Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Keith Burkett: 12enne malato accompagna la mamma all’altare

La famiglia del piccolo Keith Burkett, il ragazzo di 12 anni affetto da un raro tumore, ha deciso di esaudire il suo ultimo desiderio, accompagnare sua madre, futura sposa, all’altare

Maria Corbisiero

di Maria Corbisiero

15 Novembre 2018

Consapevole del poco tempo che gli restava da vivere, la famiglia del piccolo Keith Burkett, in particolar modo sua madre Taylore Woodard, hanno trascorso più tempo possibile con il 12enne cercando di realizzare i suoi desideri, tra cui accompagnare la mamma all’altare.

Un matrimonio che la donna ha descritto come uno dei momenti più emozionanti e nel contempo strazianti, celebrato pochi giorni prima di dire addio per sempre al suo bambino.

 

Keith Burkett: 12enne malato accompagna la mamma all’altare.

Keith Burkett: 12enne malato accompagna la mamma all’altare

“Grazie ancora a Krista Brown per aver scattato queste bellissime foto! Questo è stato il giorno più dolce, straziante ed emozionante della mia vita. Il mio bambino ha voluto accompagnarmi lungo la navata e noi abbiamo potuto onorare il suo ultimo desiderio. Keith sta per morire ma sono un po’ più tranquilla sapendo di aver esaudito il suo desiderio!”.

È quanto scriveva Taylore Woodard lo scorso 9 Novembre sulla pagina Facebook dedicata a suo figlio Keith Burkett, 12enne affetto da un raro tumore.

Il bambino aveva più volte manifestato la volontà di accompagnarla all’altare, un desiderio che la sua famiglia è riuscita a realizzare pochi giorni prima della sua morte.

 

 

Nonostante fosse debilitato dalla malattia, al punto da esser costretto su una sedia a rotelle, Keith Burkett ha potuto percorrere la navata, allestita  nel corridoio della loro casa a Stow, in Ohio (USA), davanti alla madre per poi restarle accanto durante tutta la cerimonia.

 

 

Keith Burkett ha iniziato a manifestare i primi sintomi della malattia a soli 5 anni.

 

Era la vigilia di Natale del 2010 quando fu portato in ospedale ma trascorrerà quasi un anno e mezzo prima che i medici elaborino quella tremenda quanto nefasta diagnosi.

“Era pallido e non voleva mangiare o aprire regali – racconta la signora Woodard – I medici gli fecero delle lastre e scoprirono che c’era del liquido che spingeva sul suo cuore e che la sua frequenza cardiaca era diminuita. Estrassero il liquido e rimossero anche il lobo inferiore sinistro del suo polmone perché sembrava carne per hamburger”.

Nonostante le successive visite ed i controlli medici effettuati in seguito, i medici riuscirono ad effettuare una diagnosi certa solo nel marzo del 2012: il piccolo Keith Burkett aveva un sarcoma indifferenziato dei tessuti molli.

 

I sarcomi dei tessuti molli, di cui sono conosciuti circa 50 sottotipi, sono tumori rari che, come suggerisce lo stesso nome, interessano i tessuti molli dell’organismo quali muscoli, nervi, legamenti, vasi sanguigni o linfatici, tessuto adiposo e tessuto connettivo (fonte AIRC).

 

Pur avendo subito nel corso degli ultimi 5 anni trattamenti aggressivi, e pur essendo stato sottoposto a diverse operazioni chirurgiche che hanno comportato la rimozione di parti del suo corpo, a maggio di quest’anno i medici scoprirono che il tumore di Keith Burkett si era esteso anche al cranio, alla spalla sinistra, al bacino, al fegato e nella parte inferiore della spina dorsale.

“I medici mi hanno detto che non sarebbe riuscito a superare il Natale” ha raccontato Taylore che, due mesi fa, aveva dovuto trasferire il figlio primogenito in un Hospice affinché potesse ricevere le cure palliative necessarie.

La Woodard aveva inoltre rinunciato a lavorare per poter trascorrere più tempo con il suo Keify, così soprannominato il 12enne, ed esaudire i suoi ultimi desideri, tra cui festeggiare un Natale anticipato – regalo fattogli da tutta la città – e quello di accompagnarla all’altare.

 

 

Keith Burkett ha chiuso gli occhi per sempre lo scorso 12 Novembre, ad annunciarlo la madre attraverso un post pubblicato sulla sua pagina Facebook.

“Oggi alle 12:57 Keith ha guadagnato le sue ali di angelo ed è ora in paradiso, in pace accanto a Dio. A mamma manchi così tanto, bambino mio! Sarai sempre con me! Non so come la mamma potrà vivere senza di te! Un pezzo di me se ne è andato per sempre. Ti prometto che farò del mio meglio! Ti vogliamo tanto bene piccolo!! RIP mio KEIFY!”.

 

 

La sepoltura del piccolo Keith Burkett avverrà venerdì 16 Novembre presso il Silver Springs Cemetery, l’augurio di sua madre Taylore è che la storia di suo figlio renda tutti più consapevoli di quanto breve ed effimera sia la vita:

“Spero che Keith abbia mostrato ad ognuno di voi che la vita è breve e non si dovrebbe mai darla per scontata. Spero che Keith abbia fatto vedere ad ognuno di voi che l’amore prevale sempre sul male. Spero che Keith abbia fatto vedere ad ognuno di voi che, nonostante qualsiasi ostacolo dobbiate affrontare, non dovrete mai cedere!!”.

Buon viaggio piccolo Keify.

Keith Burkett: 12enne malato accompagna la mamma all’altare

Fonte: FacebookFox News

Leggi anche

Seguici