Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Mamma chiude il figlio di 3 giorni in un sacco dell’immondizia e lo uccide

Mamma chiude il figlio di 3 giorni in un sacco dell'immondizia e lo uccide, ilmodo in cui il cadavere è stato ritrovato è straziante. Nulla è stato possibile per strapparlo alla morte.

Federica Federico

di Federica Federico

18 Dicembre 2018

Il suo bambino aveva tre giorni appena quando questa giovane mamma lo ha chiuso in un sacco dell’immondizia e gettato via.

 

A nulla è valsa la legge che le avrebbe consentito di mettere il bambino al sicuro anche presso una struttura ospedaliera, ciò che è prevalso, portando morte e dolore, è stata l’incapacità di questa madre di sopportare il pianto del proprio bambino. Ora resta un vuoto enorme che coinvolge un’intera comunità.

Mamma chiude il figlio di 3 giorni in un sacco dell'immondizia e lo uccide

Mamma chiude il figlio di 3 giorni in un sacco dell’immondizia e lo uccide lanciandolo giù dalla ringhiera esterna di una rampa di scale, i fatti all’interno di un complesso abitativo.

 

A rinvenire il sacco, a provare un sospetto e ad aprirlo, un inquilino dello stesso complesso, ora l’uomo che ha scoperto il cadavere del bambino non può più chiudere occhio senza rivedere quelle immagini strazianti:

 

Non riesco a dormire la notte, dopo aver visto ciò che ho visto, ancora e ancora mi ritorna in mente quell’immagine.

 

Mamma chiude il figlio di 3 giorni in un sacco dell’immondizia e se ne disfa: “Piangeva troppo” impedendole di riposare.

 

L’infanticidio si è consumato a Manchester, una cittadina del Kentucky, negli Stati Uniti. Lì la legge ammette che entro i 30 giorni dal parto i genitori possano affidare i neonati agli ospedali dichiarando di non volere o potere averne cura. Malgrado ciò questo neonato è morto.

 

Amber Bowling ha chiuso suo figlio in un sacco e lo ha lanciato da una scala, un occultamento destinato a dare nell’occhio se si considera che è stato compiuto all’interno di un condominio.

 

 

Il ritrovamento del corpo, infatti, non è avvenuto molto dopo. Quando è stato tirato fuori da quel sacco, il bambino era ancora vivo: il vicino di casa si è ritrovato tra le braccia un neonato in fin vita, ma vivo, con una ferita alla testa e probabilmente anche sporco di sangue (stando al referto autoptico il cranio avrebbe sanguinato). Proprio a causa dell’entità delle lesioni a nulla sono valsi, però, i tentativi di salvarlo.

 

Mamma chiude il figlio di 3 giorni in un sacco dell’immondizia , com’è stato trovato il corpo?

 

Il sacco è stato notato da uno degli inquilini del complesso, tornando a casa, l’uomo ha sentito un insolito lamento provenire da quel sacco della spazzatura perciò lo ha preso e aperto e, dinnanzi al neonato, ha immediatamente allertato i soccorsi.

 

Dall’autopsia è emerso che il neonato è morto in seguito a più traumi: aveva subito un’emorragia celebrale e presentava alcune costole rotte. Amber Bowling, la giovane mamma assassina, è stata arrestata mercoledì intorno alle 15:30, l’omicidio risale a martedì scorso.

 


Nota per il lettore: l’immagine del bambino è di repertorio, non è il neonato ucciso. Fonte foto social del neonato: 123RF.com con licenza d’uso.

Leggi anche

Seguici