsi in una condizione di disponibilità verso l’adulto.

 

E chi ha a che fare con i bambini sa bene che un bambino disponibile è un cucciolo d’uomo più aperto al mondo, più empatico, più socievole, meno aggressivo, più propenso alla conoscenza e persino alla messa in discussione di sé.

In una sintesi massima: un bimbo disponibile a lasciarsi guidare dall’adulto è un figlio più propenso a ricevere e assimilare una buona educazione.

Leggi anche

Seguici