Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Sciopero Tir Sicilia il movimento dei Forconi: tutti gli aggiornamenti e il danno economico

Licia

di Mamma Licia

23 Gennaio 2012

Sciopero Tir Sicilia il movimento dei Forconi: tutti gli aggiornamenti e il danno economicoNon si può mettere in ginocchio la Sicilia più di quanto lo sia già. Non era questo il nostro obiettivo”. Con queste parole, Mariano Ferro – leader del Movimento dei Forconi – ha annunciato sabato la sospensione della protesta da parte del movimento, una protesta condotta insieme a Forza d’Urto che ha paralizzato l’Isola per un’intera settimana provocando forti disagi alla popolazione ed un danno economico stimabile intorno ai 500 milioni di euro.
La lotta si trasferirà a Roma” ha precisato però il leader dei Forconi, e le manifestazioni proseguiranno fino al 26 gennaio.

E mentre in Sicilia la situazione sta pian piano e con non poche difficoltà tornando alla normalità, il blocco degli autotrasportatori ha iniziato, dalla mezzanotte di ieri, la sua ascesa verso la Penisola.
Sessanta presidi sono già in corso in tutta Italia. Sono state bloccate molte uscite autostradali  e chiusi i caselli, tantissimi già i tir incolonnati nei pressi delle autostrade e delle strade a scorrimento veloce.

Il resto d’Italia ha deciso di aderire alla protesta dei Forconi siciliani e di dar voce anche al suo malessere. Si manifesta per contestare il rincaro del gasolio, l’aumento dei pedaggi autostradali e dell’Irpef.
Si tratta di una protesta, su scala nazionale, che viene seguita “con molta attenzione” dal ministro dell’Interno, Annamaria Cancellieri perché, come lei stessa ha dichiarato, “nulla esclude che questi malesseri possano sfociare in manifestazioni di tipo diverso”.

Leggi anche

Seguici