Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Gravidanza esami da fare: esami preconcepimento per donna e uomo

DanielaBrancaccio

di Dott.ssa Daniela Brancaccio

02 Febbraio 2012

Prima di avere un figlio o una volta concepitoGli esami per diventare padre

Prima di avere un figlio o una volta concepito, la coppia deve sottoporsi a una serie di esami, specialmente se si tratta della madre.

Quando una donna decide di avere un bambino, deve sottoporsi a una serie di esami e prove specifiche della gravidanza, con il fine di favorire il corretto sviluppo del feto e proteggere la salute della mamma e del bambino. Nonostante ciò, è conveniente prendere precauzioni anche prima del concepimento, attraverso una serie di studi letterari destinati alla messa sul mercato di un metodo di contraccezione sicuro.

Il fatto di programmare una gravidanza non solo riguarda i motivi ovvi di organizzazione e di equilibrio familiare, ma anche le precauzioni necessarie per controllare la salute ed il benessere della madre e del futuro bambino.

Ecco i passi necessari per una buona prevenzione:

  • Andare dal ginecologo per un consulto prenatale
  • Sottoporsi agli esami preconcepimento consigliati
  • Adottare uno stile di vita adeguato ( dieta equilibrata, abbandono delle abitudini scorrette ecc)
  • Prestare piu attenzione ai farmaci che si consumano
  • Prestare piu attenzione ad altri fattori di rischio ( radiografie adeguate nel periodo del ciclo in cui potrebbe verificarsi il concepimento)

 

La visita dal ginecologo

Quando una donna vuole avere un figlio, è opportuno che vada dal ginecologo, affinché effettui un controllo della sua salute generale e identifichi i possibili fattori di rischio per la gravidanza.

Gli obiettivi di questa visita sono tre:

  • Analizzare la storia clinica della coppia e indagare se, nelle rispettive famiglie, sistono casi di malattie ereditarie.
  • Durante la visita, si prendono in considerazione anche fattori come lo svolgimento ed il risultato delle possibili gestazioni precedenti.
  • Si chiede alla futura mamma se soffre di malattie croniche ( epilessia , diabete, ipertensione o disfunzione tiroidea). In tali casi, il ginecologo, in collaborazione con lo specialista corrispondente, decide se è giusto modificare o interrompere il trattamento o se è piu opportuno posticipare la gravidanza fino a che i valori non si stabilizzano.Prima di avere un figlio o una volta concepito

 

Esami per i due membri della coppia:

  • GRUPPO SANGUIGNO ED RH: serve per conoscere il gruppo ed il fattore Rh (positivo o negativo), al fine di escludere possibili incompatibilità tra i membri della coppia.
  • TEST PER L’AIDS: Se uno dei due membri della coppia risulta sieropositivo, si può programmare una gravidanza solo e se si adottano le misure adeguate. Se la futura mamma è sieropositiva e vuole concepire un figlio, si può sottoporre alle terapie vigenti attualmente, grazie alle quali la trasmissione del virus è diminuita del 10%. In cambio, se a risultare positivo è il padre, si ricorre ad un tipo di fecondazione assistita. Tra le altre tecniche, è inclusa quella del lavaggio degli spermatozoi per eliminare il virus.
  • TEST PER LA SIFILIDE: scopre se i membri della coppia sono portatori di sifilide, una malattia a trasmissione sessuale che ultimamente si sta diffondendo di nuovo. E’ pericolosa per il feto, in quanto può causare alterazione cutanee e anomalie neuromuscolari.

Fonte: mibebeyyo.com

Leggi anche

Seguici