Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Sentirsi brutte dopo il parto: dite alle mamme che è normale

Grasse, gonfie, flaccide, pesanti, stanche, invecchiate sono queste le sensazioni che inducono le mamme a sentirsi brutte dopo il parto e in gravidanza. Complice una società fondata sulla bellezza a tutti i costi, le mamme possono stare male e sentirsi avvilite. Questo non è giusto! Ecco come superare le sensazioni negative.

Federica Federico

di Federica Federico

07 Dicembre 2017

Accade troppo spesso e a troppe donne di sentirsi brutte dopo il parto: grasse, gonfie, stanche e invecchiate sono queste le sensazioni del post gravidanza che pesano persino sul cuore delle mamme.

 

Sentirsi brutte dopo il parto può essere del tutto normale

 

Fisiologicamente il fisico muta durante la gestazione come durante l’allattamento, muta persino in travaglio, nella fase espulsiva del parto, nei giorni e nei mesi che seguono l’evento nascita.

mamme sentirsi brutte dopo il parto

 

La cosa più naturale che la donna può fare è comprendere che la sua personale sensazione è normale e comune. In vero non è anormale che la mamma si senta sciupata e stanca, piuttosto è anormale che la società contemporanea, assolutamente concentrata sulla bellezza sempre e comunque, pretenda dalla donna prestanza, forma fisica, forza e presenza anche nella delicata condizione del puerperio.

 

La mamma blogger Olivia White ci offre lo spunto per riflettere su questa spinosa problematica:

sentirsi brutte dopo il parto: keep calm and ascolta il tuo cuore di mamma

 

Mamma Olivia ha postato su Instagram una foto in cui lei e la sua bambina sono sedute in riva al mare. Personalmente ho subito notato il gabbiano sulla riva, quasi a testimoniare il fatto che la natura è rappresentata da simboli: la forza della mamma, l’immensità del mare, la libertà del gabbiano, il futuro della bambina.

 

Ebbene la bellezza di queste immagini non colpiva il cuore della protagonista, almeno non lo ha colpito subito: mamma Olivia nell’immediato ha visto il suo ventre lasso e gonfio e non voleva postare l’immagine a causa proprio del suo addome. 

 

In un primo moneto Olivia White aveva deciso di non condividere questa foto su internet, poi ci ha ripensato e alla base del ripensamento c’è veramente un’ottima ragione.

 

Per quanto io cerchi di essere sicura di me stessa e positiva rispetto alla mia fisicità, non c’è un pulsante da premere per diventare al 100% sicure di se stesse. È una battaglia quotidiana, ci sono giorni in cui ti senti meglio e altri in cui va peggio. Ma non bisogna mai mollare, soprattutto quando hai gli occhi piccoli dei tuoi figli che ti guardano, devi solo ricordarti ogni giorno che sei incredibile, non importa quello che qualcun altro o il tuo cervello cerca di indurti a pensare. Questo è un bel momento tra me e mia figlia, un ricordo che voglio custodire per sempre come un tesoro.

 

E’ questa la motivazione ultima per cui mamma Olivia ha postato la sua foto su Instagram: perché la bellezza di un ricordo vale più della paura di sentirsi brutte dopo il parto.

 


 

Il messaggio che va veicolato alle neomamme è esattamente questo: sentirsi brutte dopo il parto non è anormale, questa condizione emotiva è figlia di una condizione fisica mutevole e transitoria. E’ anche una sensazione aggravata da fatica emotiva, carenza di sonno e poco tempo per se stesse. Troppo spesso il costume sociale ci induce a credere che sia una sensazione sbagliata, non lo è, all’opposto è una sensazione naturale che passa con la ripresa fisica, il riequilibrio ormonale e organizzativo, psicologico e relazionale.

 

Non fidatevi dei falsi modelli di bellezza e sappiate dare spazio alla vostra enorme bellezza interiore

Leggi anche

Seguici