Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Favole della Tradizione: Esopo, l’asino che portava il sale

Simona

di Mamma Simona

26 Gennaio 2012

Viveva in un villaggio un mercante che si serviva del suo asino Viveva in un villaggio un mercante che si serviva del suo asino da soma, per trasportare nella vicina città i carichi di prodotti da vendere.

Un dì incaricò l’animale di provvedere ad una consegna.

Il ciuchino era molto pigro di carattere e aveva poca voglia di lavorare, ma gli toccò ubbidire agli ordini del padrone, così si incamminò svogliatamente per la strada.

Durante il percorso, cresceva il suo rancore nei confronti di quel padrone che lo obbligava a trasportare pesi.

Il caldo gli mise sete, così, arrivato nei pressi di un fiume, sostò per dissetarsi e si immerse per rinfrescarsi, guadando il fiume fino alla sponda opposta.

….ma il carico che trasportava era sale!!! A contatto con l’acqua si sciolse e l’asino se ne rallegrò doppiamente: si era liberato del peso della merce e aveva beffeggiato il padrone.

Tornato a casa, il padrone vide le gerle vuote ed immaginò che la consegna fosse avvenuta.

Nei giorni seguenti, il padrone incaricò ancora l’asino di portare altri carichi in città.

Il ciuco partì già con l’intenzione di ripetere la precedente esperienza; e così fu: arrivò al fiume, bevve, si immerse, il carico di sale si sciolse nuovamente e lui, alleggerito, non dovette faticare per il trasporto.

Anche questa volta tutto filò liscio, l’asino si sentiva molto furbo per aver trovato questo espediente che gli permetteva di non faticare.

Il padrone dispose un terzo carico per il trasporto, ormai l’asino si sentiva sicuro del successo del suo programma e accettò di buon grado la consegna, risparmiandosi lamentele.Viveva in un villaggio un mercante che si serviva del suo asino

Arrivato al solito fiume, bevve dell’acqua e si immerse, aspettando che il carico di sale si sciogliesse a contatto con l’acqua.

Asino che non sei altro!

Questa volta il carico conteneva spugne, che nel fiume, assorbirono l’acqua appesantendo il carico che trascinò, a causa dell’eccessivo peso, il ciucchino sul fondo del fiume, dove annegò.

La morale della favola è: chi scappa dai propri doveri, incontra l’insuccesso!

Esiste una variante della favola che vuole dei sassi come contenuto dell’ultimo carico di trasporto.

Leggi anche

Seguici