Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Materiale e occorrente per la prima media: guida pratica all’acquisto

Materiale e occorrente per la prima media, elenco: zaino, diario, astuccio rigido, raccoglitori ad anelli con buste a perforazione universale e ricariche. Queste alcune delle novità rispetto alla scuola elementare.

Federica Federico

di Federica Federico

18 Luglio 2018

Il passaggio alla scuola media è un passaggio epocale nel vero senso della parola lo è per la maturità dei ragazzi (che badate bene non sono più bambini); per le loro capacità espressive diversificate; per i mutati assetti sociali e relazionali dei nostri figli e per il differente approccio alle competenze (sia quello che naturalmente loro maturano che quello che didatticamente è la scuola a pretendere).

 

Noi mamme non dobbiamo dimenticare tutto questo quando assolviamo al nostro compito di acquistare materiale e occorrente per la prima media.

 

Regola n° 1: tuo figlio è un ragazzo, coinvolgilo nell’acquisto del corredo scolastico e non ostacolare i suoi desideri, facendolo potresti letteralmente privarlo della sua vitale forza espressiva (che è quanto di più prezioso ha per farsi strada).

materiale e occorrente per la prima media

Elenco sintetico del materiale e occorrente per la prima media.

Posto che le scuole medie lasciano comunemente liberi i ragazzi di acquistare ciò che vogliono, nel rispetto della disponibilità di alcuni materiali base, quello che segue è un elenco essenziale:

  • Zaino;
  • Astuccio rigido;
  • Astuccio morbido (facoltativo);
  • almeno 3 raccoglitori ad anelli con fogli di ricarica e buste a perforazione universale;
  • Un maxi quaderno per ogni materia;
  • Una cartellina rigida con molla;
  • Un righello da 30cm (max 40cm);
  • Calcolatrice, solo se richiesta dalla scuola (potrebbe non essere immediatamente necessaria);
  • Goniometro;
  • Album da disegno con fogli singoli;
  • Gomma da cancellare;
  • Matite (di diversa intensità di tratto);
  • Pastelli;
  • Pennarelli;
  • Penne;
  • 2 evidenziatori;
  • Colla;
  • Forbice;
  • 1 quadernone per gli appunti (va bene un quaderno con spirale e fogli a strappo);
  • Diario;
  • Chiavetta USB.

 

Dettaglio del materiale e occorrente per la prima media.

 

Lo zaino è il biglietto da visita di un ragazzo, è la prima cosa che i compagni di scuola guardano per farsi un’idea di chi è e che gusti ha e chi è “quello lì”, esattamente alla stessa stregua dei vestiti e del taglio di capelli.

 

Noi mamme guardiamo alla funzionalità dello zaino, lo vogliamo leggero ma resistente, bello ma funzionale. Il consiglio basilare è uno soltanto: senza perdere di vista l’uso e lo scopo dello strumento zaino, è essenziale lasciare spazio di espressione al ragazzo perché possa possedere uno zainetto che lo identifichi.

 

Rispetto all’espressività dei giovani attraverso i capi di vestiario, le scarpe e gli accessori, si parla di “grafiche comunicative”. Che significa?

 

Questo vuol dire che i ragazzi hanno un linguaggio proprio fatto di simboli, colori, segni e stampe utili a dire agli altri : “Io sono così, identificami e rispettami”.

 

Coniugare funzionalità e socialità è possibile. Per quanto concerne lo zaino (e in genere per materiale e occorrente per la prima media) il segreto è orientare il ragazzo a scegliere prodotti di qualità ma capaci di rispettare lo stile moderno e comunicativo dei giovani.

 

Ragioniamo attraverso un esempio pratico:

 

mio figlio ha scelto lo zaino della linea medie\superiori Mitama, ha preso l’astuccio e il diario uguali.

