Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

La figlia di Bode Miller è morta annegata in piscina

La figlia di Bode Miller è morta annegata in piscina, il dramma durante una festa in casa di un vicino. Il papà la ricorda esternando tutto il suo dolore.

Redazione VitaDaMamma

di Redazione VitaDaMamma

13 Giugno 2018

La bimba nelle foto che corredano questo scritto era la figlia di Bode Miller, la piccola è appena diventata un angelo, il suo nome era Emmy e non aveva ancora due anni. La vita di questa bambina di 19 mesi è appena finita, il suo addio al mondo si è consumato improvvisamente e in un modo drammatico:

è scivolata in piscina durante una festa, malgrado l’intervento degli adulti e l’arrivo dei sanitari, è morta in ospedale appena dopo il suo arrivo.

 

La figlia di Bode Miller è morta annegata in piscina

Emmeline Miller, Emmy, è stata trovata già priva di sensi nella piscina della casa di un vicino mentre era in corso una festa. I fatti sono avvenuti a Orange County, in California.

L’eco mondiale della mete di Emmy è dipeso dal fatto che era la piccola e amatissima figlia di un celebre campione olimpico: lo sciatore statunitense Bode Miller, cinque volte medaglia olimpionica.

 

La figlia di Bode Miller è morta annegata in piscina, i fatti.

 

La dinamica del drammatico avvenimento è tuttora oggetto di ricostruzione. Quello che emerge dalle
fonti stampa internazionali è che i medici e i paramedici l’hanno trovata già priva di sensi e non sono riusciti a rianimarla.

 Se avete dei bambini piccoli è necessario essere informati sull’annegamento e sul primo soccorso.

Il papà ha dato l’annuncio pubblico della morte di Emmy ieri, 12 giugno, e, a quanto pare, il dramma è accaduto nelle 24 ore pretendenti.

 

 

La figlia di Bode Miller è morta, il papà mette a nudo il suo dolore e chiede rispetto della privacy della famiglia:

 

Siamo oltremodo devastati. La nostra bambina, Emmy, è morta ieri. Mai in un milione di anni pensavamo di provare un dolore come questo. Il suo amore, la sua luce, il suo spirito non saranno mai dimenticati. La nostra bambina adorava la vita e la viveva al massimo ogni giorno. La nostra famiglia richiede rispettosamente la privacy durante questo periodo doloroso.

 

Leggi anche

Seguici