Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Acqua contaminata a Matera: uso vietato e scuole chiuse

Acqua contaminata a Matera: con un’ordinanza il sindaco ha informato tutta la cittadinanza di non utilizzare l’acqua per fini potabili, contiene batteri fecali

Redazione VitaDaMamma

di Redazione VitaDaMamma

19 Ottobre 2018

Alle ore 8:07 di questa mattina, venerdì 19 settembre, sul sito ufficiale del comune della Basilicata è apparso un avviso urgente che allertava tutta la popolazione informandola della presenza di acqua contaminata a Matera in quanto le analisi hanno rilevato un’elevata presenza di batteri fecali.

 

Acqua contaminata a Matera: uso vietato e scuole chiuse.

 
Acqua contaminata a Matera: uso vietato e scuole chiuse

“Il Sindaco di Matera, Raffaello De Ruggieri, ha emesso un’ordinanza cautelativa di divieto in tutto il territorio comunale di far uso per fini potabili dell’acqua erogata da Acquedotto Lucano, fino a diversa disposizione.  L’ordinanza prevede la chiusura di tutti i plessi scolastici di ogni ordine e grado ricadente nel territorio della città, nella giornata del 19 ottobre 2018”.

È quanto si apprende dal succitato urgente avviso diffuso attraverso il portale web del comune, nell’ acqua contaminata a Matera è infatti stato riscontrato il “superamento dei parametri dei batteri coliformi a 37 gradi centigradi del partitore Terlecchia-Matera”.

 

La presenza di tali batteri – appartengono alla famiglia delle Enterobacteriaceae, sono organismi ubiquitari e, in alcuni casi sono presenti nel materiale fecale, per questo sono considerati degli indicatori di inquinamento di acque e alimenti – rende inutilizzabile l’acqua per fini potabili, per scopi alimentari finanche per l’igiene della persona, a meno che non venga dapprima bollita e portata ad una temperatura di 100 gradi.

 

Nel comunicato che ha come oggetto l’ acqua contaminata a Matera, si precisa che:

 

“L’ordinanza si è resa necessaria dopo la comunicazione inviata in data 18/10/2018 alle ore 21.59 dal Dipartimento prevenzione collettiva della salute umana – Uoc per l’igiene degli alimenti e della nutrizione”.

È stato infatti quest’ultimo a rilevare gli alti livelli di batteri, un’informazione che lo stesso comune di Matera ha reso noto anche alla Presidenza della Regione Basilicata, al Dipartimento regionale della Salute sicurezza e solidarietà sociale, al Dipartimento regionale ambiente ed energia, ad Acquedotto Lucano, all’Asm e all’Arpab.

 

Il sindaco rende inoltre noto che l’Acquedotto Lucano provvederà immediatamente ad istituire idonei servizi alternativi, come le autobotti, per garantire alla popolazione l’acqua potabile.

Si attende ora il risultato di ulteriori analisi.

 
 

Fonte: Comune di Matera

 

 

 

 

Leggi anche

Seguici