Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Meghan Markle allo sbarco sull’Isola di Tonga, cartellino attaccato al vestito

Allo sbarco sull’Isola di Tonga, mentre la Duchessa scende dall'aereo in uno splendido abito rosso, qualcosa non va: Meghan Markle ha ancora il cartellino attaccato al vestito.

Federica Federico

di Federica Federico

26 Ottobre 2018

Meghan Markle e il Principe Harry sono molto meno formali di Kate e William, sarà che sulla testa del fratello minore non pesa l’ipotesi della Corona come probabilmente gravosamente incide sull’animo e sulla vita del maggiore e di sua moglie.

 

Le mani della coppia sono sempre strette; le spalle di Lei spesso scoperte e osa spacchi più aperti; Meghan regala sorrisi spontanei e adesso la pancia che incomincia a spuntare la rende persino più delicata: così, rispetto alla cognata, sono molti gli atteggiamenti che portano l’ex attrice a risultare naturalmente vicina al popolo.

meghan markle cartellino attaccato al vestito

Meghan Markle, qualcosa di singolare le è accaduto allo sbarco sull’Isola di Tonga, basta questo a fare di lei una di noi?

 

Dire che sia una di noi è probabilmente troppo: il suo guardaroba, i suoi gioielli, i suoi viaggi, le cure di cui gode, ma anche le innumerevoli limitazioni alla sua vita personale non sono comuni.

Allo sbarco sull’Isola di Tonga, la duchessa indossa un bellissimo abito dalla linea morbida che non mancava di marcare la pancia e il colore le illuminava il volto. Già mentre Meghan scende dall’aereo c’è, però, qualcosa che rovina la scena:

 

dalla gonna della duchessa pendeva il cartellino ancora attaccato al vestito.

 

A quanto pare, subito si sarebbe scatenata la caccia al responsabile e il dettaglio avrebbe fatto il giro del mondo oscurando persino il pancino regale.

 

In realtà questa svista è figlia di un’agenda fittissima che la Duchessa sostiene mentre è al terzo mese di gravidanza.

 

Quello su cui si dovrebbe riflettere è la “necessità” politica di mantenere ancora un simile formalismo fatto di viaggi di Stato in pompa magna, comizi e discorsi. Questa è la mia opinione personale, opinione che nasce da una riflessione doverosa sulla necessità di riportare la politica ai bisogni concreti dei popoli facendone uno strumento di risoluzione dei problemi piuttosto che un mestiere di rappresentanza.

 

Peraltro c’è il rischio, rotto in questo caso da un cartellino attaccato ad un abito, di incorrere nella falsa idea che la vita di una donna incinta sia così semplice da poter fare ogni cosa. Certamente una comune mamma incinta non gode dell’accudimento di cui può godere una Duchessa, quantomeno dietro le quinte. Per le mamme normali le quotidiane ragioni d’ansia, come i comuni momenti di stanchezza fisica finisco per essere veramente tantissimi.

Leggi anche

Seguici