Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Salviettine umidificate per bambini: 7 usi alternativi

Vi proponiamo alcuni usi alternativi, 7 per l’esattezza, delle salviettine umidificate comunemente usate per l’igiene intima dei bambini. Ecco quali sono

Maria Corbisiero

di Maria Corbisiero

13 Settembre 2017

Quando si diventa genitori si impara ad apprezzare l’utilità di alcuni prodotti e/o accessori di cui prima non si conosceva l’esistenza o che non erano presi minimamente in considerazione.

Tra questi vi sono indubbiamente le salviettine umidificate, oggetto del quale una mamma ed un papà non possono fare a meno, soprattutto quando si è fuori casa.

Salviettine umidificate per bambini e non solo.

Salviettine umidificate per bambini: 7 usi alternativi

Tempo fa avevamo già parlato dell’utilità e dell’uso delle salviettine umidificate per bambini.

Come all’ora, preciso nuovamente che l’utilizzo delle salviettine umidificate deve essere preso in considerazione solo quando non si ha a disposizione dell’acqua e del sapone, possibilmente neutro quando si tratta di bambini, ovvero quando non siamo in casa o durante un viaggio.

 

Tale consiglio deriva dalla possibilità che nei bambini possano manifestarsi delle reazioni allergiche dovute a determinati componenti presenti nelle salviettine umidificate.

A tal proposito, si consigliano i genitori di leggere accuratamente l’inci (International Nomenclature of Cosmetic Ingredients, ovvero l’etichetta presente sulle confezioni ove vengono riportati gli ingredienti contenuti in un prodotto cosmetico) al fine di effettuare un acquisto oculato.

Salviettine umidificate per bambini: ecco quelle pericolose.

Dopo questa dovuta precisazione, voglio elencarvi 7 usi alternativi delle salviettine umidificate.

Non tutti sanno o almeno non molti hanno mai provato ad usare le salviettine umidificate per scopi non prettamente legati all’igiene del bambino o anche alla propria.

Eppure all’occasione, quando non si ha altro a propria disposizione, è possibile adoperarle per altri usi, primo fra tutti le faccende domestiche.

 

  1. Salviettine umidificate per la pulizia delle scarpe.

Avete presente quelle antiestetiche macchie che si formano sopra e ai lati delle scarpe da ginnastica?

 

Bene, potete rimuoverle con le salviettine umidificate ed avere calzature perfettamente pulite senza impiegare eccessivo tempo e fatica.

Utili anche per le scarpe di pelle: una rapida passata ed una spazzolata per una maggiore lucentezza.

  1. Salviettine umidificate per la pulizia di tessuti e vestiti.

E qui vi riporto un’esperienza di vita vissuta.

Ero ad una cerimonia quando uno dei miei figli si è macchiato la sua camicia bianchissima (lo so, non è propriamente un colore adatto ai piccoli) con del sugo.

Una delle mamme presenti mi consigliò di utilizzare subito una salviettina umidificata per rimuovere la macchia assicurandomi che non sarebbe rimasto neanche l’alone.

Ebbene, poco dopo, non vi era più traccia di quel “disastro”.

 

Da allora uso le salviettine umidificate per rimuovere dai vestiti e dai tessuti di divano, cuscini e seggiolini/sedili auto, le macchie di sugo, trucco e caffè.

Tale trattamento però funziona solo sulle macchie sono fresche, inutile insistere su quelle secche, al massimo si possono solo sbiadire.

  1. Salviettine umidificate per la pulizia delle pentole.

Avete presente quelle brutte, puzzolenti ed a volte troppo resistenti macchie di unto e grasso che restano sul fondo di pentole e padelle dopo aver preparato una pietanza fritta?

 

Le salviettine umidificate contribuiscono a rimuovere quel fastidioso sporco: è sufficiente passarle sul fondo del pentolame sporco prima che quest’ultimo venga lavato a mano.

Il risultato saranno pentole e padelle perfettamente pulite con il minimo dello sforzo.

  1. Salviettine umidificate per la pulizia dei muri.

Questo uso alternativo è dedicato ai genitori dei piccoli pittori in erba, novelli Giotto e Picasso che si divertono a colorare i muri di casa realizzando così dei familiari e fantasiosi murales.

In questo caso, la salviettina aiuta a rimuovere i segni dalle pareti di casa, siano esse intonacate con vernice lavabile o meno.

 

Attenzione però, il risultato finale dipende molto dalla forza e dall’energia con la quale il bambino ha realizzato il suo graffito.

  1. Salviettine umidificate ormai asciutte.

Non so a voi, ma mi è capitato a volte di dimenticare una confezione di salviettine umidificate aperta, magari perché non si chiudeva bene, e di ritrovarmele completamente asciutte.

Cosa fare in quel caso? Buttarle?

 

Assolutamente no, si possono invece usare come quei famosi panni che, come recita la pubblicità, catturano polvere, capelli e peli di animale sparsi in giro per la casa.

Da usare sia sui mobili che sul pavimento grazie all’apposita scopa (nel caso ne siate provvisti).

  1. Salviettine umidificate per le macchie di tintura.

Questo prodotto, oltre a rimuovere le macchie dai vestiti e tessuti vari, è anche utile per eliminare le macchie di tintura per capelli rimaste sul collo e sul viso.

Niente più olio di oliva o altri rimedi della nonna dunque, può essere utile anche una sola salviettina.

  1. Salviettine umidificate per la cura delle piante.

Questo uso alternativo è invece dedicato a coloro che hanno il pollice verde.

Le salviettine umidificate sono infatti utili per la pulizia delle piante che, come ben sappiamo, non sono immuni dall’accumulo di polvere che si deposita sulle foglie rendendole grigie ed opace.

Per renderle più lucenti sarà sufficiente passarvi sopra una salviettina umidificata che rimuoverà lo sporco che si è depositato.

 

 

 

 

Fonte immagine di copertina Ingimage con licenza d’uso ID: ING_39524_04999

 

Leggi anche

Seguici