Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Roberto Straccia scomparso: gli amici ricerche incessanti anche di notte

Federica Federico

di Federica Federico

30 Dicembre 2011

Roberto Straccia scomparso: gli amici ricerche incessanti anche di notteRoberto Straccia: ha 24 anni; è un giovane atletico, scuro d’occhi e capelli, di corporatura normale e alto 165 cm; vive a Pescara dove frequenta con successo l’università ed è prossimo alla laurea in lingue; è scomparso lo scorso 14 dicembre: uscì in abbigliamento sportivo e con l’intento manifesto di fare jogging sul lungo mare, attività che era solito praticare compiendo un percorso noto; ma dalla sua normale corsa Roberto non ha fatto più ritorno.

La scomparsa di Roberto Straccia appare anomala e quantomeno inaspettata, la vita del giovane pare essere lineare e senza ombre.

I parenti e gli amici tutti descrivono il ragazzo come un uomo mite, pacato, realizzato e sereno. Di fatto la mattina della scomparsa aveva domandato la tesi di laure e nelle ore precedenti alla sparizione misteriosa stava organizzando con i compagni e colleghi di studio la notte di Capodanno, la loro sarebbe stata una festa in casa semplice e senza eccessi, nello stile allegro, non pretenzioso, vitale e sano del giovane sparito.

Questo non pare affatto il ritratto di un potenziale suicida. I parenti prossimi avanzano il sospetto di un rapimento, qualche rumor prospetta l’ipotesi di una amnesia – ed a quanto apre tale ultima supposizione fonderebbe sul fatto che tempo addietro Roberto aveva già avuto un grave vuoto di memoria, una amnesia temporanea per la quale il giovane era stato condotto ed assistito in ospedale. Qualcuno, volendo avvalorare l’ipotesi della perdita di memoria, ha fatto notare che Roberto, qualche giorno prima, avrebbe avuto un incidente sportivo: uno scontro durante una partita di calcio, sarebbe caduto ed avrebbe battuto la testa.

Ma gli inquirenti non rilasciano dichiarazioni.

Un ultimo presunto avvistamento pareva collocare il giovane nei pressi del Tribunale  di Pescara, i cani molecolari smentiscono, col loro fiuto non hanno trovato in quei luoghi alcuna traccia del giovane.

Roberto Straccia scomparso: gli amici ricerche incessanti anche di notteGli amici non smettono di cercare e pattugliano le vie cittadine anche di notte, l’idea di base che induce i giovani a non cessare le ricerche con il calare del sole è una soltanto: se Roberto vaga in stato confusionale potrebbe essere più semplice trovarlo durante le ore di oscurità, quando le strade sono deserte e silenziose.

Dal telefonino del giovane, secondo gli ultimi accertamenti compiuti dagli inquirenti, mancherebbero gli sms in uscita, mentre sarebbero stati conservati tutti quelli in entrata. Questa mancanza può costituire una traccia? Poteva nascondersi tra gli sms cancellati da Roberto la chiave del giallo?

Le indagini proseguono. Rispetto alla mancanza degli sms c’è da sottolineare che non è un atteggiamento inusuale né sospetto quello di non conservare i messaggini, lo fanno in molti per tenere la memoria del cellulare libera.

Leggi anche

Seguici