Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Anticoncezionali e contraccettivi femminili: l’anello vaginale

DanielaBrancaccio

di Dott.ssa Daniela Brancaccio

02 Gennaio 2012

Un piccolo anello che si introduce nella vaginaL’ ANELLO VAGINALE IN SINTESI:

  • Un piccolo anello che si introduce nella vagina una volta al mese per tre settimane per prevenire la gravidanza.
  • Sicuro, efficace e conveniente
  • Facile da utilizzare con prescrizione
  • Costa tra i 15 e i 70 euro

 

COS’E’?

Si tratta di un piccolo e flessibile anello inserito nella vagina una volta al mese per prevenire la gravidanza. Si sistema in tale postazione per tre settimane e si toglie durante l’ultima settimana restante ogni mese. L’anello vaginale è commercialmente noto come NuvaRing.

COME FUNZIONA?

Come altri metodi contraccettivi, l’anello rilascia ormoni.
Quelli presenti in esso sono gli stessi che sono presenti nella pillola, estrogeni e progesterone e funzionano come sempre impedendo alle ovaie di rilasciare l’ovulo.

QUANTO E’ EFFICACE?

L’efficacia è una preoccupazione importante e comune quando si sceglie un metodo contraccettivo. L’anello vaginale è molto efficace. Funziona meglio quando una donna lo inserisce da sé e lo porta per tre settimane, lo rimuove per una settimana e poi ne inserisce uno nuovo. Ciò mantiene un corretto livello dell’ormone nel corpo femminile.

  • Meno di una donna su 100 resta incinta ogni anno se utilizza correttamente l’anello
  • Circa 8 donne su 100 restano incinta ogni anno se non lo usano sempre in maniera corretta.

Alcune medicine e sostanze possono rendere l’anello meno efficace.

Considerate che l’anello non protegge da malattie sessualmente trasmissibili. Utilizzate un preservativo per ridurre il rischio di infezioni

QUANTO E’ SICURO?

La maggior parte delle donne possono utilizzare l’anello senza problemi. Ma tutte le medicine presentano dei rischi, sicché la sicurezza èUn piccolo anello che si introduce nella vagina un’importante preoccupazione quando si sceglie un metodo di controllo delle nascite. Effetti collaterali gravi dell’anello, sebbene rari, possono essere più probabili in presenza di determinate condizioni. Alcune di  tali condizioni  possono anche esaurirsi utilizzando l’anello. Parlate con il medico per scoprire se l’anello è più sicuro per voi.

Non utilizzate l’anello in caso di:

  • Prolungato riposo a letto
  • Se siete incinta
  • Se soffrite di mal di testa accompagnati da aura
  • Avete ereditato dei disturbi nella coagulazione del sangue
  • Avete sofferto di cancro al seno o al fegato
  • Avete subito infarti, ictus o angina
  • Avete problemi cardiaci gravi
  • Avete malattie al fegato
  • Soffrite di ipertensione
  • Soffrite di diabete
  • Fumate e avete più di 35 anni

Se presentate delle condizioni che rendono poco sicuro l’uso dell’anello, non preoccupatevi. Ci sono molti altri metodi contraccettivi che possono essere sicuri ugualmente.

QUALI SONO I BENEFICI DELL’ANELLO VAGINALE?

Utilizare l’anello vaginale è sicuro, semplice e conveniente. Non c’è nulla da fare prima di un rapporto sessuale. Alcune donne dicono che esso migliore la loro vita sessuale perché le aiuta a sentirsi più spontanee.

Molte donne che utilizzano l’anello hanno cicli più brevi, leggeri e regolari, inoltre la possibilità per una donna di restare incinta ritorna velocemente quando si interrompe l’utilizzo dell’anello.

Siccome l’anello funziona come la pillola, probabilmente offre gli stessi benefici in caso di:

    • acne
    • indebolimento delle ossa
    • forti dolori mestruali
    • masse al seno che non sono cancro
    • cisti al seno e alle ovaie
    • gravidanza ectopica
    • cancro alle ovaie e all’endometrio
    • cicli pesanti e irregolari
    • carenza di ferro
    • malattie pelviche infiammatorie, che spesso conducono alla sterilità se non curate
    • sindrome premestruale
    • infezioni gravi alle ovaie, alle tube e all’utero

Un piccolo anello che si introduce nella vaginaL’anello si può utilizzare per controllare quando e quanto spesso avete il ciclo. Si può usare ininterrottamente, senza l’interruzione mensile, per eliminare il ciclo.

QUALI SONO GLI SVANTAGGI DELL’ANELLO VAGINALE?

Siccome esso funziona come la pillola, probabilmente presenta gli stessi svantaggi

POSSIBILI EFFETTI COLLATERALI

Alcune donne manifestano effetti indesiderati durante l’utilizzo di NuvaRing, ma molte donne li risolvono con pochi o nessun problema
Alcuni dei più comuni effetti collaterali di solito svaniscono dopo tre mesi. Essi includono:

  • perdite tra un ciclo e l’altro
  • dolore al seno
  • nausea  e vomito

L’anello può anche causare effetti collaterali più a lunga durata. Può aumentare le perdite vaginali. Le irritazioni o le infezioni. Inoltre gli ormoni in esso presenti possono generare variazioni nella libido delle donne.

E’ importante che troviate un metodo che non vi faccia star male o che vi faccia sentire a disagio. Se continuate a sperimentare effetti negativi dopo aver utilizzato l’anello per tre mesi, parlatene con il vostro medico.

