Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Bambino di tre anni morto nel sonno

E' di queste ore la notizia di un'altra tragedia: un bambino di tre anni morto nel sonno ieri a Dueville, provincia di Vicenza. La causa, forse, una patologia cardiaca da cui era affetto.

Federica Federico

di Federica Federico

01 Giugno 2018

Bambino di tre anni morto nel sonno: il dramma della SIDS ha colpito di nuovo, questa volta è accaduto a Dueville, provincia di Vicenza.

 

La tragedia si fa ancora più amara per la storia che circonda la vita di questo bambino sfortunato:

di origini senegalesi, il piccolo aveva raggiunto il Veneto solo da pochi giorni. Ma quello che doveva essere un lieto fine, perché la famiglia si era ricongiunta dopo una lunga separazione, è finito in tragedia.

Bambino di tre anni morto nel sonno

La mamma e il papà, che insieme al bambino erano ospiti di alcuni parenti, erano andati nella stanzetta del piccolo per svegliarlo, volevano fare colazione tutti insieme. Però il corpo del piccolo era freddo e rigido, lo hanno chiamato, hanno urlato, lo hanno scosso, tutto senza poterlo salvare.

 

A nulla è servito il solerte intervento del Suem del San Bortolo, medici e paramedici giunti sul posto non hanno potuto fare altro che constatare il decesso del bimbo.

 

Bambino di tre anni morto nel sonno: la diagnosi è di morte improvvisa nel sonno o morte bianca.

 

Tuttavia, in questo specifico caso, la causa potrebbe essere identificata poiché il bambino soffriva di una patologia cardiaca.

I fatti sono accaduti ieri mattina, mercoledì 31 maggio.

 

La morte in culla ha la sua massima incidenza nel primo anno di vita, comunemente arriva improvvisa e senza avvisaglie.

Sebbene non esista assolutamente la possibilità di prevedere la SIDS, vi sono una serie di accortezze che il mondo scientifico riconosce come fattori che minimizzano i rischi di morte bianca ed è fondamentale che le mamme conoscano e applichino questi presidi di sicurezza:

SIDS prevenzione e rischi.

Nota per il lettore: l’immagine di copertina è meramente illustrativa e non ritrae il reale protagonista di questa tragedia.

Leggi anche

Seguici