 

Lui ha scelto la grafica comunicativa delle fiamme (Mitama, Tag Boy Inferno), alla sua età simboleggiano la ribellione, rappresentano l’energia e lo fanno sentire assolutamente poco angelico, unico e cool. Insomma sono una roba da adolescente allo stato puro.

 

Per parte mia, da mamma, ho confermato per il secondo anno di seguito un marchio che coniuga un buon prezzo a un’enorme qualità:

 

  • leggerezza (lo zaino pesa appena 450 gr);
  • stabilità (grazie al rinforzo sul fondo e sullo schienale, per l’intera altezza);
  • capienza (gli zaini Mitama, target medie\superiori arrivano a 25Lt per 25 Kg di peso);
  • ergonomicità (lo spallaccio imbottito garantisce una vestibilità alla moda ma senza scivolamento e errato accumulo del carico sulla schiena).

 

materiale e occorrente per la prima media

Materiale e occorrente per la prima media ©VitadaMamma

 

Un punto in più per lo zaino che ha scelto mio figlio è il tessuto impermeabile. Waterproof vuol dire libri e quaderni al sicuro anche sotto la pioggia.

 

Materiale e occorrente per la prima media: l’astuccio è rigido, rispetto alla scuola elementare cambia per dimensione e forma.

 

Mentre l’astuccio morbido è facoltativo e può essere destinato alle sole matite colorate per l’educazione artistica, quello rigido è un astuccio essenziale, serve:

 

  • per le matite (che devono differenziarsi per intensità del tratto),
  • per le penne,
  • per la gomma,
  • per la colla,
  • per la forbice
  • per la chiavetta USB e per gli evidenziatori.

 

Perché è preferibile che  l’astuccio per le medie sia rigido e dotato di un divisorio interno?

 

La rigidità è sinonimo di ordine e gestione dei materiali: negli astucci morbidi penne e colori si mischiano a matite e gomme, in quelli rigidi questo non accde.  Per di più, se dotato di uno scomparto separato (come avviene per l’astuccio Mitama ), è possibile destinare uno spazio a ciascun materiale tenendo le cose al loro posto ma ordinatamente insieme.

 

Materiale e occorrente per la prima media: perché servon i raccoglitori ad anelli (da completare con fogli di ricarica e buste a perforazione universale)?

 

I raccoglitori ad anelli sono il riscontro pratico di un mutato modus operandi nelle tecniche di studio. All’anello corrisponde una versatile collocazione delle pagine che corrisponderà all’autonoma organizzazione dei contenuti da parte dell’alunno.

Il consiglio è quello di scegliere quaderni a 4 anelli (o comunque mai meno di 3). Quattro anelli (tanti ne hanno squaderni Mitama) consentono di mantenere stabilmente il foglio teso evitando che si stropicci o si rovini a discapito dell’ordine e della buna tenuta delle schede.

 

Materiale e occorrente per la prima media: la chiavetta USB è figlia di una modernità scolastica che pretende l’uso del PC e degli strumenti informatici.

 

Ve la chiederà il docente di informatica ma servirà per l’archiviazione dati di ogni materia.

 

Scegliete una chiavetta di almeno 2GB.

 

Ovviamente badate che lo zaino e l’astuccio rigido abbiano tasche e scomparti tali da poter conservare la chiavetta USB in sicurezza.

 

Addirittura l’astuccio rigido Mitama ha un vano trasparente, mio figlio ha già collocato lì la sua chiavetta.

 

La chiavetta diventa preziosa, non tanto per il costo quanto per i dati che custodisce, pertanto va conservata in un posto sicuro e possibilmente sempre accessibile.


Acquista un prodotto della linea BTS Mitama e carica lo scontrino su www.mitama.biz, riceverai un codice promozionale che ti permetterà di stampare un voucher cinema su Stardust.it. In pratica comperi uno zaino, un trolley o un astuccio e vai al cinema a UCI (la formula valida per la promozione in corso è quella dell’1+1: un ingresso omaggio associato ad uno pagante).

Leggi anche

Seguici