Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Figlia tolta ai genitori troppo anziani: “Deve tornare da loro”

La Procura Generale (Pg) della Cassazione sul caso della figlia tolta ai genitori troppo anziani, Gabriella Carsano e Luigi Deambrosis: è stata richiesta la revoca dell'adozione.

Federica Federico

di Federica Federico

01 Dicembre 2017

Figlia tolta ai genitori troppo anziani: la coppia di genitori nonni di Mirabello Monferrato, nell’Alessandrino, torna a sperare.

 

Lei mamma Gabriella Carsano, oggi ha 63 anni anni, ne aveva 56 quando nel 2010 divenne mamma dopo un lunghissimo percorso di speranze e tentativi; lui, il marito, Luigi Deambrosis, oggi ha 75 anni, divenne padre 68enne. La coppia è nota alla cronaca italiana come quella dei genitori nonni a cui la figlia legittima fu tolta perché ritenuti inidonei a crescerla e curarla.

 

La figlia tolta ai genitori troppo anziani deve tornare a casa, alle loro cure e al suo nido, dopo 7 anni e un’adozione resa effettiva da un iter che potrebbe essere legalmente viziato, la Procura Generale (Pg) della Cassazione chiede la revoca dell’adozione e che la bambina si restituita ai genitori biologici.

 

Figlia tolta ai genitori troppo anziani Pg Cassazione

Figlia tolta ai genitori troppo anziani, tutto incominciò il 28 giugno del 2010 quando la bimba, ancora neonata, dormiva sul sediolino posteriore dell’auto mentre il papà scaricava la spesa.

 

La vettura era parcheggiata davanti al cancello di casa e il papà scaricava il portabagagli, i vicini, con cui si accertò che vi fossero dei dissapori, denunciarono l’abbandono in macchina della bambina. L’iter giudiziario ha accertato che nessuno stato di pericolo fu provocato dall’episodio in questione: non vi fu mai abbandono della minore in auto e l’operazione di scarico del portabagagli durò non più di 7\8 minuti, tempo durante il quale il papà sorvegliò sempre la bimba.

 

La revoca dell’adozione e la restituzione della dignità genitoriale, ovvero il ritorno a casa della loro creatura sono state le richieste del Pg della Cassazione, il fatto che la bimba “sia stata adottata non può ottenere tutela perché si tratta di una situazione la cui genesi non è legale”, questo il presupposto di diritto su cui dovrebbe fondare il ritorno della bimba nelle mani dei genitori.

 

La decisione della Corte di Cassazione è attesa tra circa un mese.

 

Figlia tolta ai genitori troppo anziani, il legale della coppia mantiene una posizione difensiva chiara:

 

La bambina ha trascorso i suoi primi anni di vita tra comunità a genitori adottivi, ma la mamma e il papà biologici hanno dimostrato che contro di loro non sussiste alcun elemento sfavorevole, niente inficia le loro capacità di cura e accudimento della bambina.

 

L’iter giudiziario che la vicenda ha seguito è tortuoso:

 

nel 2013 la Corte d’appello si era pronunciata per l’adattabilità e la Cassazione aveva confermato questo orientamento. Nel giugno 2016 la Cassazione si era nuovamente pronunciata sul caso della figlia tolta ai genitori troppo anziani e aveva ribaltato i precedenti orientamenti. Ma lo scorso marzo la Corte d’Appello di Torino era ritornata a confermare l’adottabilità della bambina. A fondamento di tutto sempre la vicenda del giugno 2018, ovvero un presunto episodio di abbandono legalmente smentito e oggetto di un processo conclusasi con l’assoluzione del padre.

Leggi anche

Seguici