Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Cellulite: aiuto!

di Dott.ssa Lucia Auletta

07 Luglio 2010

Molte sono le cause che danno origine alla cellulite, spesso dipendente da vari fattori che si sommano fra loro. La cellulite, che si manifesta con antiestetiche protuberanze nella zona delle cosce, dell’addome, dei glutei e dei fianchi, generalmente è causata da un’alterazione del microcircolo e dall’accumulo di liquidi ed adipe in eccesso a livello sottocutaneo.

I principali fattori responsabili dell’insorgere della cellulite sono rappresentati essenzialmente da:

  • vita sedentaria: stare seduti con le gambe accavallate o stare per molto tempo piegati;
  • portare scarpe con tacchi molto alti per molte ore;
  • indossare indumenti eccessivamente stretti, genera una compressione dei tessuti con conseguente indebolimento del sistema circolatorio;
  • alimentazione errata : cibi particolarmente grassi ,consumo esagerato di latticini  , di bevande alcoliche e non (come aranciate, bibite, cola, succhi di frutta, birra, caffè zuccherato, ecc.)  che oltre a fornire acqua apportano anche altre sostanze che contengono calorie (zuccheri, alcol.)

In generale per prevenire o rimediare alla insorgenza di questa fastidiosa buccia d’arancia, sono  invece consigliati tutti quegli alimenti particolarmente ricchi di antiossidanti naturali e vitamina C (frutti di bosco, kiwi, agrumi, pompelmo rosa, broccoli, prugne e patate) che protegge i capillari sanguigni. Gli alimenti più ricchi di questa sostanza sono: alcuni frutti freschi (quelli aciduli, agrumi, ananas, kiwi, fragole, ciliegie ecc.), alcune verdure fresche (lattuga, radicchi, spinaci, broccoletti ecc.), alcuni ortaggi freschi (broccoli, cavoli, cavolfiori, pomodori, peperoni) e tuberi (patate soprattutto se novelle).

  • Il mirtillo , la centella , il pungitopo,l’ippocastano sono i rimedi di derivazione fitoterapica con maggiore effetto protettivo sul microcircolo carciofo,finocchio,indivia,cicoria,cetrioli,ananas,fragole, sono indicati per le loro proprietà diuretiche. Tutta questa frutta e verdura può essere consumata anche sottoforma di succhi, concentrati, tisane dimagranti e passati. Te ,tè verde e caffè (non zuccherati), guaranà, mate, arancio amaro, fucus, e  garcinia, grazie alla loro azione termogena facilitano il dimagrimento e, indirettamente la riduzione della cellulite. E’ comunque importante non fare troppo affidamento su questi rimedi dato che, oltre ad essere una goccia d’acqua in mezzo all’oceano, se assunti ad alte dosi possono affaticare inutilmente il fegato.
  • L’acqua deve diventare una fedele compagna e come tale va portata sempre con sé. Una corretta idratazione è infatti una delle soluzioni più semplici ed efficaci per combattere la cellulite. Bisogna pertanto sforzarsi di consumare almeno un paio di litri di acqua al giorno. In generale è buona regola aumentare le dosi quando il colore delle urine è troppo scuro e/o di cattivo odore (per esempio nel periodo estivo o più in genere quando si fa sport e si suda molto).
    • Il peperoncino  ha molte proprietà interessanti come ad esempio stimolazione della circolazione, in quanto provoca vasodilatazione e aumenta la temperatura cutanea superficiale.In cucina il peperoncino può essere utilizzato intero oppure, se non si amano i sapori molto piccanti, privato di una parte di semi. Ideale nei primi piatti a base di verdure, nelle minestre rustiche e a base di legumi, negli spezzatini e nelle zuppe di pesce.

Altro piccolo segreto per ottenere  un’invidiabile silhouette, è di utilizzare un esfoliante o (ancor meglio) un guanto di crine almeno una volta a settimana per la circolazione ed applicare  quotidianamente sulle zone interessate una crema anticellulite a base di caffeina, di peperoncino, fosfaditilcolina etc, con movimenti rotatori dal basso verso l’alto, il tutto sempre accompagnato da una buona attività fisica che fa bene al corpo e perché no anche alla mente.

Leggi anche

Seguici