Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Kate e William: Camilla non voleva la Middleton a Corte

Nel 2007 Kate e William si lasciarono, fu un periodo di crescita, erano giovani e alla ricerca di se stessi. Presto tornarono insieme, nel 2011 si sposarono.

Redazione VitaDaMamma

di Redazione VitaDaMamma

13 Settembre 2018

Nel 2007 Kate e William si lasciarono, erano all’università e, come loro stessi hanno dichiarato, “stavano entrambi crescendo”. La lontananza non durò poi moltissimo, il Principe e la futura Duchessa si sono uniti in matrimonio il 29 aprile del 2011.

Kate e William

Da allora ad oggi i rumors sul rapporto di coppia tra Kate e William sono stati tantissimi, persino la terza maternità della Middleton è stata oggetto di discussione dal punto di vista della relazione di coppia.

 

< span class=”s1″>C’è stato, infatti, chi ha sostenuto che il terzo figlio di Kate e William sia nato per tenere la Duchessa impegnata, per dare un rinnovato senso alla relazione tra la bella Kate e il Principe, marito così esposto e importante.

 

Di fatto, però, nulla lascia intravedere una crisi di coppia realmente capace di minare gli equilibri tra Kate e William.

 

I due appaiono sempre sereni, affiatati, dediti ai figli e niente tradisce sentimenti discordanti.

 

L’ultimo dei rumors sugli equilibri familiari a Corte è firmato Christopher Andersen, autore del libro Game of Crowns – Elizabeth, Camilla, Kate and the throne.

 

Il biografico Christopher Andersen è un autore dall’ampio seguito e professionalmente accreditato, ha firmato numerosi e acclamati testi biografici, per esempio su JFK e Jacqueline, su Madonna e Barbara Streisand.

 

Cosa dice quest’autore del rapporto tra Kate e William?

 

Secondo quanto riporta dalla stampa internazionale, Andersen identificherebbe il “vecchio problema” tra Kate e William nell’ingerenza di Camilla, probabilmente molto forte prima del matrimonio quando la seconda moglie di Carlo avrebbe voluto impedire in radice l’ingresso di Kate a Corte.

 

Camilla, e questo è un dato di fatto sotto gli occhi di tutti, ha molto faticato per riscattare se stessa dinnanzi ai sudditi.

 

L’amore dei sudditi è una forma di potere, quando essa manca viene meno il riconoscimento di un ruolo e di una dignità atti a giustificare i principi che i reali incarnano.

 

Camilla ha dovuto emancipare se stessa dal ricordo di Diana;  in merito va detto che, per quanto si sia accreditata come consorte di Carlo, è assai difficile credere che nel cuore degli inglesi riuscirà a prendere un posto parimenti importante a Lady D.

Camilla contro Kate e William

La posizione di Andersen rispetto al rapporto che lega Kate e William è questa:

 

prima del matrimonio, Camilla avrebbe osteggiato Kate per le sue origini troppo basse che rischiavano di inquinare la famiglia reale.

 

La moglie di William discende da minatori ed è figlia di una ex assistente di volo.

 

Seppure Camilla avesse osteggiato Kate, addirittura facendo pressione su Carlo affinché intervenisse orientando le scelte del figlio, sta di fatto che l’amore sembra aver trionfato, persino con la nascita felice di tre bambini.

 

Kate e William hanno completamente rivoluzionato l’immagine della famiglia reale, l’hanno svecchiate e avvicinata ai sudditi.

 

In questo senso un’altra ipotesi è che Kate e William abbiano rappresentato, sin da subito, un pericolo in fatto di aspettative reali, ovvero chi viveva a corte comprese immediatamente  che questa giovane coppia avrebbe attirato l’attenzione popolare imponendosi come la migliore prospettiva per la monarchia britannica. In altre parole tutti , anche Camilla, sapevano che Kate e William avrebbero oscurato chiunque, cosa che di fatto è accaduta.

Leggi anche

Seguici