Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Bambino curato solo con l’omeopatia: muore per complicanze influenza

di Mamma Giò

23 Ottobre 2011

Bambino curato solo con l'omeopatia: muore per complicanze influenzaNon ce l’ha fatta il cuore del piccolo Luca Monsellato, il bambino di 4 anni, morto lo scorso giovedì per soffocamento, in seguito alle complicazioni di un’influenza, curata solo con la somministrazione di farmaci omeopatici.
Il decesso per soffocamento, è stato confermato dal medico legale, che ha partecipato all’esame autoptico, eseguito ieri pomeriggio. Presenti i consulenti nominati dai genitori ,accusati di omicidio colposo e dei tre sanitari del p.s. dell’ospedale salentino di Tricase, che avrebbero prestato invano le prime cure al bambino; perché secondo delle fonti giornalistiche, sarebbe giunto già morto in ospedale.
La dinamica dell’accaduto:
Luca Monsellato, figlio di un medico, presidente onorario dell’A.m.o.s. (Accademia nazionale di medicina omeosinergetica) era affetto da una grave gastroenterite. Quando i genitori hanno portato il figlioletto al pronto soccorso, hanno raccontato che il bimbo, aveva avuto una fortissima crisi respiratoria, in seguito alla somministrazione di una tisana al finocchio.
Ma il medico legale ha dichiarato: «Non si tratta di una tisana andata di traverso, ma di una coincidenza con il decesso dovuto ad una insufficienza respiratoria». È ancora presto per stabilire cosa ha provocato il blocco respiratorio. «Prima di conoscere l’esito degli esami istologici – conclude il medico legale – è impossibile definire la causa patologica, che è comunque naturale: potrebbe essere una malattia virale, una polmonite». Il medico legale aggiunge inoltre che il bimbo è «arrivato in ospedale morto e freddo».
I genitori della piccola vittima sono stati interrogati dal pm leccese, Alberto Santacatterina, dichiarando dal canto loro  che il figlioletto è giunto vivo al pronto soccorso e che i medici, gli hanno praticato ripetute manovre rianimatorie, ma senza alcun risultato.
Dal primo referto medico dell’Ospedale Cardinale Panico” di Tricase, si evince la descrizione del bimbo, che per i medici era “In evidente stato di malnutrizione”, con pancia gonfia, capelli e ciglia bianche, ed ecchimosi sugli arti inferiori.
Mio figlio aveva anche una dermatite”, ha ribadito il padre. Ma tutto questo non è servito a convincere gli inquirenti, che accusano entrambi i genitori  di “ aver cagionato la morte del figlio Luca nato l’11 novembre 2007”, si legge infatti nel fascicolo. “Colpa consistita nell’omettere di prestargli le necessarie cure specialistiche pur in presenza di un perdurante grave e preoccupante quadro patologico”.

 

Leggi anche

Seguici