Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Belen Rodriguez video: Massimo Giletti ne parla in Rai a L’Arena

Federica Federico

di Federica Federico

31 Ottobre 2011

L'ITALIA GUARDONA SPIA IL VIDEO DI BELENIl video di Belen Rodriguez arriva anche nei salotti televisivi, ieri nel primo pomeriggio domenicale della Rai il dibattito sul girato hot si è aperto a L’Arena di Massimo Giletti.

Giletti ha condotto il suo spazio televisivo in modo assai serio: non ha fatto del gossip spicciolo, ha, piuttosto, orientato la discussione verso il più ampio problema della tutela della privacy.

Il video di Belen in sé considerato è uno scandalo personale, rivela il “piacere incosciente” degli italiani di guardare dal buco della serratura, rappresenta il tentativo di screditare un personaggio pubblico, ma, soprattutto, spalanca una finestra sul problema della riservatezza e sulla facile immissione nella rete di dati, immagini e video sensibili, privati e personali in dispregio ed in violazione della privacy.

In modo particolare la diffusione (nonché la detenzione) del girato in oggetto incarnerebbe anche il reato di pedopornografia. Tale reato si realizzerebbe in ragione del fatto che la protagonista sarebbe stata minorenne all’epoca delle riprese.

Per non parlare del fatto che il video della Rodriguez è finito tra le mani degli ambulanti, illegalmente riprodotto e clandestinamente smerciato in certe piazze italiane. L’Arena ha documentato le vendite illegali del film a Napoli dove il video di Belen è “spacciato” per le strade ad un prezzo che varia tra i 5\10 euro sino ad un massimo di 20.

L’onorevole Mussolini inquadra il cuore della discussione: ciò che si immette nella rete non è cancellabile (o è difficilmente cancellabile).

Maria Giovanna Magli ritorna con la memoria ai consigli delle mamme di una volta: ricorda Massimo giletti parla di belenquando alle figlie si poteva raccomandare di farsi restituire dagli ex i negativi delle foto personali. Oggi i negativi non esistono più ed, invece, è estremamente facile riprodurre il materiale fotografico o video – fotografico, come è estremamente facile “sbatterlo in prima pagina”.

In studio da Giletti anche Selvaggia Lucarelli. È dal suo blog che è partito il tam tam mediatico del video di Belen, lei per prima ha immesso in rete, attraverso il suo spazio internet, l’indirizzo utile per vedre Belen nella sua intimità … con un klik dal blog della Lucarelli alla Rodriguez nuda. Eppure ad un certo punto nel corso del dibattito proprio lei, la giornalista Selvaggia Lucarelli, rispondendo ad una ragazza del pubblico, dicendo: <<Siamo tutti dalla parte di Belen>>.

Personalmente – come donna e mamma – ritengo che stare dalla parte della Rodriguez implichi un netto e reale disprezzo del video.

Chi sta dalla parte di Blene il noto video non dovrebbe neanche guardarlo e men che meno dovrebbe  favorirne la diffusione.

Chi disprezza questo genere di pubblicazioni, rubate alla intimità delle persone, sta dalla parte della singola donna offesa e contemporaneamente sta dalla parte di tutte le donne ponendosi in una posizione di solidale difesa del nostro sesso.

 Secondo la ricostruzione della giornalista Lucarelli il video era ben noto a molti già prima della comparsa del link sul suo blog:  Tobias Blanco da mesi tentava di piazzare il materiale scottante arrivato dall’Argentina proponeva la vendita del video ad una cifra che oscillava tra i 300 ed i 500 mila euro. Per concludere il suo losco affare avrebbe bussato alla porta di molti potenziali acquirenti. E, a detta della Lucarelli, nelle redazioni di tanti giornali erano rimaste tracce del filmato.

Fatto sta che l’Italia guardona ha potuto liberare il suo interesse mediatico verso il video di Belen solo dal momento in cui il filmato è stato linkato sul blog della Lucarelli.

In molti hanno messo in dubbio l’età della protagonista del video: secondo tanti Belen nel filmato non sarebbe minorenne e lo dimostrerebbe il fatto che nelle immagini appare già con il seno ritoccato. Ieri a L’Arena Alessandra Mussolini ha giustamente detto: <<Non accetto una cronologia chirurgica>>.

Dinnanzi ad una così grave violazione della intimità personale, infatti, una ricostruzione temporale operata attraverso l’analisi anatomica delle nudità della protagonista appare come un ulteriore bassezza.

video belen arena massimo gliettiÈ di queste ore la notizia che Belen sarebbe incinta, in realtà è da mesi che si discute di un possibile matrimonio con Corona e di un probabile bebè per la coppia. Addirittura lo stesso Massimo Giletti nella sua trasmissione paventò l’ipotesi di un gravidanza della Rodriguez prima dello scorso Festival di Sanremo 2011.

Leggi anche

Seguici