Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Hotel Transylvania 3: 3 motivi per vedere il film

Il prossimo 22 agosto uscirà nelle sale cinematografiche italiane il terzo capitolo sulla vita del “mostruoso” Dracula: Hotel Transylvania 3 – Una vacanza mostruosa

Maria Corbisiero

di Maria Corbisiero

03 Agosto 2018

Il prossimo 22 agosto uscirà nelle sale cinematografiche italiane il terzo capitolo del film d’animazione che narra le (dis)avventure familiari del “mostruoso” Dracula: Hotel Transylvania 3 – Una vacanza mostruosa.

Come per le precedenti pellicole, anche stavolta il tema principale sarà la famiglia e l’amore che potrebbe minare la stabilità del rapporto padre/figlia.

 

Hotel Transylvania 3: un film per tutta la famiglia.

Hotel Transylvania 3: 3 motivi per vedere il film

La trama del film, diretto da Genndy Tartakovsky e prodotto dalla Sony Pictures Animation, è in parte anticipata nel titolo Hotel Transylvania 3 – Una vacanza mostruosa (titolo originale Hotel Transylvania 3: Summer Vacation, ma noto anche come Hotel Transylvania 3: A Monster Vacation).

 

Dopo più di 100 anni trascorsi ad occuparsi delle vacanze altrui, gestendo in modo impeccabile il suo hotel a 5 stelle ideato con lo scopo di poter offrire a tutte le orrende creature del mondo un posto tranquillo e sicuro dove poter riposare, lontano dagli esseri umani che danno loro la caccia, Dracula si lascia convincere dalla figlia Mavis a concedersi una piccola vacanza insieme a tutta la famiglia.
Ma lo stress del noto vampiro non è dovuto solo ed esclusivamente agli eccessivi impegni: Dracula si sente solo. Dopo la morte della moglie Martha, uccisa da una folla inferocita, si è occupato in modo esclusivo della gestione dell’albergo e di crescere la sua unica figlia, Mavis.
Divenuta ormai grande, e genitore a sua volta, la giovane non necessita più di tutte le attenzioni di suo padre che inizia così a percepire dentro di se un senso di vuoto e di solitudine.

 

Giunti finalmente sulla lussuosa nave da crociera Monster Cruise Ship, il triste ed incupito Dracula resterà letteralmente folgorato da Ericka, l’affascinante capitano della nave. L’amore tra i due verrà fortemente ostacolato da Mavis che non si fida della donna, questo contrasto metterà in serio pericolo il rapporto padre/figlia.

Solo in seguito la mostruosa famiglia – insieme ai vampiri ci saranno infatti i loro più affezionati amici e parenti: Frankenstein e la moglie Eunice, i lupi mannari Wayne e Wanda e i loro numerosissimi cuccioli, la mummia Murray, la gelatina vivente Blobby e l’uomo invisibile Griffin – scoprirà che Ericka altri non è che la discendente di Abraham Van Helsing, antagonista di Dracula deciso a distruggere tutti i mostri.

Hotel Transylvania 3: 3 motivi per vedere il film

Hotel Transylvania 3: 3 motivi per vedere il film.

 

Il primo motivo che spinge le famiglie ad andare a vedere al cinema Hotel Transylvania 3 sono le risate assicurate. I trailer infatti ci forniscono un assaggio della sconclusionata ma divertentissima compagnia aerea  “Gremlin Air”: il viaggio dei nostri mostruosi amici inizierà proprio a bordo di un fatiscente aereo gestito da furiosi gremlins.

Le esilaranti gag che avranno come protagonisti quasi tutti i componenti della famiglia continueranno poi a bordo della Monster Cruise Ship dove li attenderà un “aitante” Vlad, padre di Dracula, che metterà in imbarazzo quest’ultimo.

Hotel Transylvania 3: 3 motivi per vedere il film

Un altro motivo per andare a vedere Hotel Transylvania 3 è una nuova percezione dei mostri.

Da sempre il nome di Frankenstein, dello stesso vampiro Dracula o più genericamente degli scheletri, delle mummie e dei lupi mannari, diventa sinonimo di orrore e terrore, i racconti ai quali sono legati questi personaggi infatti sono sempre spaventosi e di certo non adatti ai bambini più piccoli.

Hotel Transylvania 3, come i precedenti due film, offre un approccio più divertente e leggero nei confronti dei mostri che, pur mantenendo il loro terrificante aspetto, mostrano un animo più allegro che non incute timore e paura nei bambini.

 

Terzo ed ultimo motivo per vedere Hotel Transylvania 3 è il difficoltoso rapporto padre/figlia che caratterizza un po’ tutta la saga della famiglia vampiresca.

Per oltre un secolo Dracula e Mavis hanno vissuto in simbiosi, prendendosi cura l’uno dell’altra e sviluppando così un’iperprotettività che non di rado ha minato il loro rapporto. Nel primo film Dracula ha imparato che il forte desiderio di indipendenza della ragazza non potrà mai spezzare il loro legame affettivo perché l’amore che li lega rappresenta un “vincolo” che li terrà uniti per l’eternità.

In Hotel Transylvania 3 le parti si invertiranno, sarà infatti Mavis a dover “testare” e comprendere appieno la solidità del loro rapporto.

 


 

La visione del film Hotel Transylvania 3 è legata al concorso promosso da UCI Cinemas che mette in palio un premio sicuro ed un’estrazione finale che permetterà di vincere una crociera da urlo, playset e kit ricchi di gadget.

 

 

Leggi anche

Seguici