Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Come si cura la tosse nei bambini

Tosse nei bambini, secca o grassa, muco o presenza di febbre: ecco come si affronta e le possibili cure e accortezze da praticare per la salute del bambino.

Marcella Aliberti

di Marcella Aliberti

26 Novembre 2018

Nel periodo invernale sbalzi di temperatura, luoghi chiusi con scarso ricambio di aria favoriscono la comparsa di alcuni sintomi influenzali, tra questi c’è anche la tosse.

 

La tosse (anche la tosse nei bambini) non è una malattia, ma un sintomo di altre patologie che possono avere carattere infettivo, infiammatorio o allergico.

tosse nei bambini

Che cos’è la tosse?

 

La tosse, secca o grassa che sia, vale a dire con o senza muco, si verifica quando nell’aria sono presenti delle sostanze irritanti che attivano i recettori dello stimolo presenti nel nostro organismo, da cui poi parte l’emissione fragorosa di aria attraverso le vie respiratorie e la bocca.

 

Come si cura la tosse nei bambini?

 

Quando la tosse si accompagna a muco e a qualche lineetta di febbre si è quasi sicuramente in presenza di un fenomeno influenzale. Ecco una guida pratica di consigli che non sostituiscono in alcun modo la terapia prescritta dal pediatra, ma che possono essere utili per curare la tosse nei bambini.

 

Tosse nei bambini: il latte caldo

 

Un bicchiere di latte caldo da bere prima di dormire decongestiona e ha un effetto calmante sulla tosse.

 

Tosse nei bambini: un cucchiaino di miele

 

Dal primo anno di età (compiuto) in poi è possible dare ai nostri bambini un cucchiaino di miele da sciogliere in tisane o latte.

 

Secondo uno studio di qualche anno fa pubblicato su Pediatrics effettuato su 300 bambini di età compresa fra uno è cinque anni, che presentavano gli stessi sintomi influenzali tra cui la tosse, i bambini a cui è stato dato un cucchiaino di miele prima dormire avevano passato la notte più tranquillamente e al mattino i colpi di tosse erano meno frequenti.

 

Tosse nei bambini: i lavagetti nasali con la fisiologica

 

I lavaggetti nasali per i più piccini così come l’areosol per i bambini più grandi, in entrambi i casi somministrati con la fisiologica, sono un ottimo sistema per favorire l’espulsione del catarro, spesso responsabile anche della tosse. Quando vediamo, quindi il naso che cola nei nostri piccoli oppure quando la tosse è persistente possiamo tranquillamente utilizzare questo rimedio per curare i nostri bambini, anche per lunghi periodi o più volte nel corso dell’inverno, senza andare incontro a nessuna controindicazione, poiché è privo di effetti collaterali, ma a patto che vi sia stato un primo approccio con il pediatra. 

 

E lo sciroppo?

 

Il Ministero della Salute sconsiglia l’uso dei classici mucolitici per curare la tosse nei bambini al di sotto dei due anni di età.

NON somministrare mucolitici ai bambini: QUI spiegato il perché.

Nel caso in cui la notte la tosse fosse particolarmente persistente e disturbi il sonno del bambino si può decidere di dare uno sciroppo sedativo, sempre su indicazione del pediatra.

 

Vita da mamma ricorda che è sempre opportuno chiamare il nostro pediatra di fiducia. La medicazione fai da te può essere dannosa per gli adulti, ma può diventare addirittura pericolosa quando si tratta di curare i bambini.

Fonte immagine a corredo del testo 123RF con licenza d’uso

Leggi anche

Seguici