Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Marco Liorni racconta la paura per la figlia Viola

Da sempre restio a rendere pubblico il proprio privato, per la prima volta Marco Liorni racconta in un’intervista la paura vissuta per l’ultimogenita Viola

Redazione VitaDaMamma

di Redazione VitaDaMamma

18 Settembre 2018

Da sempre restio a rendere pubblica la propria vita privata, al punto da render pubblicamente noto il suo secondo matrimonio solo un anno dopo esser stato celebrato in gran segreto, per la prima volta Marco Liorni racconta in un’intervista la paura vissuta per l’ultimogenita Viola e ne approfitta per lanciare un importante appello.

 

Marco Liorni racconta la paura per la figlia Viola.

 
Marco Liorni racconta la paura per la figlia Viola
 

Ogni genitore sa quanto sia importante prendersi cura del proprio figlio, una consapevolezza che lo spinge a dare e scegliere ciò che ritiene sia meglio per il proprio bambino. Nonostante ciò, sono ancora tanti i familiari che sottovalutano l’aspetto che riguarda la disostruzione pediatrica.

Nel corso di un’intervista rilasciata a Panorama.it, Marco Liorni racconta il dramma vissuto dalla piccola Viola, la sua terza figlia che ha rischiato di soffocare per un pezzo di pizza.

 

Dopo aver concluso l’esperienza a “La vita in diretta”, Marco Liorni racconta al noto magazine i suoi nuovi impegni lavorativi. Il presentatore 53enne è infatti attualmente impegnato nella conduzione della trasmissione “Italia sì”, un programma pomeridiano di Rai 1 trasmesso il sabato dalle 16:45 alle ore 18.45.

Italia sì – al quale prendono parte anche Rita dalla Chiesa, Mauro Coruzzi ed Elena Santarelli, che affiancano Liorni – si presenta come uno spazio televisivo dedicato alle persone comuni che possono così raccontare gli avvenimenti importanti della loro vita, le loro problematiche ed eventuali denunce.

 

Prendendo spunto dallo scopo della trasmissione, Marco Liorni racconta per la prima volta un episodio familiare che l’ha toccato profondamente.

“Qualche anno fa un bambino morì all’Ikea soffocato mangiando un hot dog. La cugina di mia moglie Giovanna era lì mentre accadde quell’episodio, poi riportato da tutti i giornali. Quando Viola iniziò l’asilo, ricordandosi di quel fatto Giovanna chiese alle maestre se erano in grado di fare la disostruzione: una sì, l’altra avrebbe fatto il corso da lì a Natale. A marzo mia figlia (Viola 8 anni – ndr) mangiando un pezzo di pizza, rischiò di soffocare e fu salvata dalla seconda maestra, fresca di corso”.

Marco Liorni racconta il dramma vissuto dalla sua terza figlia – è anche padre di Niccolò, 23enne nato dal primo matrimonio, e Emma, 14enne avuta dall’attuale moglie Giovanna Astolfi (mamma anche di Viola) – per lanciare un appello a tutti i genitori:

“Vorrei chiedere a tutti i genitori e agli insegnanti di fare un corso per imparare la disostruzione pediatrica. Quella manovra ha salvato la vita a mia figlia Viola. Fatelo”.

 

 

Vita da Mamma da sempre promuove l’importanza dei corsi certificati di disostruzione pediatrica ed ha realizzato, in collaborazione con la Croce Rossa Italiana (Comitato Locale di Portici), alcuni video dimostrativi inerenti le manovre antisoffocamento per i neonati e per i bambini.

 

 

Leggi anche

Seguici