Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Vivisezione, nuova legge

Simona

di Mamma Simona

22 Ottobre 2011

no vivisezione tortura inutile per animaliLegge, vietato l’allevamento di cani, gatti e primati destinato alla vivisezione
SCACCO MATTO ALLA VIVISEZIONE!

Una grande conquista in campo di affermazione dei diritti degli animali: è stato approvato in commissione Affari Sociali un emendamento alla direttiva europea n° 63 del 2010 (con tanto di correzione di “errori”): l’utilizzo degli animali, riconosciuti come esseri senzienti, degni di tutela e portatori di diritti, deve essere “abbandonato in favore dello sviluppo di metodi alternativi in vitro”. Viene vietato l’allevamento di cani, gatti e primati destinato alla vivisezione.

A comunicare la conquista è il Ministro on. Vittoria Brambilla, da sempre in prima linea nelle lotte a favore dell’affermazione dei diritti degli animali, fondatrice di Italia Animal Friendly che ha promosso l’iniziativa di cambiamento in ambito di sperimentazione animale.

Italia Animal FriendlySi tratta di un incontestabile posizionamento di irremovibile pietra miliare; un approdo di progresso, cultura, indietro dal quale non si torna.
Gli errori perpetuati in tutti questi anni vengono riconosciuti e sono causa di cambiamento, di una svolta senza precedenti.
Gli animalisti esultano, coloro che hanno una coscienza pure…
Il testo, così come approvato, prevede adeguamenti e sostegni finanziari per lo sviluppo di metodi alternativi alla vivisezione nei test di sperimentazione.
Sarà consentito l’uso di test su cani, gatti e primati solo previa autorizzazione del Ministro della Salute e del consiglio Superiore della Sanità.
Verrà vietato l’utilizzo di animali per esperimenti bellici ed esercitazioni didattiche (fatta eccezione per la formazione medica e veterinaria). Gli esperimenti su animali dovranno essere condotti previe anestesie o analgesie, alla luce di maggior rigore etico.
Ad assicurare che l’emendamento venga rispettato verranno definite contro la vivisezionesanzioni adeguate per chi non si attenga al rispetto del sistema legislativo.

Da tempo associazioni animaliste si erano unite nella battaglia contro lo stabilimento multinazionale Green Hill di Montichiari, la fabbrica della morte, in cui venivano allevati cani di razza beagle destinati all’utilizzo in laboratori. Con questo emendamento il massacro verrà fermato perché in futuro non si ripetano più simili errori.

vivisezione nuova leggeDa tutti accolto come un risultato di civiltà, promosso a più voci da associazioni animaliste ma sopratutto supportato da una coscienza comune che ha sviluppato nel tempo sensibilità e coscienza, l’affermazione di tali diritti ci nobilita e ci rende un società migliore….

Leggi anche

Seguici