Dopo che si interrompe l’utilizzo dell’anello, ci vogliono di solito uno o due mesi per far si che ritorni il ciclo naturale che si aveva prima di iniziare la cura. Alcune volte, una donna può avere cicli irregolari o assenti. Questo può continuare fino a sei mesi dopo l’interruzione. Ciò è più probabile se i suoi cicli erano irregolari anche prima della cura con l’anello.

Utilizzare  regolarmente sostanze a base di olio in vagina per curare le infezioni all’utero mentre si utilizza l’anello, può aumentare il livello di ormoni rilasciati nel sangue. Ciò non ridurrà l’efficacia dell’anello. Gli effetti dell’utilizzo di tali sostanze in interazione con l’anello vaginale nel lungo periodo è sconosciuto.Un piccolo anello che si introduce nella vagina

EFFETTI COLLATERALI GRAVI

Molte donne si preoccupano dei possibili effetti collaterali dell’uso di ormoni per la contraccezione. Problemi gravi non si verificano spesso.

Le donne che utilizzano metodi contraccettivi a base di estrogeni, come l’anello, hanno una possibilità leggermente maggiore di contrarre determinati problemi di salute rispetto a coloro che non li utilizzano. I più gravi, in casi molto rari, possono essere fatali. Essi includono infarti, ictus o coaguli di sangue alle gambe, ai polmoni, al cuore o al cervello.

Altri rischi includono ipertensione, tumori al fegato, calcoli renali o ittero.

 Il rischio di tali problemi aumenta se:

  • avete più di 35 anni
  • siete in forte sovrappeso
  • soffrite di coaguli nel sangue
  • soffrite di diabete
  • avete un alto tasso di colesterolo
  • avete bisogno di un soggiorno prolungato a letto
  • fumate

 

I problemi più gravi di solito hanno dei sintomi di preavviso. Riferite ognuno di tali sintomi al vostro medico appena possibile.

  • dolore al senoUn piccolo anello che si introduce nella vagina
  • dolore alle gambe
  • improvvise e forti emicranie
  • aura
  • dolori all’addome
  • mancanza di ciclo
  • problemi di respirazione
  • pelle e occhi gialli

L’ANELLO VAGINALE E IL CANCRO AL SENO

Potreste aver sentito parlare di notizie che associano gli ormoni contenuti nell’anello con il cancro al seno. La letteratura più recente suggerisce che l’utilizzo di tali ormoni nella contraccezione a un minimo se non nullo effetto sul rischio di contrarre cancro al seno.

 

 

COME SI INIZIA LA CURA?

Premesso che è sempre bene parlare prima con il vostro medico, molte donne spesso iniziano a utilizzare l’anello entro i primi cinque giorni successivi all’inizio del ciclo. In tal modo. Sono protette da subito nei confronti di un’eventuale gravidanza.
Se lo inserite dopo i cinque suddetti giorni la protezione inizierà dopo una settimana. Utilizzate nel frattempo un altro metodo contraccettivo.

L’anello può interferire con il cappuccio cervicale, il diaframma e la spugna. Essi infatti non possono essere utilizzati come metodi di supporto insieme all’anello.

 

INIZIARE AD UTILIZZARE L’ANELLO SUBITO DOPO UNA GRAVIDANZA

E’ possibile restare incinta subito dopo una gravidanza. Iniziare la contraccezione dopo la gravidanza è una preoccupazione importante per le donne.

Potete iniziare ad utilizzare l’anello:

  • subito dopo un aborto
  • dopo tre settimane dalla nascita del bambino
  • dopo almeno sei settimane dalla nascita del bambino se allattate

Dovreste aspettare per iniziare ad utilizzare l’anello se allattate perchè esso può ridurre la quantità e la qualità del latte nelle prime sei settimane. Inoltre, il latte conterrebbe tracce degli ormoni presenti nell’anello. E’ improbabile che tali ormoni abbiano effetti collaterali sul bambino. Ma parlarne con un medico è sempre la scelta migliore.

COSA SUCCEDE SE L’ANELLO SCIVOLA VIA O SE COMMETTO ERRORI?

E’ piuttosto comune per le donne fare degli errori alle volte nell’utilizzo dell’anello.

Se dunque utilizzate l’anello, la cosa migliore per essere protette da una gravidanza indesiderata è conoscere cosa fare se si commette un errore o se l’anello scivola via dalla vagina.

La gravidanza si può verificare se:

  • l’anello scivola via dalla vagina e non viene rimpiazzato entro tre ore
  • l’anello non  rimane in vagina per tre settimane di seguito
  • l’anello rimane in vagina per più di tre settimane
  • dimeticate di inserire un nuovo anello per più di una settimana dopo la rimozione del precedente.

In tutti questi casi è consigliabile utilizzare un metodo di contraccezione aggiuntivo, che non sia il diaframma, il cappuccio o la spugna. L’anello potrebbe impedire che essi siano sistemati correttamente in vagina. Il profilattico e lo spermicida, utilizzati separatamente o insieme, sono invece una buona scelta. Si può anche utilizzare un metodo di contraccezione di emergenza come la pillola del giorno dopo. E’ una buona opzione se avete avuto rapporti sessuali prima di rendervi conto che l’anello non era ben sistemato o era rimasto in vagina per troppo tempo.  Tale metodo previene la gravidanza se utilizzato entro i cinque giorni successivi al rapporto sessuale non protetto, prima si prende la pillola più essa avrà efficacia.

Fonte:  www.plannedparenthood.org

Leggi anche

Seguici