Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

La tosse: tutto ciò che c’è da sapere

Simona

di Mamma Simona

10 Febbraio 2012

Odiata da tutti ma tanto utile all'organismo: la tosse.Odiata da tutti ma tanto utile all’organismo: la tosse.

Si tratta di un improvvisa e incontenibile “esplosione di aria” espulsa dalla bocca, che viaggia alla velocità di 800/1000 chilometri all’ora!

E’ uno dei disturbi più diffusi nel periodo invernale ma non si tratta di una malattia, quando di un sintomo, una manifestazione di problemi alle alte o basse vie respiratorie.

In presenza di tosse di manifestazione recente (tosse acuta) si può supporre che sia in corso un’infezione delle alte o basse vie respiratorie.

Quando si tratti invece di tosse presente da lungo tempo (tosse cronica) conviene eseguire uno screening di approfondimento per risalire alla causa, in primis tramite radiografia toracica, grazie alla quale è possibile individuare la presenza di focolai nei bronchi o polmoni, bronchiti croniche, allergopatie ed altre patologie in alcuni casi degenerative come le neoplasie.

La tosse è un meccanismo di difesa.

Il nostro apparato respiratorio ha una sorta di pellicola composta da muco che funge da protezione e da lubrificante delle vie respiratorie, si tratta di una funzione molto importante a difesa dell’organismo. Quando questa copertura si assottiglia, l’aria inspirata crea una percezione fastidiosa, un pizzicore in gola, che volgarmente definiamo “raspino”. La sua degenerazione predispone per l’arrivo della tosse.

Compito della tosse è quello di espellere le sostanze irritanti depositate lungo le vie respiratorie, comprese le secrezioni dei bronchi che possono essere abbondanti in caso di raffreddori, influenze, laringiti, bronchiti, tracheiti ma anche allergie.

L’impulso di tossire parte dal cervello; attraverso terminazioni nervose presenti nelle vie respiratorie, viene inviato un input che manda il messaggio della presenza di sostanze “fastidiose”, a questo punto il cervello vaglia la reazione: tossire o meno.

Il colpo di tosse si attua in 3 fasi:Odiata da tutti ma tanto utile all'organismo: la tosse.

  • fase inspiratoria: i muscoli espiratori nell’area della cassa toracica si estendono, incamerando aria tramite l’inspirazione; il colpo di tosse è tanto più forte quanto maggiore è la quantità di aria inspirata

  • fase compressiva: la glottide, ovvero la zona faringea, si chiude, si contraggono i muscoli del torace e dell’addome, il torace viene sottoposto a pressione e l’aria viene compressa

  • fase espulsiva: la glottide viene riaperta, e l’aria espulsa insieme al muco presente in eccesso. Passando per la faringe, dove si trovano le corde vocali, l’aria produce vibrazioni che si manifestano col suono tipico del colpo di tosse.

 

Esistono diversi tipi di tosse. In generale distinguiamo:

  • la tosse secca: solitamente senza catarro. Può essere campanello di allarme dell’arrivo di una tracheite o laringite oppure essere causata da virus. Alcuni individui la sviluppano come conseguenza ad eccessiva aria secca nell’ambiente che toglie umidità alle mucose. Potrebbe essere anche la manifestazione ad un’allergia (v. allergie primaverili per esempio) o causata da esposizione ad agenti irritanti come il fumo o lo smog.

  • la tosse grassa: indica un’infezione delle vie respiratorie ed è quasi sempre accompagnata da catarro. A volte si avverte un peso al petto e la respirazione può diventare “rumorosa”.

 Odiata da tutti ma tanto utile all'organismo: la tosse.

La tosse si definisce:

  • abbaiante: perché simile all’abbaiare di un cane. Si tratta di una tosse secca che nei bambini si accompagna spesso alle tracheiti. Negli adulti può significare una manifestazione allergica o comunque a sostanze irritanti

  • convulsa: è una forma violenta con inspirazione rumorosa, può indicare la presenza di pertosse

  • ad intermittenza: tosse secca irritativa e ripetuta

  • produttiva: accompagnata da catarro ed espettorazione

  • bovina: tosse con suono profondo per via dell’alterazione delle corde vocali

  • parossistica: tosse violenta e ripetuta

  • con sibilo e fischio: tipica degli asmatici

A volte compaiono tracce di sangue dopo un colpo di tosse. Le ipotesi più probabili sono due: l’eccesso di tanti colpi di tosse che si susseguono ha provocato uno sforzo che ha irritato e creato piccolissime lesioni con lo sforzo di tossire, caso non preoccupante; quando il sangue compaia dopo un colpo di tosse “isolato” può essere segno di una lesione, le cui cause è opportuno indagare.

La tosse dei fumatori è causata dalla sostanza irritante che stimola la iperproduzione di muco per difendere l’apparato. L’unica cura è smettere di fumare.

Odiata da tutti ma tanto utile all'organismo: la tosse.

Terapie:

Non sempre occorre seguire una terapia farmacologica, poiché rientrato il disturbo che ha causato la tosse, si risolve anche questo fastidio; ma questa valutazione è opportuno affidarla al medico curante che vaglierà il caso.

Nonostante ciò, il medico può predisporre una terapia quando la tosse sia particolarmente intensa o le secrezioni molto abbondanti, o lo stato infiammatorio delle bronchiti risulti “pesante”, o ancora vi siano otiti in contemporanea, o il soggetto abbia delle immunodeficienze o esista una recidività… insomma sono tanti i casi in cui il medico opta per una terapia.

In genere le terapie strettamente connesse alla tosse sono:

  • calmanti della tosse: sono sedativi della tosse, prescritti a volte nei bambini che associano tosse a vomito di muco e catarro o in caso di tosse ripetuta fino a sfiancareOdiata da tutti ma tanto utile all'organismo: la tosse.

  • mucolitici: aiutano a fluidificare le secrezioni, favorendo la loro espulsione

  • anti-infiammatori: quando la tosse sia manifestazione di forme virali importanti

Il medico può consigliare, a seconda dei casi, altre terapie, come quella cortisonica ad esempio.

 

Per favorire una buona respirazione e contrastare i fastidi della tosse, è utile predisporre nell’ambiente di soggiorno del malato, un umidificatore che diffonda umidità nell’aria.

Leggi anche

Seguici