Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Antonio Cassano operato, ultime notizie

Daniela

di Mamma Daniela

04 Novembre 2011

ANTONIO CASSANO malore ed interventoAntonio Cassano è stato operato nella prima mattinata di oggi, con esito positivo.

L’intervento, necessario per correggere  la malformazione cardiaca, che ha provocato un ictus ischemico all’attaccante del Milan, è iniziato alle ore 8.00, ed è terminato alle 8.35.

Il calciatore rossonero, è ricoverato da domenica all’ospedale Policlinico di Milano, per un ictus ischemico causato da una piccola malformazione cardiaca.

Il Milan sul suo sito, scrive: “è andato tutto bene”. 

L’operazione, è stata effettuata dal Prof. Mario Carminati, primario di cardiologia del policlinico San Donato,insieme al primario di neurologia Nereo Bresolin, Giambattista Danzi, responsabile del reparto cardiologia del Policlinico di Milano, e Rodolfo Tavana, capo dello staff medico del Milan.

L’intervento è avvenuto in anestesia locale,senza nessun intoppo, e non ha richiesto nessuna incisione toracica.

Secondo gli specialisti, la causa  del malore del campione barese, è stato un difetto cardiaco, detto “‘Forame ovale pervio” , cioè  un piccolo foro  fra i due atri del cuore, che ha provocato una sofferenza cerebrale su base ischemica.

Con l’intervento i medici hanno corretto l’anomalia al cuore, chiudendo il foro, che unisce i due atri, attraverso l’inserimento di un “ombrellino”, che ha riempito il forame ovale pervio.

Adesso per il fantasista del Milan  avrà inizio la convalescenza. Ci vorrà del tempo, ma l’importante è che l’intervento sia riuscito. Ora il giocatore riposa con accanto la moglie e la madre.

Nei prossimi giorni verrà sottoposto a esami di controllo, per verificare l’esito dell’operazione, e stabilire quando potrà essere dimesso. Il suo è considerato un intervento di routine, per cui i tempi di degenza sono abbastanza rapidi, solitamente sono sufficienti uno o due giorni in ospedale, per cui, probabilmente Domenica potrebbe essere già a casa.

 

Leggi anche

Seguici